1 Luglio 2022

catanzarosport24.it

l'informazione giallorossa

La carica degli oltre 12.000 per sfruttare il fattore campo

scritto il: mercoledì, 25 Maggio 2022 - 13:26

Tempo di lettura: 2 minuti

Tutto pronto per la prima sfida contro il Padova. I giallorossi nella semifinale d’andata contro i biancoscudati dovranno cercare di sfruttare il fattore campo in vista del return match di domenica prossima. Lo dovranno fare grazie alla carica degli oltre 12.000 (record stagionale) che gremiranno il “Ceravolo” in ogni ordine di posto. Entusiasmo e tensione alle stelle tra i tifosi che non il loro incitamento, specie nei momenti del match in cui ci sarà da soffrire, cercheranno di spingere Martinelli e compagni alla vittoria.

Quella odierna – inizio previsto alle 19 – sarà una gara molto tirata ed equilibrata in quanto si troveranno di fronte due tra le squadre favorite alla promozione, allestite proprio per raggiungere questo obiettivo. Potenziali a confronto di livello elevato daranno vita certamente ad un incontro combattuto e dai toni agonistici molto accesi. Il Catanzaro avrà tutti i suoi effettivi a disposizione grazie al rientro dalla squalifica di Scognamillo che riprenderà il suo posto da titolare nel pacchetto arretrato. Per il resto non ci dovrebbero essere novità sulla formazione che mister Vivarini deciderà di schierare, con appunto il rientro del roccioso difensore italo-russo al posto di Gatti. I giallorossi giocheranno con la spada di Damocle legata alle tante diffide, ben 6 elementi (Martinelli, Cinelli, Tentardini, Sounas, Welbeck,e Verna), che in caso di ulteriore ammonizione farebbero scattare la squalifica. Il Padova dopo il sofferto passaggio del turno ottenuto solo in virtù della sua posizione di testa di serie con la Juventus U23, si presenterà in Calabria con un organico forte al pari dei quello giallorosso sia pur privo di due pedine del calibro di Jelenic e Busellato. I veneti non sembrano attraversare un periodo di gran forma, probabilmente per la continua rincorsa sul Sudtirol durata per l’intera stagione per la lotta al primato del proprio girone. Ciò però poco importa perché il Catanzaro deve giocare come sa, con concentrazione e stimoli che di certo non mancheranno. La giusta cattiveria agonistica e l’approccio iniziale arrembante devono far pendere l’ago della bilancia a favore delle Aquile, in previsione anche del fatto che la semifinale si effettuerà nell’ottica del doppio confronto al termine del quale in caso di parità di punti e di differenza reti si dovranno disputare i tempi supplementari e se necessario procedere ai calci di rigore. Forza Catanzaro, il sogno deve continuare!

Commenti da Facebook

Categorie

error: © Tutti i diritti riservati (All Rights Reserved) Catanzarosport24.it
P