U.S. Catanzaro 1932-1933

https://crazy-time.org/it/

[anwpfl-competition-header id=”9919″ title_as_link=”1″ title=””]

[anwpfl-clubs competition_id=”9919″ logo_size=”small” layout=”” logo_height=”50px” logo_width=”50px” exclude_ids=”” include_ids=”” show_club_name=”1″]

Una formazione della Catanzarese 1932-33
Kertész (All.), Radaelli, Pedrazzini, Miltone, Brossi, Masseroni, Oliverio, Ciminaghi, Pantani, Barberio, Moretti, Latetta, Politzer (Mass.)

[table id=42 /]

Il Campionato di I Divisione 1932-33 prende il via con diverse novità, la prima è quella più importante, la nuova formula organizzata sulla territorialità dei gironi, che porterà ad un maggiore contenimento dei costi grazie alle trasferte più brevi e ai numerosi derby. La seconda novità è che il Direttorio obbligò (salve rarissime eccezioni) le società di Serie A e Serie B a schierare una Squadra B nella I Divisione che non poteva retrocedere nel campionato minore, ed obbligò le Società di I Divisione a schierare una Squadra B nel campionato di II Divisione.

Il Catanzaro fu inserito nel Girone I Calabrese-Siciliano e tra le compagini di Serie A che avevano allestito la squadra B figurava il Palermo B mentre schierò ai nastri di partenza per la prima volta in assoluto il Catanzaro B nel campionato di II Divisione dove, tra le altre, si registrò anche la storica partecipazione della Società Sportiva Fascista Audace Catanzaro Lido.

Il Girone I vedeva come candidati favoriti alla promozione Siracusa e Cosenza, un gradino più giù Catanzaro, Reggina e Catania, la prima classificata accedeva agli spareggi per la promozione in Serie B, le ultime due retrocedevano in II Divisione.

[anwpfl-results-matrix standing_id=”9901″]

Il calcio mercato della Catanzarese

[table id=43 /]

Calcio mercato che colpi!

il Catanzaro pesca in Serie A

Confermato Géza Kertész alla guida tecnica, il presidente Talamo si butta a capofitto sul mercato: ben 20 arrivi e 15 partenze tra cui Castellano e De Fazio acquistati e rimessi subito sul mercato. Agli arrivi vanno aggiunti 7 confermati.

E’ un calcio mercato con grandi colpi quello condotto dal presidente Enrico Talamo e l’allenatore Géza Kertész, la Catanzarese pesca addirittura in Serie A ben 7 elementi: dalla Triestina arrivano l’attaccante Ettore Brossi, Marino Renner e Rodolfo Puttar; dall’Ambrosiana Inter: Mario Ciminaghi e Luigi Pedrazzini, dal Milan: Giuseppe Santagostino; dalla Pro Patria: Nicolino Latella. Non tutti troveranno spazio ma tutti contribuiscono a creare un gruppo omogeneo anche se qualche screzio si crea tra Brossi e Moretti (prelevato dal Modena – vedi tabella completa del calcio mercato).

Ferrari ceduto al Genoa

per 30.000 Lire

Nel mercato in uscita il Catanzaro mette a segno un grande colpo ad una cifra considerevole per l’epoca piazza l’attaccante Giuseppe Ferrari al Genoa per 30.000 Lire. Nelle cessioni di allora le operazioni non venivano rese note con immediatezza, e la Lazio non sapendo dell’avvenuta cessione al Genoa presentò a Talamo una offerta ancora più ricca 70.000 Lirepagabili con biglietti da 1.000 Lire“.

Batosta in amichevole

il Catanzaro sconfitto a Taranto

La stagione si apre nel peggior dei modi, con una sonora batosta in amichevole giocata a Taranto il 18 settembre del 1932, i giallorossi ne prendono addirittura 6 schierando comunque una formazione che non sarà quella che per diverse partite sarà protagonista in campionato. Risultato finale: Taranto-Catanzarese 6-1

le Aquile perdono Pasti e Colombo

un infortunio li terrà lontano per molto tempo

Sembra piovere sul bagnato per le Aquile, che per due brutti infortuni perdono i pilastri della difesa: Pasti e Colombo dovranno restare fuori dai campi di gioco per un lungo periodo.

Pasti l’anno prima eletto dalla stampa sportiva il più forte difensore meridionale resterà fuori per tre quarti della stagione, al rientro Kertész non gli ridà il posto da titolare sostenendo che: “la coppia difensiva formata da Miltone e Pantani offriva una ampia armonia

la lunga Cavalcata alla Serie B

il racconto della stagione giornata per giornata

Le favorite rispettano il pronostico:

brillante esordio per la Catanzarese

[anwpfl-matches competition_id=”” show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”1″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”asc” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

Vincono tutte le squadre candidate al salto di categoria, e vincono con goleade.

Il Catanzaro strapazza il Palermo B 4-0, il Catania supera l’Agrigento 3-1, il Cosenza stende l’Acireale 4-1, il Siracusa 5-1 al Nissena e la Reggina passa a Messina sul campo della Peloro 3-0

Classifica: Catanzaro, Cosenza, Reggina, Catania e Siracusa 2

[anwpfl-match match_id=”9921″ club_last=”” club_next=”” layout=”slim” sections=”” show_header=”1″]

Catanzarese: Martini, Pantani, Brambilla, Radaelli, Olivero, Ciminaghi, Massiglia, Marrucci, Brossi, Moretti, Besazza.

Palermo: Panetta. Carlao, Faotto, Moncada, De Rosalia, Tinagha; Serio II, Casaro, Martinez I, Serio II, Bazzanti.

Marcatori: Marrucci, Brossi, Besazza, Moretti.

il Catanzaro rimontato nel finale

il Cosenza sale al comando

[anwpfl-matches competition_id=”9919″ show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”2″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”asc” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

Da 1-3 a cinque minuti dal termine al 3-3 finale, le Aquile buttano via la prima vittoria stagionale lontano “Militare”. Siracusa e Catania si spartiscono la posta in palio nel derby (1-1), osserva il turno di riposo la Reggina ne approfitta il Cosenza che battendo (2-1) il Nissena sale al comando.

Classifica: Cosenza 4. Catanzaro, Siracusa e Catania 3, Reggina 2

[anwpfl-match match_id=”9949″ club_last=”” club_next=”” layout=”slim” sections=”” show_header=”1″]

Agrigento: Bedotti, Castellano, Salemi II, Pugliatti, Cislaghi, Gareffa, Tano, Lomello, Lopez II, De Viti, Lopez I

Catanzarese: Martini, Pantani, Brambilla, Radaelli, Olivero, Ciminaghi, Masseroni, Santagostino, Brossi, Moretti, Besazza.

Marcatori: p.t. Santagostino; s.t. 21’ Lomello, 31’ e 39’ Besazza, 41’ De Viti, 43’ Lopez I

Tornano alla vittoria le Aquile

Cosenza a punteggio pieno

[anwpfl-matches competition_id=”” show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”3″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

Torna al successo (2-1) il Catanzaro che al “Militare” batte senza comunque entusiasmare l’Acireale salito in Calabria per disputare una gara con il chiaro intento di alzare le barricate portandosi via un pareggio ed improntando una gara su ripetuti falli di gioco. Il Cosenza raccoglie la terza vittoria consecutiva imponendosi nel derby di Reggio sulla Reggina (1-4) ridimensionando notevolmente i padroni di casa, il Catania ne rifila ben 8 alla Peloro (8-0) e il Siracusa passa ad Agrigento (2-4).

Classifica: Cosenza 6, Catanzaro, Siracusa e Catania 5 ben distaccata la Reggina a solo 2 punti.

[anwpfl-match match_id=”9956″ club_last=”” club_next=”” layout=”slim” sections=”” show_header=”1″]

Catanzarese: Martini, Pantani, Brambilla, Radaelli, Olivero, Ciminaghi, Masseroni, Santagostino, Brossi, Moretti, Besazza.

Acireale: Borasi, Coppo, Marone, Bacigalupo II, Gruppi, Sconfienza, Masi, Rosaguti, Vannucchi, Bacigalupo IV, Isacco.

Marcatori: pt 6’ Bacigalupo IV, 21’ Santagostino, st 30’ Masseroni

il Catanzaro espugna Reggio

Aquile al comando con il Siracusa

[anwpfl-matches competition_id=”” show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”4″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

I primo successo stagionale del Catanzaro fuori casa arriva nel derby di Reggio Calabria, dopo il Cosenza anche le Aquile espugnano il Sant’Anna battendo la Reggina (2-1) un successo che vale il primo posto in compagnia del Siracusa vittorioso (3-0) sul campo dell’Acireale e grazie anche al turno di riposo del Cosenza. Brutto stop del Catania nel derby di Trapani (3-1).

Classifica: Catanzaro e Siracusa 7, Cosenza 6, Catania 5 (Agganciato dal Palermo B)

[anwpfl-match match_id=”9963″ club_last=”” club_next=”” layout=”slim” sections=”” show_header=”1″]

Reggina: Tomei, Mantelli, Ricci, Ansaloni, Recordati, Grandis, Gorla, Bolognesi, Andreini, Faccenda, Vigilante I

Catanzarese: Martini, Pantani, Brambilla, Radaelli, Olivero, Ciminaghi, Brossi, Santagostino, Marrucci, Moretti, Besazza

Marcatori: (rig.) Andreini, Brossi, Besazza

il ritorno da Reggio è una festa

a Soverato il treno è bloccato più di un’ora

Il ritorno da Reggio Calabria è una vera festa per Kertész ed i suoi ragazzi che vengono acclarati in ogni stazione, folle di tifosi si riversano su tutto il tragitto ferroviario costringendo il macchinista a diverse soste fuori programma. La più lunga a Soverato dove tutta la cittadina si è riversata in massa al passaggio della squadra bloccando il treno per più di un’ora.

Aquile, seconda vittoria esterna consecutiva

la Reggina dopo 5 giornate è già fuori dalla corsa alla promozione

[anwpfl-matches competition_id=”” show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”5″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

Il Catanzaro è chiamato ad una prova di maturità sul campo di una avversaria ritenuta molto ostica, la Nissena, prova superata con merito (3-2) che permette ai giallorossi di mantenere la testa del primato con il Siracusa vittorioso contro il Trapani (2-1). Ritorna al successo, dopo il turno di riposo il Cosenza che batte (2-1) l’Agrigento. Si ferma sul pareggio (1-1) in Sicilia contro il Palermo B la Reggina che abbandona definitivamente le ambizioni promozione. Riposa il Catania.

Classifica: Catanzaro e Siracusa 9, Cosenza 8, Palermo B 6, Catania 5.

[anwpfl-match match_id=”9995″ club_last=”” club_next=”” layout=”slim” sections=”” show_header=”1″]

Nissena: Gabardi, Guarnieri, Giannone, Leone Chiantini, Mottola, Giubasso, Noli, Politi, Scioscia, Focà

Catanzarese: Martini, Pantani, Brambilla, Radaelli, Olivero, Ciminaghi, Brossi, Santagostino, Masseroni, Moretti, Besazza

Marcatori: pt 7’ Nioli, st 3’ Besazza, 6’ (rig.) Chionnini, 9’ Brossi, 18’ Masseroni

Big Match al “Militare”

arriva il Siracusa

[anwpfl-matches competition_id=”” show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”6″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

Finisce in parità (1-1) l big-Match della sesta giornata tra Catanzaro-Siracusa e con un giallo per un calcio di rigore prima assegnato in favore del Catanzaro e poi annullato dall’arbitro Bendignati di Roma.

Non ne approfitta il Cosenza che sul campo della Peloro non va oltre il pari (0-0).

Torna al successo il Catania che nel derby batte (2-0) il Palermo B.

 

 Classifica: Catanzaro e Siracusa 10, Cosenza 9, Catania 7

[anwpfl-match match_id=”10001″ club_last=”” club_next=”” layout=”slim” sections=”” show_header=”1″]

Catanzarese: Martini, Pantani, Brambilla, Radaelli, Olivero, Ciminaghi, Masseroni, Moretti, Brossi, Santagostino, Besazza

Siracusa: Vialardi, Grandi, Ferrario, Macchi, Finotto, Greppi, Vigna, Gruppo, Benedetti, Devoto, Rinesi

Marcatori: (manca il marcatore del Siracusa) Moretti (rig)

prima sconfitta per la Catanzarese

riposa il Siracusa, vola il Cosenza

[anwpfl-matches competition_id=”” show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”7″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

Ribaltone in testa alla classifica a conclusione della settima giornata, il Catanzaro cade inaspettatamente sul campo della Juve Trapani (1-0) ne approfitta il Cosenza che in casa supera (2-0) il Catania e balza al comando della classifica grazie anche al turno di riposo osservato dal Siracusa.

Da segnalare un curioso episodio al termine della gara, “La tifoseria locale assedia l’undici ospite, e quando viene fuori dagli spogliatoi l’estremo difensore calabrese Martini, che in quel giorno si è rivelato un portiere capace di miracoli, lo porta in trionfo. “Questa, più che cavalleria, è nobiltà” esclama ammirato l’arbitro Pizziolo.

[anwpfl-match match_id=”10006″ club_last=”” club_next=”” layout=”slim” sections=”” show_header=”1″]

Juve Trapani: Niccolai, Boccardi, Bmnetta, Barbini, Ambrosa, Pedrazzi, Stoppa, Brondi, Nelva, Vignozzi, Fallai

Catanzarese: Martini, Pantani, Brambilla, Radaelli, Galletti, Ciminaghi, Brossi, Santagostino, Moretti, Masseroni, Besazza

Marcatori: st 39’ Brondi

vincono Catanzaro e Cosenza

Siracusa fermato sul pari dalla Reggina

[anwpfl-matches competition_id=”” show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”8″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

Il Catanzaro torna al successo e lo fa al cospetto del pubblico amico nell’incontro disputato al “Militare” contro il Catania (3-2) e resta in scia del Cosenza che conquista una vittoria sul campo del Palermo B.

Rallenta invece la corsa il Siracusa che al Sant’Anna di Reggio Calabria contro la Reggina non va oltre il pari (0-0).

Classifica: Cosenza 13, Catanzaro 12, Siracusa 11, Juve Trapani 9.

[anwpfl-match match_id=”10010″ club_last=”” club_next=”” layout=”slim” sections=”” show_header=”1″]

Catanzarese: Martini, Pantani, Brambilla, Radaelli, Olivero, Ciminaghi, Masseroni, Santagostino, Brossi, Moretti, Besazza

Catania: Sernagiotto, Giuberti, Bedendo, Bavazzano, Degni, Migliavacca, Lessi, Engel, Pignatelli, Nicolosi, Bianzino

Marcatori: pt 17’ Nocolosi, 42’ Brossi, st 13’ Moretti, 19’ Brossi, 38’ Pignatelli

riposa la Catanzarese

cade il Cosenza, ne approfitta il Siracusa

[anwpfl-matches competition_id=”” show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”9″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

Il turno di riposo che il calendario impone al Catanzaro non procura notevoli danni alla classifica grazie alla sconfitta del Cosenza (1-2) sul terreno della Juve Trapani che di prepotenza si inserisce nella corsa al primato, Cosenza costretto a dividere il primo posto con il Siracusa che al Palermo B ne fa ben 6!

Classifica: Cosenza e Siracusa 13, Catanzaro 12, Juve Trapani 11

Aquile è goleada e primato

nel big match il Cosenza batte il Siracusa

[anwpfl-matches competition_id=”” show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”10″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

Una goleada in grande stile (5-1) quella che il Catanzaro infligge a Messina alla Peloro un successo importante che permette ai giallorossi di superare il Siracusa pesantemente sconfitto (0-3) nel big Match della decima giornata sul campo del Cosenza. Battuta d’arresto anche per la sorprendente Juve Trapani fermata fuori casa (1-2) dall’Acireale.

Classifica: Cosenza 14, Catanzaro 14, Siracusa 13, Juve Trapani 9

[anwpfl-match match_id=”10023 ” club_last=”” club_next=”” layout=”slim” sections=”” show_header=”1″]

Peloro: Milone; Bonocore, Ranieri, Garganico, Dollenz, Fidomanzo II, Mondello, Cevenini III, Sandri,  Passamonte, Bonanno

Catanzarese: Martini, Pantani, Brambilla, Radaelli, Olivero, Ciminaghi, Masseroni, Santagostino, Brossi, Moretti, Besazza

Marcatori: pt 5’ Ranieri (Aut.), 14’ Cevennini III, 21’ Brosso, 44’ Santagostino, st 33’ Masseroni, 39’ Brossi

Catanzaro goleada al Cosenza

vittoria nel derby e primato solitario

[anwpfl-matches competition_id=”” show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”11″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

L’ultima del girone di andata regala la testa della classifica per la prima volta in solitaria al Catanzaro che disputando un grande derby, coincide anche con il match clou della 11 giornata, sul campo del “Militare” ferma la corsa del Cosenza con una netta vittoria (4-0). Con lo stesso punteggio il Siracusa si sbarazza della Peloro mentre si rifà sotto il Catania che in casa batte (3-2) l’Acireale. Segna ancora il passo la Juve Trapani sconfitta a fuori casa dalla Reggina (3-0).

 

Classifica: Catanzaro 16, Siracusa e Cosenza 15, Catania e Juve Trapani 11.

[anwpfl-match match_id=”10025″ club_last=”” club_next=”” layout=”slim” sections=”” show_header=”1″]

Catanzarese: Latella, Pantani, Brambilla, Radaelli, Olivero, Ciminaghi, Masseroni, Santagostino, Brossi, Moretti, Besazza

Cosenza: Forotti, Gustincich, Mortarotti, Vay, De Martino, Staccione, Fenili, Masi, Perazzi, Fiammengo, Pampaloni

Marcatori: pt 20’ e 40’ Masseroni, st 26’ Besazza, 27’ Brossi

si chiude il girone di andata

Catanzarese al comando

Con il derby si chiude il girone di andata e con la vittoria il Catanzaro (4-0) balza solitario al primo posto con 16 punti. Talamo e Kertész hanno di che essere soddisfatti: 7 vittorie, 2 pareggi ed 1 sola sconfitta in quel di Trapani, miglior attacco con 27 reti realizzate e seconda miglior difesa con 12 reti subite, meglio ha fatto solo il Siracusa con solo 9 reti al passivo.

Catanzaro e Siracusa 1 punto a testa

Cosenza ancora sconfitto

[anwpfl-matches competition_id=”” show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”12″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

Non vanno oltre il pari il Catanzaro sul campo del Palermo B (0-0) e il Siracusa su quello della Nissena. Per le Aquile si tratta del primo pareggio stagionale a reti bianche. Il Cosenza accusa il colpo della sconfitta del derby di Catanzaro e perde di nuovo questa volta sul terreno dell’Acireale (0-2). Ancora una vittoria per il Catania che va a vincere ad Agrigento (3-). Riposa la Juve Trapani.

 

Classifica: Catanzaro 17, Siracusa 16, Cosenza 15, Catania 13, Juve Trapani 11.

[anwpfl-match match_id=”10046″ club_last=”” club_next=”” layout=”slim” sections=”” show_header=”1″]

Catanzarese: Latella, Miltone, Pantani, Radaelli, Olivero, Ciminaghi, Masseroni, Barberio, Brossi, Moretti, Pedrazzini

Marcatori: pt 4’ Casaro, st 32’ Barberio

N.B. manca la formazione del Palermo

Il Catanzaro ne fa 6!

il Cosenza aggancia il Siracusa

[anwpfl-matches competition_id=”” show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”13″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

Vittoria con goleada per il Catanzaro che con un rotondo 6-0 sull’Agrigento conquista fino a quel momento la più larga vittoria della sua storia, un successo che permette ai giallorossi di guadagnare un punto in classifica sul Siracusa bloccato sul pareggio (0-0) sul campo del Catania. Siracusa che viene agganciato dal Cosenza che dopo due sconfitte consecutive torna al successo (2-1) sul campo della Nissena. Vince anche la Juve Trapani che si impone (3-2) sul terreno della Peloro.

[anwpfl-match match_id=”10051″ club_last=”” club_next=”” layout=”slim” sections=”” show_header=”1″]

Catanzarese: Latella, Miltone, Pantani, Ciminaghi, Olivero, Radaelli, Masseroni, Barberio, Brossi, Moretti, Pedrazzini

Marcatori: p.t. 5° e 20° Brossi; s.t. 3° Moretti, 28° Brossi, 40° Pedrazzini, 42° Brossi

N.B. Manca la formazione dell’Agrigento

Vittoria a tavolino per le Aquile

crolla il Cosenza

[anwpfl-matches competition_id=”” show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”14″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

E’ il 12’ della ripresa di Acireale-Catanzaro quando l’arbitro Ciaccio di Taranto manda anzitempo le squadre negli spogliatoi sul risultato di 2-1 per il Catanzaro. Partita sospesa per intemperanze del pubblico locale e di alcuni dirigenti e calciatori dell’Acireale. Si dovranno attendere le decisioni del Direttorio per stabilire il risultato. Intanto il Siracusa esce vittorioso (2-1) sull’Agrigento ed in attesa delle decisioni del Direttorio aggancia il Catanzaro in vetta. Il Catania che aveva giocato la gara contro la Peloro 7 giorni prima imponendosi fuori casa (4-1) scavalca in classifica il Cosenza che perde malamente in casa (1-3) il derby contro la Reggina. La Juve Trapani vince in casa del Palermo B (1-2).

3 giorni dopo, esattamente il 22 febbraio 1933 arriva il verdetto del Direttorio che assegna la vittoria a tavolino (0-2) nella gara Acireale-Catanzaro il Catanzaro ristabilisce a +2 il vantaggio sul Siracusa.

Classifica:

Catanzaro 21, Siracusa 19, Cosenza 17, Catania 16, Juve Trapani 15.

[anwpfl-match match_id=”10057″ club_last=”” club_next=”” layout=”slim” sections=”” show_header=”1″]

Acireale: Masi, Coppo, Navone, Sconfienza, Grenzi, Bacigalupo II, Isacco, Rosaguti,  Borasi I, Foresto, Pellini ’

Catanzarese: Martini, Miltone, Pantani, Ciminaghi, Olivero, Radaelli, Masseroni, Moretti, Brossi, Santagostino, Pedrazzini

Marcatori: pt 1’ Moretti, st 18’ Moretti, 42’ (Rig.) Isacco

il Comunicato del Direttorio

arriva la vittoria a tavolino

“Gara Acireale-Catanzaro: poiché l’arbitro nel suo rapporto dichiara che per il contegno scorretto del pubblico e anche per il contegno gravemente scorretto di alcuni giocatori dell’Acireale egli ha dovuto considerare finita la partita al 12’ della ripresa, si stabilisce quanto segue: In applicazione dell’articolo 40 del regolamento organico si dà gara vinta al Catanzaro per 2-0 […]”

la Reggina passa a Catanzaro

il Siracusa aggancia le Aquile in vetta

[anwpfl-matches competition_id=”” show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”15″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

Prima sconfitta interna stagionale per il Catanzaro di Kértesz che al 43’ del primo tempo cede l’intera posta in palio alla Reggina grazie ad una rete messa a segno da Grandis. Ne approfitta il Siracusa che aggancia le Aquile in vetta grazie alla vittoria (2-1) sull’Acireale. Il Catania dilaga (6-0) sulla Juve Trapani, riposa il Cosenza.

Classifica: Catanzaro e Siracusa 21, Catania 18, Cosenza 17, Juve Trapani 15.

[anwpfl-match match_id=”10064″ club_last=”” club_next=”” layout=”slim” sections=”” show_header=”1″]

Catanzarese: Martini, Miltone, Pantani, Ciminaghi, Galletti, Radaelli, Masseroni, Santagostino, Brossi, Moretti, Pedrazzini

Reggina: Guerci, Recordati, Ricci, Gobet, Vigilante I Ansaloni, Gorla, Grandis, Ivanovich, Bolognesi, Faccenda

Marcatori: pr 43’ Grandis

il Catanzaro dilaga

il Siracusa non va oltre il pari

[anwpfl-matches competition_id=”” show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”16″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

Tornano al successo i ragazzi di mr Kertész e lo fanno con un punteggio di larga misura. In formazione dopo una lunga assenza ritorna Pasti che prende il posto dell’infortunato Pantani. Il primo tempo si chiude sul risultato di partenza (0-0), il punteggio si sblocca al 4’ minuto della ripresa grazie alla reti di Besazza, a cui fanno seguito il raddoppio di Brossi al 20’, il 3-0 di Pedrazzini al 24’ e la doppietta personale di Brossi al 41’ che vale il definitivo 4-0 per il Catanzaro sulla Nissena. Le aquile si riprendono la vetta in solitaria grazie alla Juve Trapani che in casa blocca sul punteggio di parità (1-1) il Siracusa. Il Cosenza cade ad Agrigento (2-0) riposava il Catania.

Classifica: Catanzarese 23, Siracusa 22, Catania 18, Cosenza 17

[anwpfl-match match_id=”10071″ club_last=”” club_next=”” layout=”slim” sections=”” show_header=”1″]

Catanzarese: Martini, Pasti, Miltone, Galetti, Olivero, Ciminaghi, Besazza, Santagostino, Brossi, Moretti, Pedrazzini.

Nissena: Gabardi, Guamieri, Giannone, Leone, Chiantini, Mottola, Focà, Politi, Gherarducci, Archibusacci, Giubasso.

Marcatori: st 4’ Besazza, 20’ Brossi, 24’ Pedrazzini, 41’Brossi

Catanzaro indenne a Siracusa

i padroni di casa presentano ricorso

[anwpfl-matches competition_id=”9919″ show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”17″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”asc” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

Così come all’andata il big match tra le due regine del campionato finisce in parità (1-1) ma per i padroni di casa avrà uno strascico polemico.

Al 42’ del primo tempo Siracusa in vantaggio con Rinesi che in area raccoglieva un passaggio di Macchi e girava rete un rasoterra imparabile all’angolino sulla destra di Martini. Nella ripresa il Catanzaro si spinge in avanti alla ricerca del pareggio che arriva al 18’ con Brossi che servito da Santagostino si invola a rete entrando in area scagliava un forte tiro, Belelli commette una grossa ingenuità. Quando sembrava aver bloccato il tiro la palla gli sfugge quel poco che basta per permettere a Brossi di ritoccarla, il pallone passa tra le gambe del portiere e finisce in rete tra le proteste siracusane che invocano una punizione per “fallo di carica” sul portiere commesso dallo stesso Brossi. A nulla vale l’arrembaggio siracusano, la retroguardia giallorossa difende bene ed esce indenne dalla delicata trasferta.

Al termine dell’incontro il Siracusa presenterà ricorso per errore tecnico arbitrale, (ha diretto Gianni di Pisa) sul gol del pareggio del Catanzaro. Il Ricorso verrà respinto.

Il Cosenza ritrova la vittoria nel match casalingo supera (1-0) la Peloro, mentre il Catania perde in casa il derby (1-2) contro il Palermo B. La Juve Trapani dilaga ad Agrigento (5-1).

Classifica: Catanzaro 24, Siracusa 23, Cosenza 19, Catania e Trapani 18

[anwpfl-match match_id=”10077″ club_last=”” club_next=”” layout=”slim” sections=”” show_header=”1″]

Siracusa: Belelli, Grandi, Ferrario, Greppi, Finotto, Gruppo, Rinesi, Macchi, Benedetti, Devoto, Vigne

Catanzarese: Martini, Miltone, Pantani, Galetti, Olivero, Ciminaghi, Brambilla, Santagostino, Brossi, Moretti, Pedrazzini

Marcatori: pt 42’ Rinesi, st 15’ Brossi

Catanzaro a +3 sul Siracusa

turno di riposo per i siciliani

[anwpfl-matches competition_id=”9919″ show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”18″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”asc” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

Deve faticare parecchio il Catanzaro per aver ragione di una buona Juve Trapani e ci riesce solo nella ripresa al 35’ con Santagostino che lancia Brossi in profondità e mette dentro il vantaggio. Al 40’ arriva il raddoppio, Pedrazzini crossa in area di testa Massironi infila il definitivo 2-0. La vittoria porta a 3 le lunghezze di vantaggio sul Siracusa che ha osservato il turno di riposo imposto dal calendario. La gara si decide nella ripresa a 10 mi Sale anche il Cosenza che va a vincere (1-0) a Catania. Con sole 4 giornate alla fine del torneo si riduce a sole 3 squadre la lotta al primo posto.

 

Classifica: Catanzaro 26, Siracusa 23, Cosenza 21.

[anwpfl-match match_id=”10082″ club_last=”” club_next=”” layout=”slim” sections=”” show_header=”1″]

Catanzarese: Martini, Miltone, Pantani, Galetti, Olivero, Ciminaghi, Masseroni, Santagostino, Brossi, Moretti, Pedrazzini

Juve Trapani: Niccolai, Brunetta, Poccardi, Pedrazzi, Ambrosa, Grasso, Vignozzi, Giacone, Stoppa, Brondi, Nelva.

Marcatori: 35’ Brosso, 40’ Massironi

Catanzaro pari a Catania

il Siracusa recupera un punto

[anwpfl-matches competition_id=”9919″ show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”19″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”asc” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

Secondo pareggio stagione a reti bianche (0-0) per il Catanzaro che a Catania non va oltre il pari. Guadagna un punto il Siracusa che in casa batte la Reggina (2-1). Si affievoliscono le speranze del Cosenza per il primo posto, bloccato in casa (0-0) dal Palermo B.

Classifica: Catanzaro 27, Siracusa 25, Cosenza 22

[anwpfl-match match_id=”10086″ club_last=”” club_next=”” layout=”slim” sections=”” show_header=”1″]

Catania: Cavenago, Giubeni, Bedendo, Engel, Degni, Migliavacca, Pulzone, Pignatelli, Nicolosi, Pogliano, Bianzino

Catanzarese: Martini, Pasti, Miltone, Radaelli, Olivero, Ciminaghi, Besazza, Santagostino, Moretti, Brossi, Pedrazzini

una macchina per Brossi

regalo dei tifosi del catanzaro

Il pareggio di Catania è considerato un pareggio importante perché nel prossimo turno il Catanzaro sarà costretto a restare fermo ed una eventuale vittoria del Siracusa manterrebbe comunque in coabitazione entrambe al primo posto. Da Catania bisognava ritornare almeno con un punto. Missione compiuta. Per premiare la squadra i tifosi catanzaresi regalano un’auto al bomber del girone, ovvero a Brossi. Si tratta di una utilitaria usata ma ben gradita dall’attaccante che gli consentirà di spostarsi con più autonomia.

Olivero a Catania con la morte nel cuore

muore il papà del centrocampista

Prima della trasferta di Catania un grave lutto ha colpito uno degli elementi di maggior prestigio della Catanzarese, il centrocampista Olivero raggiunto da un telegramma da Torino che lo avvisava della morte del padre.

Olivero dimostra un grande attaccamento alla maglia, alla società ed ai tifosi anziché partire per Torino ai funerali del genitore decide di seguire la squadra nella delicata trasferta di Catania, alla stampa dell’epoca dichiarò: “questa partita è troppo importante per il Catanzaro”. Disputò una grande partita e guarda caso il Catanzaro perse due soli incontri in campionato: a Trapani e il derby casalingo contro la Reggina, in tutte e due le gare mancava Olivero.

il Siracusa aggancia le Aquile

riposa il Catanzaro, il Cosenza si porta a soli 3 punti

[anwpfl-matches competition_id=”9919″ show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”20″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”asc” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

Vittoria doveva essere per il Siracusa e vittoria è stata, si impone (2-1) a Palermo ed aggancia il Catanzaro al primo posto fermo per il riposo imposto dal calendario.

Accorcia le distanze anche il Cosenza che in casa super (2-1) la Juve Trapani.

A due giornate dal termine tre squadre il corsa per la promozione, la prossima giornata il Siracusa ospita il Cosenza e all’ultima giornata ha il Calendario il derby Cosenza-Catanzaro

 

Classifica: Catanzaro e Siracusa 27, Cosenza 24

Catanzarese e Siracusa è una corsa a due

fuori dai giochi il Cosenza che perde a Siracusa

[anwpfl-matches competition_id=”9919″ show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”21″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”asc” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

La ventunesima giornata delinea un turno agevole per il Catanzaro che ospita la Peloro, e propone il match clou Siracusa-Cosenza. I giallorossi rispettano il pronostico e conquistano l’intera posta in palio battendo per 3-1 il Peloro. Tuttavia l’ostacolo è stato un po’ più arduo del previsto in quanto al “Militare” sono gli ospiti a chiudere il primo tempo in vantaggio.

Nella ripresa parte l’arrembaggio giallorosso ed arriva subito il pareggio grazie alla rete di Moretti Il pubblico ci crede ed incita i propri beniamini e nel giro di pochi minuti il Catanzaro concretizza il vantaggio con Massironi e sul finire mette il risultato al sicuro grazie alla terza rete siglata da Santagostino.

Intanto montano alcune voci di mercato, una su tutte riguarda l’attaccante Brossi che finisce nel mirino del Napoli, offre una prova opaca contro la Peloro e dagli spalti gli piovono addosso numerosi fischi. A fine partita si saprà che ha giocato in condizioni precarie dovute ad uno stato febbrile.

A Siracusa il Cosenza abbandona i sogni di gloria con i padroni di casa che si impongono per 3-0 e non mollano il Catanzaro. Ad una sola giornata dal termine le due squadre restano appaiate al comando

Classifica: Catanzaro e Siracusa 29

[anwpfl-match match_id=”10099″ club_last=”” club_next=”” layout=”slim” sections=”” show_header=”1″]

Catanzarese: Martini, Miltone, Pantani, Galletti, Olivero, Ciminaghi, Massironi, Santagostino, Moretti, Brossi, Pedrazzini

Peloro: Moschella, Giuffré, Roberti, Arnaud, Cevenini III, Fidomanzo, Quaflarone, Fedele, Sandri, Cardile, Toscano

Marcatori: pt 21’ Sandri, st 5’ Moretti, 12’ Massironi, 88’ Santagostino

a Cosenza il passaporto per la Serie B

la catanzarese vince il derby e vola allo spareggio con il Siracusa

[anwpfl-matches competition_id=”9919″ show_secondary=”0″ season_id=”150″ group_id=”” type=”” limit=”0″ date_from=”” date_to=”” stadium_id=”” filter_by_clubs=”” filter_by_matchweeks=”22″ days_offset=”” days_offset_to=”” sort_by_date=”” sort_by_matchweek=”asc” group_by=”matchweek” group_by_header_style=”” show_club_logos=”1″ show_match_datetime=”1″ competition_logo=”1″ include_ids=”” exclude_ids=”” outcome_id=”” no_data_text=””]

Ultima giornata da cardiopalma con Catanzaro e Siracusa chiamate a non fallire l’appuntamento, per entrambe la vittoria è d’obbligo. Compito più agevole per il Siracusa che passa in scioltezza sul campo della Peloro (5-0). Alla fine del primo tempo il Siracusa già in netto vantaggio si sente in tasca il foglio di via per gli spareggi promozione, infatti da Cosenza dove è impegnato il Catanzaro il punteggio è inchiodato sullo 0-0.

Un campo fangoso ridotto al limite della praticabilità fa pensare che il risultato difficilmente si schioderà e nella migliore delle ipotesi porta a casa i due punti chi la palla la butta dentro per prima.

Ed è il Catanzaro a portarsi in vantaggio al 15’ della ripresa con il bomber Brossi che è bravo a sfruttare una indecisione della retroguardia cosentina. Ma la gioia del vantaggio dura appena 60 secondi, al 16’ arriva il pareggio con Perozzi e due minuti dopo è ancora il Cosenza a trovare la via della rete con Perozzi che è lesto a raccogliere una respinta dell’estremo difensore giallorosso Martini che non riesce a trattenere un tiro di Fenili.

Cosenza esulta, prima della gara avevano giurato che avrebbero reso la vita dura ai giallorossi per vendicarsi della gara di andata quando fu proprio il Catanzaro che con un secco 4-0 scalzò definitivamente i rossoblù dal primo posto.

Ma il Catanzaro ha il cuore forte e Kertész è stato bravo a plasmare un gruppo che non molla mai. Il Cosenza è assediato e il difensore Pampaloni al 31’ non regge la pressione e nel tentativo di servire il proprio portiere metteva la palla all’angolino 2-2!

Il pareggio non può bastare al Catanzaro che ormai ha il pieno controllo del match e al 33’ arriva il gol dell’apoteosi giallorossa con Massironi che mette dentro la rete del definitivo vantaggio giallorosso.

Si va allo spareggio con il Siracusa per decretare la squadra che avrà accesso alle finali per la promozione in Serie B.

Classifica: Catanzaro e Siracusa 31

Cosi come era successo nel vittorioso derby di Reggio Calabria il rientro della squadra giallorossa è una ovazione per tutto il tragitto.

[anwpfl-match match_id=”10101″ club_last=”” club_next=”” layout=”slim” sections=”” show_header=”1″]

Cosenza: Forotti, Mortarotti, Gustineich, Moriarotti, Papaloni, Staccione, De Martino, Fenili, Masi, Perozzi, Massimilia, Molli.

Catanzarese: Martini, Pantani, Miltone, Galletti, Oliviero, Ciminaghi, Masserorini, Santagostino, Brossi, Moretti, Pedrazzini

Marcatori: st 15’ Brossi, 16’ Perozzi, 18’ Perozzi, 31’ (Aut. Pampaloni), 33’ Massironi

7 maggio 1933 Spareggio

Catanzaro-Siracusa 1-0

il Catanzaro accele al girone finale

Il Direttorio fissa per il 7 maggio sul neutro di Napoli e sul campo del Littorio Vomero lo spareggio tra Catanzaro-Siracusa. I giallorossi ci arrivano venerdi 5 maggio mentre i siciliani sabato 6 ed il giorno della memorabile sfida a fare da cornice al match ci sono migliaia di supporters catanzaresi arrivati da ogni angolo della Calabria a sostenere Kertész ed i suoi ragazzi.

Catanzaro-Siracusa si affrontano con la paura di perdere, il match regala pochissime occasioni. Il primo tempo è il Siracusa ad esercitare una maggiore possesso palla ed un tiro da posizione ravvicinatissima calciato da Macchi si stampa sulla traversa.

Nella ripresa il pallino del gioco passa in mano del Catanzaro e l’estremo difensore siracusano compie un autentico miracolo salvando il risultato su ravvicinato tiro calciato da Moretti.

Nulla può invece su Brossi quando recupera palla a centrocampo e compie una cavalcata lunga 50 metri e deposita il pallone in rete regalando la vittoria al Catanzaro che per la prima volta nella sua Storia arriva a disputare le finali promozione per la Serie B.

Dopo lo spareggio le due squadre sono partite per Roma ospiti della FIGC per l’incontro Italia-Inghilterra

Finali promozione – Girone A:

Catanzarese – Perugia – Seregno

si ritira il Seregno

Il 17 Maggio 1933 il Direttorio fissa i Calendari, le date e le partite degli spareggi. Il Catanzaro è inserito nel girone A con Perugia e Seregno.

Queste le date inizialmente previste:

21 maggio Catanzaro-Perugia (riposa Seregno)

23 maggio Seregno-Catanzaro (riposa Perugia)

4 Giugno: Perugia-Seregno (riposa Catanzaro)

Si parte puntuali il 21 maggio con la prima gara Catanzaro-Perugia al “Militare” termina sul punteggio di parità 1-1

A fine partita arriva la notizia del ritiro del Seregno e il Direttorio decide di far scendere in campo nuovamente Perugia-Catanzaro il 28 maggio 1933 che si giocherà questa volta in casa degli umbri. La partita termina con la vittoria dei padroni di casa per 1-0 con gol di Nebbia. Perugia in Serie B.

via Kertész

i pezzi migliori corteggiati dai grandi club

Santagostino detto “Pin” al Milan, Moretti al Modena e Brossi al Napoli sono i nomi su cui si concentra la stampa sportiva, per i primi due si tratterebbe di un ritorno alle origini. Non mancano nemmeno le offerte per Massironi ed Olivero che hanno disputato un grande campionato.

Si arriva agli inizi di giugno e Geza Kertész mancata la promozione è alla ricerca di nuovi stimoli, il presidente Talamo a malincuore lo lascia andare, destinazione Catania. Un divorzio forse troppo affrettato, che rispecchia il carattere impulsivo dell’allenatore.

30 giugno 1933
arriva Heinrich Schonfeld

nuovo allenatore per le Aquile

A fine giugno il presidente Enrico Talamo annuncia di aver affidato la panchina della Catanzarese a Heinrich Schönfeld, 33 anni, allenatore austriaco proveniente dalla Juve Trapani, alla sua seconda esperienza da allenatore dopo aver fatto la trafila a Trapani prima tra le giovanili e poi in prima squadra.

9 luglio 1933 arriva la notizia

Catanzaro ammesso in Serie B

l’anteprima arriva dall’ex Kertész

Il 9 luglio del 1933 un telegramma arriva in sede, porta la firma dell’ex allenatore Géza Kertész, e recita:

Presente riunione,

Catanzarese ammessa

Divisione Nazionale B.

Auguri

f.to: Kertész – Vasto”.

A Catanzaro è l’apoteosi dopo appena 6 anni di attività l’Unione Sportiva Fascista Catanzarese è promossa in Serie B uno storico traguardo non solo per Catanzaro ma per tutta la Calabria”.

La promozione del Catanzaro fu decretata per via dell’allargamento della Serie B che approfondiremo nel prossimo capitolo.

I protagonisti della Scalata in Serie B

[table id=44 /]

N.B.: Nella tabella presenze e marcatori sono esclusi i dati della gara Acireale-Catanzarese 1-2 successivamente 0-2 a tavolino