Vivarini: ” Gara decisa dagli episodi, potevamo chiuderla prima”

Il tecnico del Catanzaro Vincenzo Vivarini in sala stampa ha commentato la sconfitta per 2-1 a Padova che sancisce l’eliminazione delle aquile dai playoff.

“Faccio i complimenti al Padova che ha fatto la sua partita. Noi potevamo fare di più e chiuderla prima, l’abbiamo pagata a caro prezzo. Abbiamo preso un gol su calcio d’angolo che vorrei rivedere e su un calcio piazzato all’ultimo minuto. I giocatori di qualità poi ti decidono le partite, queste sono due squadre che hanno grandi giocatori che meritavano la finale. La gara è stata decisa dagli episodi perchè noi abbiamo fatto la nostra gara che avevamo preparato e non abbiamo concesso quasi niente. Non voglio dire niente dell’arbitraggio perché ha già avuto precedenti con noi… La gara è stata equilibrata, è stata una battaglia. A Catanzaro si erano dimostrati compatti, stasera noi siamo partiti bene e forse l’unica cosa era continuare ad aggredirli e cercare il secondo gol. Ai supplementari noi avremmo avuto ancora tanta forza, e invece Chiricò con la sua qualità l’ha risolta. La finale con il Palermo? Hanno altre caratteristiche, A livello tecnico la finale poteva essere questa tra Padova e Catanzaro, con il Palermo sarà molto indecisa”.


Commenti

4 risposte a “Vivarini: ” Gara decisa dagli episodi, potevamo chiuderla prima””

  1. Arbitro 2 Catanzaro 1. Ed è sempre costui il protagonista a nostro sfavore.E’ inutile essere signori. In questo campionato abbiamo pagato a caro prezzo certe partite, punti pesanti. Ora devono mandarlo ad arbitrare la finale come premio e poi in Europa League. Complimenti vivissimi per la carriera e l’ augurio che ognuno formula a piacere……

    1. Avatar Serghej
      Serghej

      Esatto Felice, è inutile essere SIGNORI e noi Catanzaresi (sigh !!) lo siamo dalla nascita.

  2. Avatar Salvatore
    Salvatore

    Maritavamo noi, ma cosa ha fatto l arbitro?

  3. Avatar Antonio
    Antonio

    Forse mettere un uomo sul palo..visto che era l’ultima azione…non era male

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *