Bisantis su "La leggenda del Catanzaro": "un racconto che coinvolge generazioni di tifosi"

05.12.2019 08:54 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:    Vedi letture
Bisantis su "La leggenda del Catanzaro": "un racconto che coinvolge generazioni di tifosi"

“E’ un volume imperdibile per tutti quelli, e sono tanti, che hanno sofferto, soffrono e soffriranno ancora per le vicende della nostra squadra. Una di quelle che vince poco, ma quando vince vale come cento vittorie da un'altra parte. Essere del Catanzaro non è una scelta. Ti entra dentro, sin da piccolo e non esce più. E guai se dovesse uscire! “

Parola di Giuseppe Bisantis, una delle voci più famose di “Tutto il calcio minuto per minuto”, autore della prefazione al libro di Sergio Dragone “La leggenda del Catanzaro”, uscito da pochi giorni e che sarà presentato il 17 dicembre alla Casa delle Culture.

Bisantis è uno dei radiocronisti di punta della Rai, sempre in giro per il mondo a parlare di calcio, scherma e atletica. Con sempre il Catanzaro nel cuore.

“La nostra squadra è ancora lì – scrive il giornalista Rai-  indenne alle tempeste che da sempre caratterizzano la sua storia. E in questo volume di Sergio c'è davvero tutto. Presidenti, allenatori, calciatori, partite. E non solo quelle vinte ma anche quelle perse contro tutto e contro tutti. Un racconto che coinvolge generazioni di tifosi, coloro che quelle persone e quelle partite le hanno vissute, quelli che le hanno sentite dalla voce dei più anziani. Insomma, in questo libro nessuno può sentirsi escluso.”

“Questo volume – spiega Bisantis - sta per arricchire la mia collezione giallorossa che certo non finirà qua. Aspettiamo tutti nuove pagine di storie, racconti, ritratti su quello che dovrà ancora succedere e su chi dovrà ancora venire. Vogliamo i successi, certo, ma per noi essere del Catanzaro è già una vittoria. Se poi c'è che ci racconta tutto e ci regala dolci ricordi la vittoria è ancora più bella.”


Chi non ricorda la voce roca di Sandro Ciotti o gli acuti perentori di Enrico Ameri in collegamento dagli stadi della Serie A. Sono pezzi indelebili di un'Italia cresciuta senza social e pay tv, quando l'unico modo per seguire le partite di calcio era incollarsi alla radiolina. Tuttavia oggi, nonostante le mille dirette tv e web delle gare di campionato, quel programma alla radio così popolare, “Tutto il calcio minuto per minuto”, splende ancora come un tempo. Da anni ne fa parte Giuseppe Bisantis, giornalista calabrese nato a Catanzaro, voce del calcio nazionale e internazionale ma anche dello sport tricolore nel mondo. Dal '98 in Rai, alla redazione di Venezia, viene impiegato fin da subito come inviato nei campi della Serie A e come radiocronista in quelli della Serie B.

In seguito a partire dal 2005 commenta sempre più spesso le partite della massima serie, diventando in breve tempo una delle principali voci sia per il campionato che per le coppe europee. Dall'agosto 2008 succede al collega Livio Forma come voce ufficiale della Nazionale di calcio dell'Italia Under-21. È stato presente anche ai Mondiali di calcio di Germania nel 2006, Sudafrica 2010 e Brasile 2014, oltre che ai Campionati europei in Austria e Svizzera nel 2008, in Polonia e Ucraina nel 2012 ed in Francia nel 2016. Bisantis ha al suo attivo anche tre edizioni dei Giochi Olimpici; in particolare a partire da Londra 2012 diviene la voce ufficiale della scherma succedendo al collega Andrea Coco.