4 Ottobre 2022

catanzarosport24.it

l'informazione giallorossa

L’avversario di turno: a Cerignola per non fermarsi

scritto il: venerdì, 16 Settembre 2022 - 15:31

Tempo di lettura: 2 minuti

Siamo primi. In coppia con il Crotone. È quanto recita la classifica dopo appena tre giornate di campionato. 

Non è un’espressione vanagloriosa, ma un’esortazione a restarci. Fino alla fine. 

L’immagine della squadra avventagliata al centro del campo di gioco al termine della partita contro il Latina, lancia un messaggio potente al prossimo avversario: “Non provate a fermarci”.

Ed è con questa carica emotiva che la squadra di Mister Vivarini si appresta ad affrontare l’Audace Cerignola, prossimo rivale di giornata.

L’incontro andrà in scena domenica 18 settembre, orario 17:30, allo stadio “Monterisi”. 

Il segnale lanciato dalla squadra di Mister Vivarini, in questo inizio campionato, non è – in alcun modo – equivocabile. Non solo per le tre vittorie maturate in altrettante partite, ma anche per il modo con le quali sono state acquisite. I numeri sono impressionanti: 12 reti all’attivo, 0 reti subite. 

Non occorre stropicciarvi gli occhi. Il numero è reale.  Un dato sconvolgente che – ad ogni modo – non deve portare a facili ubriacature, perché già domenica ci sarà il Cerignola a tentare di ostacolare il cammino dei giallorossi. 

Proveremo – dunque – ad analizzare più da vicino la squadra di Mister Pazienza, in vista dell’incontro di domenica 18 settembre.

La fotografia dell’avversario: 

Un avversario sulla carta abbordabile per la compagine calabrese, che – tuttavia – può nascondere delle insidie. 

L’Audace Cerignola è reduce da due vittorie consecutive, che – di fatto – hanno infuso grande fiducia negli uomini allenati da mister Pazienza

Il tecnico di San Severo fa leva su un 4-3-3  che estremizza il primato del collettivo sui singoli interpreti, anche se non mancano le abilità di alcuni giocatori che dovranno essere attenzionate dal tecnico catanzarese.

Le corsie difensive saranno occupate da Coccia a destra e Giofre’ a sinistra, mentre il centro dell’area sarà difesa dagli esperti Ligi e Gonnelli. Il  trittico di centrocampo – invece – è formato dal giovane Langella, insieme a Tascone e Capomaggio. Mentre in avanti mister Pazienza si affiderà – con tutta probabilità- al trequartista Saint Maza, alla seconda punta Neglia e al centravanti Malcore, quest’ultimo già andato a segno nelle ultime due gare. 

In porta Saracco.

Che partita sarà: 

Una trasferta impegnativa per Iemmello e compagni, che troveranno difronte una squadra determinata e dal morale alto. 

Il Catanzaro, dal canto suo, non ha intenzione di fermarsi. Prova ne sia la rabbia degli  attaccanti, compresi coloro che entrano a partita in corso, di cercare con veemenza la via del gol. 

Lo stesso tecnico ha esaltato la bontà dei suoi giocatori, nonostante la saggia raccomandazione di mantenere i piedi per terra. 

Ma il volo è ormai spiccato e  le Aquile, per loro natura, sono nate per volare. Volare sempre più in alto, sorvolando i cieli e guardando tutti dal vertice. 

Commenti da Facebook

Articolo scritto da:

Categorie

error: © Tutti i diritti riservati (All Rights Reserved) Catanzarosport24.it
P