U.S. Catanzaro stop per Martinelli e Rolando. Il presidente Noto presente a Giovino

Meno di 72 ore al match tra Catanzaro – Foggia dove i padroni di casa sono chiamati a rilanciare le proprie ambizioni in campionato e non poteva esserci avversario più ostico sul cammino delle Aquile, quel Foggia di Zeman che rappresenta un osso duro per qualsiasi avversario.
Alla sua prima uscita sulla panchina giallorossa, mister Vincenzo Vivarini rischia di trovarsi un Catanzaro decimato dalla squalifica di Cinelli passando per l’indisponibilità di Tentardini (45 giorni di stop) a cui potrebbero aggiungersi altre due assenze pesanti quella di Martinelli e Rolando che oggi non hanno preso parte agli allenamenti per problemi fisici di cui al momento ne disconosciamo sia la causa che l’entità, né se si riuscirà a recuperarli contro il Foggia.
Difficile quindi anche abbozzare uno schieramento e quali i protagonisti chiamati ad interpretarlo.
Che il momento in casa giallorossa sia dei più delicati lo testimonia anche la presenza del presidente Noto agli allenamenti al Centro Sportivo di Giovino. La sua presenza è un segnale forte e chiaro sia per la stessa dirigenza che per I calciatori.


Commenti

7 risposte a “U.S. Catanzaro stop per Martinelli e Rolando. Il presidente Noto presente a Giovino”

  1. Avatar francesco
    francesco

    Rolando lo scorso anno a Bari ebbe una distorsione alla caviglia.Questi continui problemi potrebbero essere collegati a questo? Attendo risposte

  2. Avatar Alessandro
    Alessandro

    con Vivarini il peggior reparto sarà la difesa . . . ? Il motivo ? Il gioco deva partire da la . . . E questi non sono in grado di creare il gioco da dietro. . . Ne vedremo delle belle. . . Martinelli inizia a marcare visita!

  3. Avatar Storico1957
    Storico1957

    PIU’ CHE ROTTI SONO LAVATIVI . E PRENDONO UN SACCO DI SOLDI . COMINCEREI A TOCCARE LE LORO TASCHE PER VEDERE SE SI DANNO UNA REGOLATA .

  4. Avatar Eugenio
    Eugenio

    Non vale più la pena dilaniarci, pizzicarci, magari offenderci, di nascosto, dietro la tastiera. Basta, ragazzi! C’è tanta puzza di bruciato che non se ne può più (almeno io). Purtroppo devo onorare il mio abbonamento, (il 46° della mia vita pallonara). Martinelli marca visita, tipo le vecchie reclute che non volevano fare le adunate; Rolando si mostra sulla falsariga dei tempi passati. Con la Reggina gioco’ una quindicina di partite, col Bari ancora meno. Domani chi accuserà qualche altro malanno? Ha ragione Storico 57: Noto dovrebbe cominciare a toccare le loro tasche. Tanto continueranno a fare i lavativi e gli svogliati. Rimane il grande rimpianto per un’annata cominciata male e finita peggio,ancora prima di Natale. Intanto, a proposito, Buone feste a tutti voi.
    Ad maiora

    1. Avatar Storico1957
      Storico1957

      AD AGOSTO SCRISSI DI LASCIAR PERDERE ROLANDO , NOTO PER ESSERE UNO SPACCA SPOGLIATOIO , CIANCI UN EMERITO BIDONE RINCORSO PER 2 MESI ! E PER LUI HANNO DATO VIA IL GIOIELLINO MEGNA . QUANDO HANNO FATTO QUESTO MERCATO , ERO CERTO DEL FLOP E DELL’ ESONERO DI CALABRO PRIMA O POI. PURTROPPO I FATTI MI HANNO DATO RAGIONE . NON POSSIAMO ESSERE OSTAGGIO DI QUESTI 4 LAVATIVI PREZZOLATI CHE INFANGANO LA NOSTRA SOCIETA’.

  5. Avatar Salvatore
    Salvatore

    Ho l’impressione che ci saranno tante partenze a gennaio il mister farà un bel ripulisti e penso che arriveranno giovani di belle speranze e motivati e ci sarà pure qualche soluzione interna della nostra cantera.

  6. Avatar Eugenio
    Eugenio

    Anch’io, caro storico 57, scrissi di Rolando come un insofferente, spacca spogliatoio, permaloso. Un tale Massimo mi tacciò di essere una “pigula” incompetente. Pazienza! Dopo anni di calcio giocato ed ammirato ho meritato l’offesa gratuita. Detto questo vi dico che, personalmente, Rolando assomiglia, nel fisico e nel carattere, a Nervo.( lo ricordate? il grande fuoriclasse del Bologna?) Quello, nei pochi giorni di presenza a CZ, ebbe il tempo di fare il lavativo, il ritroso, lo spacca spogliatoio (e ci riuscì benissimo), ed il critico avvelenato per il complesso sportivo di Giovino, del Ceravolo e del campo di Calabricata. Rolando è sulla buona strada. Già, lui è abituato al grande mondo di Gallo e del S. Agata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *