Da Milano a Catanzaro, andata e ritorno in un giorno… ma il “Ceravolo” non c’è!

In queste ore ci state inondano di email che testimoniano di quanto sia immensa la vostra passione per Catanzaro. Tutte le email di queste ore convergono sull’impossibilita’ di poter acquistare i tagliandi per il match di domenica Catanzaro- Pescara. Questo perché in pochissime ore sono stati polverizzati 14 mila tagliandi e, per un attacco hacker non è stato possibile munirsi di biglietto.
Sono tanti i tifosi fuori regione che avevano acquistato i biglietti per il treno o aereo di andata e ritorno in sole poche ore per vedere il Catanzaro.
Per quasi tutti loro è pressoché impossibile, arriveranno a Catanzaro ma non ci sarà il “Ceravolo” ad accoglierli perché è già gremito in ogni ordine di posto e settore.
Chiamateli occasionali, o chiamateli quelli che erano presenti a Tricase, ma che piaccia o meno il calcio è questo… lo stadio si riempie se vinci e il Catanzaro ha vinto.
Nella foto i biglietti aereo di un tifoso rimasto senza biglietto per lo stadio. Abbiamo pubblicato solo questi per tutti… a voi va il più sentito ringraziamento per essere sempre stati fedeli alla causa. Forza Catanzaro!!!


Commenti

11 risposte a “Da Milano a Catanzaro, andata e ritorno in un giorno… ma il “Ceravolo” non c’è!”

  1. Avatar Rassegnato
    Rassegnato

    Saremo anche noi a Catanzaro, da Torino e Bologna, ma senza l’opportunità di entrare al Ceravolo. Impossibile acquistare on line. Dispiace non poter ammirare la squadra e la festa dal vivo. Si poteva fare meglio? Sempre e comunque forza Catanzaro.

  2. Avatar Astolfo
    Astolfo

    ASSOLUTAMENTE D’ACCORDO!!

  3. Avatar Antonio
    Antonio

    Ci vuole uno stadio da 25 mila NUOVO

  4. Ma quale attacco hacker … la solita scusa quando mettono su dei sistemi scadenti che non riescono a gestire un elevato numero di accessi simultanei. Il nostro vetusto e scomodo (per tanti..) stadio sarà un problema ancora più grande l’anno prossimo dato che ci sono tutti i presupposti per lottare per la promozione in serie A. Ma la curva est non si può sezionare in 2-3 settori per recuperare qualche posto in più per i tifosi di casa? Che senso ha rinunciare a un settore da 2-3.000 posti per 4 gatti di tifosi ospiti?

    1. Avatar Serghej
      Serghej

      Paolo dici cose sacrosante, che senso ha chiudere ai Catanzaresi curva e tribuna est fino a qualche giorno fa?? Ai miei tempi andavo spesso in curva e tribuna est quando c’era il pienone.

  5. Il Catanzaro ha bisogno di uno Stadio di 30 mila posti,abitavo vicino lo Stadio da quando sono nato in vis Giuseppe Scalise nr.5 e quindi posso dire con sicurezza che 30 mila posti sono sufficienti sinché per la Serie A. Forza Catanzaro dalla Tunisia Hammamet Craxi

  6. Avatar Massimo
    Massimo

    Inutile commentare se c’è ancora chi non vuole toccare lo stadio li dov’è…e cu sti genti duva jamu!!!

  7. Avatar Francesco
    Francesco

    Ma vi pare possibile un vecchio stadio dilettantistico senza parcheggi,con occupazione dei parcheggi ospedalieri e delle vie di accesso per l’ospedale con impossibilità alle ambulanze di raggiungere il PS con i vigili che guardano senza fare nulla!!!!!! E’civiltà???

  8. Avatar Aquilante
    Aquilante

    Carissimi, farò 1200 Km per non assistere ad una gara cui tenevo moltissimo. Sì può rilanciare l’idea di allestire un maxischermo o uno spazio di condivisione per i molti catanzaresi residenti o non residenti in città che sono rimasti senza biglietto?

  9. Avatar Tuttooniente
    Tuttooniente

    Non credo basti vincere per garantire entusiasmo e partecipazione. Lo stadio così com’è e soprattutto dove è, non ha più senso, non in questa epoca e non se si hanno grandi obiettivi. Negli anni 70 forse la situazione era sostenibile anche nella serie massima, meno auto, meno traffico, minore popolazione. Ma oggi basta far bene in lega pro per mandare in tilt una città per ore. Vi sembra normale? Io penso che per raggiungere grandi obiettivi ci debbano essere tutti i presupposti, dentro e fuori dal campo. Io a 200 mt dallo stadio ci abito e spesso non posso fare rientro a casa. Non si tratta di stare fermo nel traffico, ma veramente di non essere tornato a casa per una partita di calcio. Per me è assurdo.

  10. Non serve lo stadio di 30.000 posti perché il prossimo anno alle prime sconfitte saremo quattro gatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *