Stadio Ceravolo: quei sediolini in tribuna sono una vergogna!

Ammonta a 105 mila € la spesa che il comune di Catanzaro ha affrontato nel 2019 per sostituire i sediolini dello stadio Nicola Ceravolo. 9040 sedute per l’esattezza, di cui 3933 rossi e 5107 gialli per un costo cadauno pari a 9,35 .

Una ristrutturazione che però non ha riguardato l’intero impianto, sono stati infatti esclusi dalla sostituzione i sediolini della Tribuna, ovvero 5671 posti divisi tra tribuna ovest (1915), Tribuna Centrale (1441) e Tribuna Est (2315).

Oggi quei sediolini della Tribuna sono quasi completamente impraticabili, schiariti dagli agenti atmosferici, e per chi ci si accomoda il passaggio dalla tintoria dopo la partita è un fatto obbligato.

L’ennesima “perla” di lavori di ristrutturazione, il che la dice tutta sulla professionalità dei dirigenti di via Jannoni, che con ogni probabilità non hanno mai messo piede in uno stadio.


Commenti

4 risposte a “Stadio Ceravolo: quei sediolini in tribuna sono una vergogna!”

  1. Avatar Antonio Mazzei
    Antonio Mazzei

    Confermo in toto. E non parliamo della visuale con quelle vergognose vetrate….sempre sporche e oramai tutte rigate. Ma a chi ci si deve rivolgere per darci il piacere di vedere le partite un po’ meglio?

  2. E che li aggiustano a fare …. tanto allo stadio non ci va quasi nessuno … amara battuta …

  3. Avatar Domenico
    Domenico

    Il Comune? Aspettare a loro con Sergiareddu mo nde viditi lavori fatti a regola. Come ci sono le elezioni Cz brulica di lavoro compreso nello stadio. Ma a proposito la famosa ditta che doveva fare la tettoia del Ceravolo dov’è?

  4. Avatar Menotti Pullano
    Menotti Pullano

    Aggiungo che l’ultima fila della tribuna centrale vip è ha uno spazio per le gambe solo per un bambino Di età pari a sei anni poco cresciutello. Quale artista si è prodigato a fare questo scempio incompatibile con qualsiasi ergonomia.Auspico che se mai dovessero sostituire le sedute della tribuna ci si preoccupasse di riparare all’errore tecnico incomprensibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *