4 Ottobre 2022

catanzarosport24.it

l'informazione giallorossa

Il gol di Cianci, il karma contro i frettolosi di tornare a casa

scritto il: martedì, 06 Settembre 2022 - 12:38

Tempo di lettura: 2 minuti

Tra le stranezze tipiche del tifoso catanzarese, si sa, c’è sempre stata quella di arrivare allo stadio all’ultimo minuto, pochi istanti prima del fischio d’inizio, dopo aver fatto il biglietto ai botteghini quasi alla chiusura, salvo poi lamentarsi delle code e del fatto di essersi persi il fischio d’inizio. E su questo molto si è detto, cercando di fare capire quanto sia emozionante – oltre che pratico – andare allo stadio abbastanza in anticipo.

A questo particolare costume tutto giallorosso, se ne aggiunge un altro che si manifesta quasi novanta minuti dopo. Quasi appunto, perché non sono pochi i supporters delle Aquile che lasciano lo stadio prima del triplice fischio finale. Anche sabato nella gara col Picerno abbiamo visto, intorno al minuto 85, gente alzarsi dal sediolino e dirigersi verso l’uscita. Il motivo? Presto detto: evitare il traffico che si congestionerebbe poco dopo quando tutti – come sarebbe normale – lasciano lo stadio ben oltre la fine del match.

Un gesto non bello, poco rispettoso nei confronti della squadra e anche poco furbo dato che, come accaduto sabato, si rischia di perdersi l’azione più bella della partita e il gol di Cianci. Rete certo non pesante per il risultato ma, come detto, bella, e importante per il ragazzo. E poi sempre e comunque un gol, l’essenza del calcio, quella che spinge tutti, in fondo, ad andare allo stadio: vedere la rete gonfiarsi. Ma non solo, perché nei minuti di recupero può succedere di tutto. Lo sanno bene a Madrid, dove durante l’ultima semifinale di ritorno di Champions League, alcuni tifosi sono stati intervistati fuori dallo stadio prima della fine del match delusi dal risultato. Ma nemmeno il tempo di sfogarsi che arriva il boato del gol che cambia tutto.

Magari lo stesso sarà successo anche sabato, col tifoso frettoloso di tornare a casa che magari fa un passo indietro per sapere almeno chi ha fatto gol, anche se ormai si è perso il meglio. Lo rivedrà poco dopo sul pc, mentre i suoi “colleghi di tifo” saranno in auto ebbri di gioia per aver visto 4 gol, il solito cerchio dei ragazzi e la corsa mano nella mano sotto la curva. Insomma, mentre c’è chi ha paura del traffico, c’è chi si riempie di emozioni, mentre c’è chi non vede l’ora di stendersi sul divano, c’è chi ha voglia di saltare sui gradoni. Mentre c’è chi sostiene il Catanzaro, sempre e per quello che rappresenta, c’è chi invece viene alla partita per assistere a un match tra 22 in campo e quando si annoia prende e se ne va. Scelta, condivisibile o meno, ma occhio al karma: la prossima volta nel finale potrebbe anche segnare “Zoff da calcio d’angolo” ma tu, caro frettoloso, sarai sul divano a vedere la “domenica sportiva”.

Commenti da Facebook

Articolo scritto da:

Categorie

error: © Tutti i diritti riservati (All Rights Reserved) Catanzarosport24.it
P