Scudetto?!? Datelo all'Atalanta... tutta l'Italia sportiva vi sarà riconoscente

Non c'è giorno che passa e che i potenti discuto come assegnare lo scudetto e non a come rifare calcio!
27.03.2020 20:14 di Leonardo La Cava   Vedi letture
Scudetto?!? Datelo all'Atalanta... tutta l'Italia sportiva vi sarà riconoscente

Quando il calcio arrivò in Italia nel 1890 circa, sbarcò dalle navi inglesi che approdavano nei porti di Genova, Napoli, Palermo e in quasi tutte le città italiane che avevano un porto in grado di accogliere navi commerciali provenienti dal Regno Unito. L’Italia di allora si avviava verso la fine del primo ministero di Giovanni Giolitti e quasi contemporaneamente iniziava il processo per lo scandalo della Banca Romana con il Paese che veniva soffocato dalla bancarotta.


Ma tutto questo non riguardava quei marinai che dopo settimane in mare, messo piede sulla terra ferma sgambettavano dietro un pallone guardati con fare “schifato” dagli italiani che li consideravano volgari. Ma le cose cambiarono in fretta quando facoltosi uomini di affari inglesi e diplomatici come il britannico console Payton iniziarono a dar vita ai primi club italiani di calcio. Il calcio divenne subito preda dei nobili ed aristocratici italiani ed inizio ad espandersi velocemente in tutta la Penisola.

Da allora sono passati 127 anni, ed il calcio di strada ne ha fatta davvero tanta ed in tutto il mondo. In Italia con il ciclismo ha risollevato gli italiani dal dopoguerra divenendo un fenomeno di crescita e sviluppo sociale, culturale ed anche economico. E’ diventato un'industria imponente, e a qualcuno forse ha dato un po’ alla testa.

Il 2020 regala all’umanità la crisi dell’era moderna del Covid-19, mettendo in ginocchio l’intera economia mondiale e con essa anche il calcio, che nel frattempo, in questi 127 anni di vita italiana, ha dato il peggio di se e forse continuerà a darlo. Inutile negarlo: il calcio è un comparto importante, nel nostro paese ha un impatto forte sul bilancio dello Stato ma questo non giustifica che i potenti del calcio diano fuori di testa.

In Italia si continua a morire (cosi come in ogni angolo della terra) per il Corona Virus, ed i dirigenti di calcio, quelli “potenti” si sfidano quotidianamente sull’assegnazione dello scudetto! Serie B e Serie C non contano, o meglio vivono di luce riflessa quei club delle multiproprietà. Non si parla di come rimettere mano al sistema calcio, si parla in che termini deve venire assegnato lo scudetto, ma quello che ancora fa veramente schifo e che i potenti del calcio continuano a sfidarsi come Guelfi e Ghibellini. Solo che oggi c’è la fazione dei Lotito, la fazione degli Agnelli, la fazione dei De Laurentis, pronti ad azzuffarsi per i criteri di assegnazione dello scudetto e a promettere guerre legali se il proprio ego non dovesse trovare soddisfacimento.

Volete farla una cosa buona e giusta che riabiliterà il calcio italiano agli occhi di tutto il mondo e degli stessi italiani?!? Siate uomini e chiedete che venga assegnato all’Atalanta Bergamasca Calcio, figlia di quella Bergamo che in Italia è stata devastata dal Corona Virus. L'Italia intera vi sarà grata!

Le bare sui camion militari che vengono trasportate fuori dalla città di Bergamo rimarranno nella triste storia di questo Paese, rendetela meno triste oh voi potenti del calcio.

Leonardo La Cava