“Non ti curar di lor ma guarda e passa…”

L’ennesima eliminazione dai play off è stata motivo di derisione e sfottò ma c’era da aspettarselo anzi da più parti nella nostra Regione si gufava affinchè l’epilogo del campionato fosse lo stesso che il destino e la malasorte (e non solo!) ci hanno riservato da un trentennio a questa parte.

La mancanza di rispetto nei confronti di un’intera città, non solo della società e della sterminata massa di tifosi giallorossi, si sta manifestando a più riprese sui social.  In tanti stanno dando il meglio di sé distinguendosi per l’essere persone stolte e irriguardose anche verso una squadra di calcio per la quale tifavano fino a qualche decennio fa anche molti dei loro padri.

I tanti commenti “fuori le righe” espressi da gente invidiosa per ciò che il Catanzaro calcio ha rappresentato e rappresenta nel panorama nazionale di questo sport, hanno tutti un filo conduttore: non vogliono il Catanzaro nelle categorie che gli competono perché potrebbe dare fastidio, perché una promozione rappresenterebbe la rinascita di un club per troppi anni relegato nei bassifondi del calcio che conta. Non ci sono solo motivazioni legate al campanilismo, sarebbero scontate, ma proprio la gioia, oseremmo dire, nel vedere i giallorossi continuare a districarsi in quella che ormai è da definirsi la fogna (passateci il termine) della serie C.  Il Catanzaro fa paura perchè tutti sanno che con una società PULITA che si discosta dai “giochi del Palazzo” e dai tanti interessi che hanno rovinato il mondo del calcio, economicamente solida e puntuale nei pagamenti, il salto di categoria potrebbe far spiccare il volo per traguardi sempre più ambiziosi. E invece no, vogliono farci affossare in questa melma ma noi siamo forti e resisteremo a questa volontà, ai continui insulti, alle continue derisioni. Mai come adesso dobbiamo dimostrare di essere più convinti di prima della nostra forza, dobbiamo mantenerci uniti e ripartire con maggiore slancio. La tenacia e la perseveranza prima o poi daranno i loro frutti. Manteniamo la compattezza e continuiamo a dare al gruppo Noto ulteriori stimoli, qualora ce ne fosse bisogno, per ripartire meglio di prima. La volontà da parte di molti di volersi abbonare per la prossima stagione ne rappresenta una testimonianza, una conferma di quanto è grande l’amore dei tifosi per i colori giallorossi. Le tante, troppe delusioni e amarezze non scoraggeranno l’ambiente ma devono anzi daranno certamente ulteriore spinta a far bene. È importante però programmare al meglio dotandosi di gente esperta e navigata che deve fare la differenza ognuno nel proprio ambito, sul campo come dietro la scrivania e nelle sfere più alte da dove finora siamo stati sempre bistrattati, nostro malgrado. Comunque sia nessun vittimismo, nessun piagnisteo, di lacrime ne abbiamo versate tante adesso si dovrà agire. In riferimento a chi vuole continuare a denigrarci facciamo nostre le parole del sommo Dante: “non ti curar di lor ma guarda e passa…”. Arriverà il giorno in cui s’invertiranno le parti, di questo ne siamo più che certi!


Commenti

14 risposte a ““Non ti curar di lor ma guarda e passa…””

  1. Avatar francesco
    francesco

    Purtroppo gli sfotto’ fanno parte del gioco, dico purtroppo perché dobbiamo sorbirceli noi, altrimenti sono il sale del calcio. E’ per questo che bisogna stare sul pezzo affinché la società faccia le cose per bene ,in maniera chiara ed in tempi rapidi,perché i campionati si vincono con quello che fai ora e si spera, con quello che hai già preparato.Comunque dobbiamo girare pagina e smetterla di pensare a maledizioni dei play-off ed altre cazzate, la squadra va migliorata anno dopo anno. D’altra parte dal play-out con la Vibonese dei passi sono stati fatti, ci si augurava che arrivasse alla B più velocemente, però forse quest’anno è cominciato il vero cambiò di passo con maggiori investimenti ed anche un maggior coinvolgimento emotivo della famiglia Noto, che mi fa sperare che la svolta sia vicina.

  2. Avatar Salvatore
    Salvatore

    Lasciamo parlare alle malelingue, a partire dalla lega calcio che ci manda gente incompetente a finire a quelli che invece di guardare in casa loro, guardano il nostro Catanzaro. Siamo una società che fa paura a tutti, quindi dobbiamo vincire contro tutti, ma appena vinceremo tremate che l aquila non ha perso il volo, ma sta sondando il territorio, si quel territorio che abbreve colpirà è farà male a tutti.

    1. Avatar Eroebiancorosso
      Eroebiancorosso

      Caro Salvatore sono un tifoso del Bari hai la memoria corta non ricordi quando tutti voi non guardavate a voi e vi piaceva dire che supereremo il Bari….

    2. Avatar Gerrari
      Gerrari

      Ciao
      Il catanzaro è una grande squadra
      ma il Padova è più forte
      Basta guardare i nomi dei calciatori
      Poteva fare la serie b
      Purtroppo alla fine i valori tecnici vengono sempre fuori
      Buona fortuna e speriamo alla prossima

      1. Avatar Antonio
        Antonio

        Caro Gerrari, il Padova poteva essere anche più forte come tu dici, ma obbiettivamente la 1 rete e la punizione al Padova da dove è scaturita la rete, con ammonizione al nostro giocatore, sono cose che ti fanno arrabbiare perché nn era una partita di campionato ma una semifinale che valeva una finale per la promozione in seria B. Fatti due conti e una volta tanto siamo obbiettivi nelle cose. Saluti

  3. Avatar Antonio
    Antonio

    Il calcio è basato sugli sfottò. Per cui dissento dall’impostazione dell’articolo. Ci sta. E non c’è alcuna congiura. Usciamo da logiche vittimistiche. Non viene stravolto il calcio italiano se il cz ..il glorioso cz sale in B. Sbagliano in serie A .figurarsi in C..

  4. Avatar Giallorossinelsangue
    Giallorossinelsangue

    Sono d’accordo con l’ultimo messaggio. Abbiamo perso una semifinale, è una sconfitta dolorosa, ma detto questo basta con il vittimismo e la dietrologia da quattro soldi. Abbiamo solide basi da cui ripartire: ottima società, splendida tifoseria in ogni dove, un allenatore tanto perbene quanto profondo conoscitore di calcio vero, sette-otto undicesimi di calciatori di livello. Ci sono tutte le basi per un nuovo inizio e per ammazzare il campionato che verrà. Per ultimo, non dovrà assolutamente essere disperso quel legame sentimentale che lega la città alla squadra di calcio come non succedeva da anni. Andiamo avanti quindi, tutti uniti con giudizio e determinazione. Forza giallorossi, sempre.

  5. Avatar Michelangelo
    Michelangelo

    Sposo in toto il messaggio di giallorossinelsangue integrandolo con quanto integrato da Maurizio Martino in merito alla prossima campagna abbonamenti: dimostriamo, ancora una volta, che l’amore verso questi colori non si disperde per l’ennesimo play off perso, ma perseverano dando fiducia alla proprietà, contribuendo con il nostro sostegno a puntellare con pochi giocatori “importanti” , naturalmente confermando i 7/8 undicesimi della squadra titolare, per cercare di vincere il prossimo campionato. Forza Aquile.

  6. Avatar Grifone73
    Grifone73

    Un società pulita con iemmello dentro è come dire “un canale di scolo industriale, salubre ed incontaminato”

    Vederlo piangere e ricordare quando, siccome era rimasto controvoglia, sbagliava gol a porta vuota o rigori e ridacchiava, è la cosa più bella di questo 2022 calcistico

  7. Avatar Natale
    Natale

    Sono d’accordo che gli sfottò ci stanno mentre altro è l’ottuso livore mostrato da più di uno nei suoi commenti. Adesso occorre, per come pare stia facendo questa splendida società, avanti e preparare al meglio la prossima annata. Bravi tutti e Forza Catanzaro.

  8. State tutti tranquilli, ripartiremo più forti di prima!!
    Forza giallorossi

  9. Avatar Gabriele
    Gabriele

    Gli sfotto diciamo che in ogni cosa è di attualità specialmente nel calcio. Ma non nascondiamoci sempre dietro la sfortuna. Se si vuole fare veramente il salto di categoria vincendo il campionato, la squadra si deve preparare a luglio e non a gennaio. A gennaio puoi fare solo qualche innesto di spessore. Ma non cambiare mezza squadra. Avanti adesso.

  10. Avatar Giovanvincenzo
    Giovanvincenzo

    Mi ripeto. Bando alle ciance: Presidente Noto la mia da da nasce spontanea: lei vuol essere un Presidente da serie B ?

  11. Una sola cosa sempre di più Forza Catanzaro. Giallorosso a Vita!!!! Tutto il resto è NOIA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *