27 Gennaio 2023

catanzarosport24.it

l'informazione giallorossa

Catanzaro in testa al sogno, ora tocca a te Crotone.

scritto il: domenica, 15 Gennaio 2023 - 19:17

Tempo di lettura: 2 minuti

La vittoria di Latina fa allungare il passo alla squadra di Vivarini che si porta a più 9 sul Crotone che domani sera dovrà vedersela nel posticipo allo “Scida” contro il Pescara che domenica scorsa è stato capace di farsi rimontare il doppio vantaggio proprio da quel Latina sconfitto oggi dal Catanzaro.
Un Catanzaro che ha gli occhi addosso dell’intera Europa calcistica essendo l’unico club imbattuto del vecchio continente.
Il primato del Catanzaro vale ben 60 punti, frutto di 19 vittorie e 3 pareggi con una differenza reti mostruosa, più 50 in virtù delle 58 reti realizzate e soltanto 8 subite.
A contendere il primo posto Alle Aquile del Sud ci sono i cugini di Crotone, un derby nel derby, che in questa stagione oltre alla storica rivalità e agli sfotto’ ha visto sotto i riflettori l’arte del patetico. Tra le messe in scena della vita, la più patetica, e forse anche tragica, è la rappresentazione, l’ostentazione di ciò che non si è. Proprio quello che succede a 80 km dal capoluogo calabrese, dove si allestiscono dossier con fantomatici torti subiti, quando tutto è chiaro ed alla luce del sole.
Peccato che questo Crotone sia nel girone del Catanzaro, e lo è da secondo, con la frustrazione di dover inseguire una squadra che non perde un colpo.
Negli altri due gironi il Crotone sarebbe stato primo, oggi, stando così le cose, per rifarci al titolo del libro di Enzo Ferrari, il secondo è il primo dei perdenti.
Il campionato è ancora lungo ma per o pitagorici il posticipo di lunedì sera è già un crocevia importante. Persino con un pareggio potrebbero dire definitivamente addio alle speranze di rimonta alla corazzata del Catanzaro, 8 punti sarebbero veramente tanti, figuriamoci 9 in caso di sconfitta.
Ora le chiacchiere stanno a zero, ora tocca al Crotone dimostrare di essere forte e di restare in scia al Catanzaro.
Non vorreste lasciarci così, da qui al 24 aprile senza quel pathos, senza quella sana e leale concorrenza che fa bene al calcio? Come faremmo senza quella vostra ostentazione, patetica e tragicomica rappresentazione di ciò che non si è?

Vai Crotone ora tocca a te, dimostraci quanto sei forte, ora devi battere il Pescara o metti fine a quello che tra le messe in scena della vita, la più patetica, e forse anche tragica, è la rappresentazione, l’ostentazione di ciò che non si è. E come disse Enzo Ferrari : “il secondo è il primo degli sconfitti”

Commenti da Facebook

Articolo scritto da:

Categorie

error: © Tutti i diritti riservati (All Rights Reserved) Catanzarosport24.it
P