Giudice sportivo, un turno di squalifica per Vandeputte.

Attraverso la nota N. 154/DIV del 27 dicembre 2021, la Lega Pro ha comunicato le decisioni del Giudice Sportivo che ha deliberato un turno di squalifica per il centrocampista Jari Vandeputte e il quarto cartellino giallo con la conseguente diffida per gli attaccanti Massimiliano Carlini e Davis Curiale.

Resta a quota sette ammonizioni il difensore Stefano Scognamillo e il centrocampista Nana Welbeck, quattro ammonizioni ed entrata in diffida per l’attaccante Pietro Cianci, due ammonizioni per il difensore Simone De Santis. Un cartellino giallo per il difensore Riccardo Gatti, per i centrocampisti Andrea Risolo, Alberto Tentardini, Gabriele Rolando, Luca Verna e per l’attaccante Francesco Bombagi.

Foto:US Catanzaro 1929


Commenti

7 risposte a “Giudice sportivo, un turno di squalifica per Vandeputte.”

  1. insieme a Carlini le migliori individualità per la squadra.

  2. Avatar Vittorio Reale
    Vittorio Reale

    Le squadre si costruiscono a luglio. E’ inutile provare a Gennaio di trovare gente capace di risolvere problemi creati dalla incompetenza e scarsa capacità di trovare uomini giusti e adatti al progetto dettato dal nuovo allenatore, visto che sul mercato ci sono pochissime scelte:evitare altra delusione, non acquistare nessuno e pensare totale repulisti a giugno. Forza Noto, e CZ. Voltare per l’ennesima volta pagina!!!!!

    1. Avatar Salvatore
      Salvatore

      Questa squalifica non ci voleva, mancherà un giocatore di qualità. Il mercato di gennaio non è stato mai decisivo, solo se escludiamo delle eccezioni. È inutile ripetere le stesse cose, ormai sappiamo com’è andata, non bisognava confermare Mister Calabro, perché spesso capita che le squadre non ripetono il campionato fatto , a meno che si pensa ad irrobustire l’intelaiatura dell’anno precedente. Ogni Allenatore ha i propri concetti di calcio e sceglie la giusta amalgama per poi rinforzarla. Mi dispiace per il Presidente, ancora una volta non ha trovato i collaboratori giusti, eppure ci sono tante figure professionali che verrebbero a Catanzaro di corsa. Certe scelte vanno ponderate bene, bisogna pure farsi consigliare da persone esperte e competenti. Bisogna puntare su talenti giovani e validi tecnicamente, non che su gente esperta di categoria, non troppo avanti con l’età. Secondo me.

  3. Avatar Storico1957
    Storico1957

    ARBITRO di MERDA. Lo fanno apposta. Siamo massacrati. Non finirà mai Andate a fare in culo ARBITRi del cazzo figli di puttana .

  4. Avatar francesco
    francesco

    Sono sostanzialmente d’accordo con chi mi precede sul discorso della scelta dei collaboratori.Il presidente dovrà riflettere e capire come scegliere i dirigenti (possibilmente MADE IN CALABRIA) ed anche pensare ad un altro tipo di costruzione della squadra, se non investi come Bari,Padova, Modena o Sud Tirol, allora devi andare a cercare giovani validi in categorie inferiori o nelle giovanili delle società importanti.Inutile portare a Catanzaro, ex calciatori, infortunati anchilosati o con la sciatica, per illudersi d’avere una squadra da primato.

  5. Avatar francesco
    francesco

    ….intanto la redazione batte la fiacca…leggo su altri siti dei rinnovi di Fazio,Martinelli,Verna e Carlini, bisogna essere realisti, sono calciatori in età avanzata che in un organico possono anche starci, ma in squadra da primo posto farebbero part-time…quando faremo un colpo tipo Moro o Lucca?

  6. Avatar francesco
    francesco

    Intanto che la redazione riprenda ,leggo da uscz.net un’intervista a Tateo procuratore tra gli altri di Cianci Vasquez Risolo nonché di Albertini del Catania, il quale dopo aver combinato poco alle falde dell’Etna ,potrebbe arrivare a Catanzaro….da queste notizie credo si spieghino parecchie cose…i procuratori fanno il loro lavoro, ma una società calcistica deve avere DIRIGENTI CON GLI ATTRIBUTI per arginarli e non farsi PRENDERE PER IL CULO…
    a buon intenditor….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *