22 Novembre 2022

catanzarosport24.it

l'informazione giallorossa

Catanzaro – Avellino 3-3 (7-5 d.c.r) – le pagelle. Pontisso tecnica e muscoli, Iemmello grandi numeri. Scavone e Megna che personalità!

scritto il: giovedì, 17 Novembre 2022 - 09:00

Tempo di lettura: 3 minuti

Foto: Massimo Carlostella

Sala6 –Incolpevole sulle tre reti subite, si dimostra attento in un paio di circostanze e sbriga bene l’ordinaria amministrazione.Un’incomprensione con Mulè, nel secondo tempo, poteva costare cara.

Mulè 6,25 – Qualche responsabilità nell’azione che conduce al secondo punto degli ospiti. Non commette altri gravi errori nel resto del match, risultando sovente insuperabile nel gioco aereo.

Brighenti 6,5 – Un primo tempo nel quale manifesta la grinta e la concentrazione alle quali ha ormai abituato i tifosi delle Aquile.

[Megna (dal 46’) 6,75] Rileva Brighenti dopo l’intervallo ed è subito in partita. Ordinato e diligente, per nulla intimidito da avversari giocoforza più esperti, non concede loro grandissimi spazi, e in due occasioni partecipa pure all’azione d’attacco, fra l’altro concedendosi, in una, giocata di altissima scuola.

Gatti6,25 – Talvolta in leggera sofferenza quando puntatoda calciatori rapidi, riesce tuttavia a vincere diversi duelli. Nella lotteria finale dei calci di rigore, trasforma con freddezza quello decisivo.

Katseris 6,25– A destra nel primo tempo, sul lato opposto nel secondo e durante i supplementari, spinge con buona frequenza, ma non sempre con profitto, di là dell’assist che vale il goal del momentaneo 3-2. In fase difensiva, bravino a tenere la posizione.

Welbeck 6,5 – Buona diga in mezzo al campo, partecipa spesso alla costruzione della manovra offrendosi come valida soluzione per i compagni. Talvolta non è preciso nei passaggi o lucido nelle scelte, ma è suo il perfetto cross che condurrà alla rete del secondo vantaggio. Splendida l’esecuzione del suo penalty nei tiri dal dischetto che decidono la qualificazione.

Cinelli 5,75 – Gara piuttosto anonima, con molte ombre (da segnalare anche un errore sotto porta) e poche luci.

Pontisso 6,75 –Muscoli, ma anche tanta qualità al servizio della squadra, soprattutto nel corso della ripresa e durante i supplementari, nei quali mai dimostra di risentire della fatica. Nella serie finale, fallisce il primo calcio di rigore, anche per la bravura dell’estremo opposto.

Vandeputte 6,5 – Un buon primo tempo, durante il quale, quando si accende, mette in seria crisi la difesa ospite. Come nell’occasione in cui serve a Pietro Iemmello, dopo sensazionale triangolo con lo stesso, il pallone che vale il primo goal.

[Biasci (dal 46’) 7,25] Sostituisce Vandeputte ad inizio ripresa e si sistema inizialmente come esterno destro, trasformandosi in seconda punta dopo l’uscita di Pietro Iemmello dal terreno di gioco. Due reti (più il rigore trasformato nella lotteria finale), tanto movimento sul fronte offensivo e vari tentativi di attacco degli spazi e della profondità.

Cianci6,25 – A tratti un po’ goffo, ma grande generosità, ed anche molta sfortuna in due personali tentativi: uno sfiora il palo e l’altro si stampa contro la traversa. Nondimeno, riesce a trafiggere il portiere avversario calciando bene il suo penalty dopo i supplementari.

Iemmello 7,5–Realizza la prima rete del Catanzaro, e per circa un’ora delizia il pubblico con giocate, anche lontane dall’area di rigore opposta, che mettono in luce le sue enormi tecnica ed intelligenza calcistiche. Suo l’assist per il punto del 2-1, realizzato dal compagno di reparto.

Scavone (dal 62’) 7 – Subentra a Pietro Iemmello, ed è posizionato come esterno destro a tutta fascia, con Biasci che assume il ruolo di secondo attaccante. Personalità sorprendente, a tratti notevoli qualità ed anche ottime capacità difensive: efficacissimo, in particolare, il disperato intervento che impedisce ad attaccante avversario, pressoché  libero, di calciare a rete. Piacevolissima sorpresa.

Belpanno (dall’83’) 6 – Avvicenda Cinelli e prova a fare il suo come mezzala destra. In fase di possesso, è poco incisivo. Nell’altra, è abbastanza abile a limitare calciatori ospiti che gravitano dalle sue parti.

Russi(dal 113’)S.V. – Pochi minuti nel finale al posto di Katseris.

Vincenzo Vivarini 6,5 –Un po’ di turnover, ampiamente prevedibile, e spazio anche a qualcuno dei giovanissimi. In ogni caso, la squadra approccia bene la sfida e rimane sempre all’interno di essa, giocandola con grinta e schemi piacevoli, almeno in qualche frangente. La mano del tecnico, quindi, si nota anche in questa occasione.

Commenti da Facebook

Articolo scritto da:

Categorie

error: © Tutti i diritti riservati (All Rights Reserved) Catanzarosport24.it
P