30 Giugno 2022

catanzarosport24.it

l'informazione giallorossa

Il Catanzaro e Iemmello, un flirt che sa di matrimonio a vita.

scritto il: lunedì, 06 Giugno 2022 - 20:42

Tempo di lettura: 2 minuti

La carriera media di un calciatore che si esprime su buoni livelli, dura all’incirca 8 anni, poi se non si trovano nuovi stimoli la discesa e rapida e inesorabile che nulla può al passare del tempo.

Ma ci sono delle eccezioni, che nella vita passano una sola volta, è il caso di Pietro Iemmello, 30 anni, arrivato al Catanzaro nello scorso mercato invernale, 10 reti ed un assist in 1004 minuti di gioco tra campionato e play off suddivisi in 11 partite in cui in 7 è partito da titolare.

E Catanzaro era stata una scelta di cuore, di proprietà del Frosinone con un contratto in scadenza a giugno del 2023, aveva la possibilità di trasferirsi ad Avellino, ma la discesa personale in campo del presidente Floriano Noto, ha convinto Pietro a vestire per la prima volta la maglia della squadra della sua città e di cui è anche tifoso e vecchio frequentatore della “Curva”.

Un prestito secco in scadenza al 30 giugno e poi il ritorno a Frosinone. Sullo sfondo le lacrime del bomber a Padova dopo l’eliminazione dall’accesso alla finale play off avvenuta grazie allo scellerato arbitraggio di Rutella di Enna. Mercoledì scorso il rompete le righe, dopo una cena societaria, tutti rientrati alle rispettive residenze.

 Appena 5 giorni per metabolizzare la beffa play off che già a metà di questa settimana, la proprietà si ritroverà con il Dg Foresti per mettere a punto le mosse immediata per progettare la nuova stagione con l’obiettivo di vincere il campionato. Il primo tassello è quello di riempire la casella del Ds rimasta vacante dopo il mancato rinnovo a Pelliccioni che sia avvia sulla strada di Monopoli.  Ma tra le priorità in agenda c’è da discutere sulla fine di tre prestiti rientrati alla base. Quella di Biasci rientrato al Padova con il Catanzaro che può esercitare un diritto di riscatto (senza contro riscatto), quella di Vandeputte rientrato al Vicenza , che ha comunque manifestato la volontà di ritornare a Catanzaro e quella di Pietro Iemmello che rientra al Frosinone. Tre situazioni completamente diverse, dove ci siamo già occupati sia di quella di Biasci che di Vandeputte (che riportiamo in chiusura di articolo) ora approfondiamo quella di Iemmello.

Intanto partiamo dalla volontà di entrambi di ricongiungersi a titolo definitivo, Iemmello vuole restare al Catanzaro e il Catanzaro vuole Iemmello, partendo da questa volontà bilaterale, toccherà mettersi seduti al tavolo delle trattative e ragionare sull’ingaggio che viaggia a cifre altissime per la Serie C, infatti il contratto che lega Iemmello al Frosinone è un contratto abbastanza oneroso ma che potrebbe trovare una formula alternativa se Iemmello si legasse alle Aquile con un contratto a lunga scadenza. La volontà di ragionarci sopra c’è da ambo le parti, le doti di Iemmello non sono in discussione, soprattutto se messo nelle condizioni di partire da inizio campionato con una preparazione alle spalle… allora in quel caso il contributo in termini realizzativi e di punti da portare a casa che Iemmello potrà dare alla causa del Catanzaro sarà sicuramente importante.

Di seguito la posizione di Biascie e Vandeputte

Commenti da Facebook

Categorie

error: © Tutti i diritti riservati (All Rights Reserved) Catanzarosport24.it
P