6 Dicembre 2022

catanzarosport24.it

l'informazione giallorossa

Se Reggio Calabria piange, Catanzaro ride (dicono a Reggio)

scritto il: sabato, 07 Maggio 2022 - 12:49

Tempo di lettura: 2 minuti

Se Reggio Calabria piange, Catanzaro ride. E poi c’è una non meglio identificata zona della Sila dove, a leggere il portale stretto web, si “tirano fuori tutti i vecchi attriti…”. E viene subito da pensare che ok, la Reggina rischia di cadere in bassa fortuna ma che addirittura subisca già gli sfottò dei paesini della Sila, con tutto il rispetto, non ce lo aspettavamo.

Eppure il portale reggino stretto web (al quale non chiederemo nulla per questa pubblicità gratuita) nella vicenda del presidente Gallo e dei relativi sfottò dei catanzaresi afferma che in Sila “si tirano fuori vecchi attriti”. E va bene che Catanzaro, il capoluogo di Regione, unico e solo dal 1971, ha la bellezza di avere mare e montagna nello stesso territorio, ma essere identificati con la Sila sembra un tantino esagerato, benchè viste le sue bellezze ne saremmo onorati.

Forse i colleghi di stretto web non volevano nominare Catanzaro e/o sostituirlo con la parola capoluogo e allora hanno pensato bene di identificarci geograficamente con “dalla Sila”.  

Cosa attendersi da un portale, stretto web (che invitiamo a visitare per fargli fare visualizzazioni e letture) che asserisce che tanti degli sfottò dei catanzaresi siano stati di cattivo gusto mentre la celeberrima maglia del patron Gallo “lavati i pedi e va curcati” non viene giudicata tale? Dimostrando dopo le carenze in geografia anche quelle in italiano dove la parola sfottò non può mai essere di cattivo gusto, altrimenti sarebbe offesa, ingiuria, calunnia, ma è, per l’appunto, una presa in giro vivacemente umoristica.

Quindi cari colleghi reggini se avete trovato i nostri sfottò pesanti denunciateci pure, querelateci, portateci in tribunale e fateci anche andare in galera. Ma in una cella lontana dal presidente Gallo, non vorremmo che la nostra puzza di piedi lo infastidisse.

Infine, vorremmo ricordare ai colleghi di Reggio Calabria, che furono proprio loro a definire goliardico il gesto del presidente Gallo (salvo poi essere attenzionato dalla Procura Federale), perché mai non dovrebbero esserlo gli sfottò’ dei tifosi, che è bene ricordare si sono limitati solo a “toccare” Gallo, né la Reggina né i tifosi reggini, perché per come la si vuole mettere a pagare, in ogni caso, sono sempre i tifosi.

“A chi tocca nun se ngrugna dicono nel quartiere di Primavalle a Roma”

Nella foto che segue, il portale in questione definì goliardico il gesto del presidente Luca Gallo

Commenti da Facebook

Articolo scritto da:

Categorie

error: © Tutti i diritti riservati (All Rights Reserved) Catanzarosport24.it
P