30 Giugno 2022

catanzarosport24.it

l'informazione giallorossa

“Penna da strapazzo” nel pieno delirio di onnipotenza, questa volta tocca a Magalini finire sulla gogna.

scritto il: sabato, 18 Giugno 2022 - 14:29

Tempo di lettura: 2 minuti

Lo avevamo lasciato il 5 giugno in preda al delirio totale, lo ritroviamo oggi più peggiorato che mai. Ormai “penna da strapazzo” è un caso patologico, nei suoi editoriali non mancano riferimenti al Catanzaro dipinta come una società senza ne’ arte e ne’ parte, che qualunque cosa faccia la fa sempre nel peggiore dei modi.
L’ultima in ordine di tempo, l’assunzione di Magalini nel ruolo di Ds, che a detta di “penna da strapazzo” rappresenta la scelta più scellerata assunta dal facoltoso (come egli stesso lo definisce) presidente Noto.
Ognuno è libero di scrivere ciò che vuole, evidentemente “penna da strapazzo” non lo è dal momento che scriva sotto dettatura di un vecchio carrozzone passato da Catanzaro. Innanzitutto, da una testata giornalistica nazionale, che per fortuna vanta professionisti più seri di “penna da strapazzo”, ci saremmo aspettati una riflessione più coordinata di quello che è la società dell’U.S. Catanzaro nel panorama calcistico nazionale, soprattutto in questa Serie C che più va avanti e meno ha ragione di esistere, e la riflessione che si sarebbe dovuta fare è che già al 15 giugno è stata compiuta una operazione di calcio mercato riscattando Biasci mettendo sul piatto soldi veri, dove molte società arrancano e vanno avanti con la filosofia del “quando li tengo te li do”, salvo poi essere estromesse dal campionato (addirittura a 4 giornate dal termine – vedi caso Catania). Il tutto avallato dal presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli che recentemente ha dichiarato: “Parlare di campionato regolare solo se si finisce la stagione con 60 squadre e’ una sciocchezza, conta il rispetto delle regole”.
E allora qualcosa non quadra, perché le norme di iscrizione sono chiare, non possono essere di libera interpretazione, ci sono gli organi federali preposti ai controlli, o dovremmo anche preoccuparci di controlla il controllore?
Ed il rispetto per quelle società virtuose dove sta?
Invece “penna da strapazzo” non perde occasione di buttare fango sul Catanzaro, negli ultimi tre anni (da quando il presidente Noto ha messo qualcuno alla porta) non perde occasione per ricoprire di merda chiunque arriva sui Tre Colli ed assume incarichi dirigenziali. La gogna è toccata a Foresti , Pelliccioni, Vivarini e per ultimo al neo Ds Magalini. Tutti nessuno escluso, Noto compreso, per “penna da strapazzo” non sono idonei a fare calcio.
Allora ci rivolgiamo al presidente Noto che dall’alto della suo essere facoltoso può senza dubbio permettersi di assumere “penna da strapazzo” quale consigliere personale. Vuoi vedere che sarà la volta buona che in questa città riusciremo a fare calcio… anche perché il personaggio in questione ha un passato come commissario di campo della FIGC e sempre arbitro e osservatore presso l’AIA. Me cojoni!!!

Commenti da Facebook

Categorie

error: © Tutti i diritti riservati (All Rights Reserved) Catanzarosport24.it
P