Catanzaro – Avellino 4-1 in 10 mila trascinano le Aquile verso la Serie B. Vivarini: “Partita difficile, la vittoria è ancora più bella”

Finisce in un tripudio giallorosso la “madre delle partite” (come l’aveva definita Vivarini alla vigilia del match) il Catanzaro batte l’Avelllino con un sonoro 4-1 ed il popolo giallorosso accompagna il triplice fischio finale al grido di “Serie B… Serie B”.
Con il successo di oggi ed il pareggio del Crotone a Picerno le Aquile volano a più 14 punti proprio su pitagorici a cui renderanno visita il prossimo lunedì sera nel posticipo della trentunesima giornata.
Ma ritorniamo al successo odierno contro l’Avellino, il punteggio non deve trarre in inganno, non è stata per niente facile, a fronte di un Avellino che nel primo tempo si è dimostrata la migliora squadra vista al “Ceravolo”.
Nella ripresa sale in cattedra la qualità di casa giallorossa con uno strepitoso Iemmello a guidare la riscossa e per gli irpini è notte fonda.
Strafelice Vivarini, osannato dal pubblico catanzarese, ed il tecnico abruzzese in sala stampa riconosce anche le difficoltà avute in questo match: “È stata una partita vera, difficile ma siamo stati bravi ad avere pazienza ed apportare qualche correzione in corso d’opera. Faccio I complimenti ai miei ragazzi perché hanno saputo interpretare la gara al meglio sotto ogni aspetto, da quello tecnico a quello psicologico”.
Vivarini poi focalizza il punto sui secondi 45 minuti nel corso dei quali il Catanzaro si è reso protagonista di una grande prestazione. “Come dicevo prima, siamo stati bravi ad avere pazienza, e l’interpretazione di quanto sto dicendo è stata possibile grazie ad una costruzione che è partita dalle retrovie con Fazio e Brighenti autori di una prestazione maiuscola”.
Il Catanzaro vola in testa a più 14 punti sul Crotone, ma per Vivarini non è ancora arrivato il momento di fare festa:”Il calore del pubblico è davvero commovente, abbiamo si un bel vantaggio, una settimana tranquilla in cui preparare il match dello “Scida” ma non bisogna avere cali di concentrazione mancano ancora 8 gare ed in ognuna di esse dobbiamo dare il massimo. Il pubblico sta facendo la sua parte alla grande un intero stadio ci ha trascinati alla vittoria, è tutto davvero commovente, mi sento di abbracciare ogni singolo tifoso del Catanzaro”


Commenti

4 risposte a “Catanzaro – Avellino 4-1 in 10 mila trascinano le Aquile verso la Serie B. Vivarini: “Partita difficile, la vittoria è ancora più bella””

  1. Avatar Paolo
    Paolo

    Nel secondo tempo abbiamo creato 10 clamorose palle-gol …. roba da FANTASCIENZA!!

  2. Avatar Serghej
    Serghej

    Vero Paolo, quel caxxo di portiere quando incontra il Catanzaro diventa Superman, aveva per la seconda volta parato anche un rigore. Ma non c’è ne per nessuno troppo GRANDE il Catanzaro.

  3. Avatar swampa
    swampa

    Il tenico VIVARINI ha cambiato modo di interpretare la partita nel secondo tempo. L’ Avellino, ottima squadra, ha piazzato 6 uomini a centro campo e VIVARINI ha pensato bene di dire ai suoi validissimi condottieri di fare lanci lunghi. Di IEMMELLO non c’ e’ lode che basti e’ un grande, sara’ utilissimo per la serie B e oltre.

  4. Avatar Angelo
    Angelo

    Dove lo ha visto il rigore Rastelli , forse per giustificare la batosta che ha preso, da un professionista come lui mi aspettavo altro forse non ha capito che il cavallo di razza si vede alla distanza, ha un’ottima squadra e a questo punto il dubbio forse e lui .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *