16 anni fa moriva Enrico Ameri: raccontò la prima vittoria del Catanzaro in Serie A

07.04.2020 17:40 di Mattia Dalmazio   Vedi letture
16 anni fa  moriva Enrico Ameri: raccontò la prima vittoria del Catanzaro in Serie A

Il 7 aprile 2004 moriva Enrico Ameri una delle voci storiche di "tutto il calcio minuto per minuto" insieme ad Alfredo Provenzali,  Roberto Bortoluzzi e Sandro Ciotti. Il radiocronista toscano raccontò in tante occasioni le gesta delle aquile in massima serie , la partita più famosa è sicuramente Catanzaro - Juventus del 30 gennaio 1972.

Le aquile prima di questo delicato match avevano affrontato il Milan capolista di Nereo Rocco , match giocato bene dalle aquile ma che si era concluso sullo 0-0. Prima del match contro i bianconeri i giallorossi non avevano collezionato nessuna vittoria in massima serie ed erano in terz'ultima posizione di classifica.

Il tabellino di Catanzaro - Juventus

Catanzaro: Pozzani, Pavoni, D' Angiulli, Zuccheri, Maldera, Busatta, Spelta, Franzon (89' Gori M.), Mammi', Banelli, Braca. All.: Gianni Seghedoni Juventus : Carmignani, Spinosi, Marchetti, Furino, Morini F., Salvadore, Causio, Savoldi II, Anastasi, Capello, Novellini (46' Cuccureddu). All.: Cestmir Vycpalek

Arbitro: Toselli di Cormons

Il primo tempo si conclude con due sole emozioni , una per parte: al 7' minuto Mammi spaventa la difesa bianconera con un tentativo che fnsce fuori mentre al 20' Capello  (servito da Causio) prova un tiro che trova la parata di Pozzani. Il secondo tempo è scoppiettante, al 50' Braca batte un calcio di punizione e trova la testa di Busatta ma Carmignani respinge con il piede mentre tre minuti più tardi Pozzani salva la porta giallorossa sulla conclusione di Capello. Quattro minuti più tardi il signor Toselli annulla una rete a Busatta per un presunto fallo nell'area juventina. Al 84' esplode il "Ceravolo" : corner battuti dalla destra da Braca , il pallone arriva sulla testa di Mammì che di testa brucia Furino e Salvatore e batte Carmignani ,facendo impazzire i tifosi giallorossi. Al momento della rete di Mammì, un tifoso giallorosso fa irruzione nella cabina dove era presente lo stesso Ameri e "strappa" per qualche secondo il microfono per urlare la sua gioia