A Marsiglia con il cuore giallorosso

Anche se molti crederanno che la nostra esultanza sia iniziata a Tarsia, quando i ragazzi hanno acceso 2 fumogeni giallorossi per “marcare il territorio”, in realtà questa giornata è iniziata almeno 4 mesi fa. Quando a scuola è circolata la notizia che saremmo partiti per la tanto agognata crociera nel Mediterraneo, proprio in una settimana che sarebbe potuta essere storica per il Catanzaro, molti degli studenti hanno manifestato la propria perplessità; ma la gita del quinto è la gita del quinto, e così parecchi hanno aderito, con la consapevolezza che avrebbero portato con loro, oltre le sciarpe, tutta la squadra, tutti i tifosi, tutta la città. Nelle settimane la consapevolezza dell’importanza di questa partita, della trasferta di Salerno, della certezza che non avrebbero potuto essere tra i quasi 8000 dell’Arechi, non ha scemato il loro entusiasmo, anzi è stato un susseguirsi di: “ prof, la vediamo insieme la partita… prof, se vinciamo ci cacciano dalla nave….prof…prof…prof… Mai come in questi giorni sono stata combattuta tra il mio essere una loro insegnante, ed essere una tifosa del Catanzaro: una squadra che hanno sostenuto con i loro padri, con i loro fratelli, con i loro compagni, con i loro amici, e con i quali hanno mantenuto un legame fortissimo anche se a migliaia di chilometri da casa. E oggi finalmente la gioia: sosta a Marsiglia, in molti hanno declinato per prepararsi alla partita, in molti in contatto con i tanti amici, padri, fratelli in viaggio verso Salerno, mentre noi, la partita, l’abbiamo visto in nave, chi al tablet in religioso silenzio, chi con i compagni, chi ancora dal telefonino. E a quella seconda rete che ha scandito il ritorno del Catanzaro in serie B dopo 17 anni la festa è esplosa anche sulla nave, i ragazzi dell’ITC Grimaldi-Pacioli hanno trasformato il ponte nella Ovest del Ceravolo, piangendo, cantando cori, abbracciandosi, ballando, saltando, urlando a squarciagola una gioia repressa per troppo tempo, la stessa che ha scandito ogni singola domenica di questo campionato memorabile, la stessa che accompagnerà i nostri studenti fino al rientro, la stessa, che proprio in questo momento, tutti i Catanzaresi, fieramente e degnamente giallorossi, stanno provando, come noi….a Marsiglia, Francia, Europa, Mondo, Calabria giallorossa.


Commenti

Una risposta a “A Marsiglia con il cuore giallorosso”

  1. Per la promozione del Catanzaro hanno ballato e pianto di gioia a SIDNEY, MELBOURNE, A BUENOS AIRES e in altre città nel mondo, tutti calabresi emigrati tanti e tanti anni fa ma non hanno mai dimenticate le proprie origini e le giovani generazioni sanno di essere di ariggine CALABRESE con il CUORE GIALLOROSSO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *