28 Settembre 2022

catanzarosport24.it

l'informazione giallorossa

U.S. Catanzaro, Veni vidi vici… e tutto va come deve andare

scritto il: lunedì, 12 Settembre 2022 - 19:27

Tempo di lettura: 2 minuti

foto: G. Leva

Secondo impegno di campionato e seconda vittoria consecutiva per il Catanzaro che a Taranto chiude il discorso già dopo appena 45’ minuti con un 3-0 che non lascia possibilità di rimonta.

Bello, pulito e preciso il Catanzaro di Vivarini veloce nel chiudere la pratica pugliese, una velocità di esecuzione che ci rimanda alla famosa frase di Giulio CesareVeni vidi vici”.

Una vittoria che però non sposta gli equilibri del tecnico abruzzese che in sala stampa si è congratulato con i suoi ragazzi ponendo anche l’accento su quello che ancora va migliorato. E fa bene.

Di certo tutto è andato per come doveva andare, vittoria dove essere e vittoria è stata, e le vittorie, si sa, aiutano anche a far arrivare prima quella condizione che lo stesso tecnico ha sottolineato, quella di essere squadra. Un concetto molto caro allo stesso Vivarini che proprio sulla forza del gruppo, dentro e fuori dal campo, ha costruito una delle caratteristiche più importanti del suo Catanzaro.

Il campionato è molto lungo, e sarà anche un campionato molto combattuto con Catanzaro, Crotone e Pescara che si daranno battaglia fino all’ultimo per tagliare il traguardo del primo posto che porta direttamente in Serie B senza passare dai play off.

Le Aquile possono contare su una rosa molto ampia, che attende ancora di recuperare due dei maggiori protagonisti, Fazio e Rolando che in questa categoria fanno davvero la differenza.

Due gare di campionato 2 vittorie 7 reti realizzate e nessuna subita sono un bel biglietto da visita, accompagnati da un buon possesso palla (60% contro il Picerno, 62% contro il Taranto) che disegna un quadro tecnico/tattico davvero interessante il tutto migliorabile.

E per capire fino in fondo le potenzialità di crescita che ancora ha questa squadra basta riavvolgere il nastro della partita di ieri per arrivare al 60’ e guardare chi si è alzato dalla panchina per entrare in campo nel triplice cambio: Curcio, Cinelli e Situm. Che fantastica storia è questo Catanzaro!

Commenti da Facebook

Articolo scritto da:

Categorie

error: © Tutti i diritti riservati (All Rights Reserved) Catanzarosport24.it
P