26 Maggio 2022

catanzarosport24.it

l'informazione giallorossa

Catanzaro – Padova 0-1 – le pagelle

scritto il: giovedì, 20 Gennaio 2022 - 09:00

Tempo di lettura: 3 minuti

Foto: Romana Monteverde

Nocchi 6,5 –Incolpevole sulla rete subita, risponde presente, nella ripresa, su due pericolosissime conclusioni di Chiricò. Tranquillo nell’ordinaria amministrazione.

Martinelli 5,5– In affanno nei primi minuti di partita e non esente da responsabilità in occasione del vantaggio patavino. Più efficace nel prosieguo, in cui riesce anche ad impensierire il guardiano ospite sugli sviluppi di un’azione da calcio d’angolo.

Fazio 5 –Lontano dai livelli ai quali ha abituato i tifosi del Catanzaro. Una buona chiusura, nella ripresa, su attaccante ospite, ma anche qualche indecisione, soprattutto nella circostanza che conduce al fallo da ultimo uomo, e quindi all’espulsione.

De Santis 4,5– Nei primi 15-20 minuti di gara, concede troppo spazio a Jelenic od altri avversari che transitano nella sua zona. Sembra crescere un po’ in seguito, ma commette due gravi errori di posizionamento nella ripresa.

Bjarkason 6,25 – Al di là di un avvio un po’ timido, dimostra buona presenza sul terreno di gioco, effettuando in maniera corretta i  movimenti richiesti ad un esterno. Spreca un’ottima occasione da rete nel primo tempo, scivolando al momento di battere a rete, ed altra sua conclusione, nella ripresa, è murata dalla difesa avversaria.

Sounas 6,5–Prestazione apprezzabile, impreziosita da qualche giocata di grande livello e da un buon tentativo di inserimento, concluso con tiro purtroppo debole e centrale. Non particolarmente presente durante la fase di non possesso, ma la corsa richiede anche condizione fisico-atletica, e quella del ragazzo greco non può essere ancora ottimale, atteso lo scarso impiego nella sua ex squadra, durante il girone d’andata.

Cinelli 6 – Si propone costantemente come soluzione durante la costruzione dal basso, e propone un ottimo servizio per Bombagi sul finire del primo tempo, dopo personale recupero della sfera all’altezza della linea mediana. Non ancora brillantissimo, e non sempre efficace durante il non possesso, ma in crescita rispetto a precedenti apparizioni.

Welbeck 6 – Grinta, corsa e senso della posizione, specie nel primo tempo, in unoa evidenti limiti nella distribuzione del pallone.

Vandeputte 6,25 –Prova ogni tanto ad inventare qualcosa, soprattutto nella seconda parte della prima frazione, ma con scarsi risultati. Bravo a tenere Kirwan in posizione quasi sempre guardinga. Una discutibile scelta, nella ripresa (tentativo di passaggio anziché conclusione personale), e tiro da dimenticare nel finale.

Bombagi 5,5 – Seconda punta, anche per necessità, si dimostra abile, in qualche occasione, a creare profondità, ed in una a proporre interessante invito da sinistra in favore di compagno a rimorchio. Tuttavia, spreca malamente tre opportunità da rete: in due, si fa respingere il tiro da difensore ospite, nell’altra, calcia a lato da buonissima posizione.

Vázquez 4 – Reduce da infortunio, appare completamente fuori condizione, e dunque facile preda dei difensori avversari. In due circostanze, servito in area di rigore, sbaglia completamente il movimento. Una conclusione da fuori, nella ripresa, è facilmente ribattuta.

Porcino 5,5 – Rileva Vázquez al minuto 67, sistemandosi a sinistra, con Vandeputte dirottato a fianco di Bombagi. L’espulsione di Fazio, al 75’, lo costringe subito a posizionarsi come quarto difensore a sinistra. Sia nel primo ruolo, sia nel secondo, non incide particolarmente sul match.

Verna e BayeyeS.V. – Al 79’ sostituiscono, rispettivamente, Cinelli e Bjarkason. Nei circa quindici minuti di partita, recupero incluso, non hanno occasione per mettersi in evidenza, in senso positivo o negativo, e risultano quindi ingiudicabili.

Curiale 1 – Subentra a Bombagi contemporaneamente a Verna e Bayeye. A differenza dei due compagni, però, ha modo di farsi notare sul terreno di gioco. Prima (82’), facendosi facilmente anticipare su splendido cross di Vandeputte. Poi (84’), facendosi ammonire per discussione con Ajeti, utile soltanto a perdere tempo (grande idea quando si è in svantaggio…). Infine (89’)rimediando secondo cartellino giallo, e quindi espulsione, per fallaccio a centrocampo, per altro a palla lontana. In buona sostanza, Davis è sceso in campo pieno di rabbia (non agonistica) e probabili rancori. Dunque senza reale intenzione di aiutare la squadra di cui, evidentemente, si sente ormai ex..

Vincenzo Vivarini 5,5– Varie indisponibilità e la squalifica di Cianci lo costringono a schierare una formazione spuntata, oltre a dover gettare immediatamente nella mischia due elementi – Sounas e Bjarkason – che, prima del loro arrivo sui Tre Colli, hanno accumulato pochissimi minuti nelle gambe. L’avvio timido, lo stesso goal subito, sono stati quasi una conseguenza inevitabile. In seguito, la reazione è apparsa discreta, anche con qualche buona trama offensiva ed apprezzabile ricerca degli spazi e della profondità, specie nella seconda metà del primo tempo. In ogni modo, il tecnico dovrà lavorare sulla fase d’interdizione e copertura sulla mediana, in modo che il reparto arretrato non vada troppo sotto pressione. Considerate le deficienze in organico, nulla da evidenziare sulle sostituzioni.

Commenti da Facebook

Categorie

error: © Tutti i diritti riservati (All Rights Reserved) Catanzarosport24.it
P