4 Dicembre 2021

catanzarosport24.it

l'informazione giallorossa

Turris, Caneo: “Piedi per terra, ma battere il Catanzaro aprirebbe nuovi scenari”

scritto il: domenica, 14 Novembre 2021 - 20:13

Tempo di lettura: 2 minuti

È il posticipo della quattordicesima giornata. Riflettori puntati sul “Liguori” per un Turris-Catanzaro che rappresenta di fatto una sfida d’altissima classifica: Rimaniamo sempre con i piedi per terra – smorza subito i toni il tecnico Caneo-. Dal nostro punto di vista, credo che ci siano ancora diciotto punti da realizzare per raggiungere la salvezza. Tutto quello che si fa in più è tutto guadagnato, nel senso che è tutto meritato e quindi tutto quello che si fa in più è merito dei ragazzi che si impegnano, che lottano, che si migliorano e che cercano degli spazi per diventare protagonisti e quindi sono contento di questo”.

Sui dubbi di formazione, Caneo fornisce qualche aggiornamento: “Santaniello sarà della partita. Ghislandi lo valuteremo nella rifinitura. Non ci sarà Longo per un problema al tallone. Non dovesse partire Santaniello dal primo minuto, a prescindere dall’assenza di Longo, giocherebbe Leonetti come punta centrale perché mi ha dato ampie garanzie. Domenica ha fatto una bella prestazione, insieme con Sartore che meriterebbe più spazio, però in questo momento è una gran bella alternativa che mi tengo ben stretta.

Eventuali assenze, però, non dovranno spostare di una virgola la mentalità della squadra: “È una partita talmente importante che ognuno di noi cerca di dare il meglio – afferma Caneo-, le assenze o le mancate presenze ci possono disturbare, ma non più di tanto. Adesso abbiamo un gruppo che gioca, con la voglia di divertirsi ed essere protagonista e a noi basta questo. Dobbiamo presentare una squadra che sia competitiva al cospetto di un Catanzaro costruito ed ideato per cercare di vincere il campionato e raggiungere la B. Per noi fare questa partita è un vanto ed il fatto che sia stata presentata come partita di alto livello ci fa onore. Merito dei ragazzi, ma rimaniamo con i piedi per terra. Tra noi e loro c’è un bel dislivello, ma con le nostre idee cercheremo di metterli in difficoltà, faremo la nostra partita e poi vedremo come andrà a finire”.

Catanzaro che in questo giorne veste i panni dell’anti-Bari, ma “c’è anche l’Avellino, il Palermo, un outsider potrà essere il Foggia – sostiene Caneo-. Noi siamo in crescita, restiamo con i piedi per terra. Dobbiamo sempre dare il meglio di noi stessi, cercare di giocare le partite per vincere, per dare un senso al nostro operato, al nostro lavoro settimanale e quindi cercare di alzare l’asticella per dare più orgoglio al gruppo, alla città, ai dirigenti”.

Sulla gara di domani sera: “Stanno mettendo sul piatto della bilancia di questa partita il miglior attacco contro la miglior difesa – commenta il tecnico di origini sarde-. Spero che riesca a vincere chi attacca di più e chi ha più voglia di vincere la partita cercando di essere protagonista. Prendere un gol in più o in meno non mi da fastidio, ma certamente il Catanzaro è una gran squadra e fare gol alla miglior difesa sarà un vanto maggiore”.

Commenti da Facebook

Categorie

error: © Tutti i diritti riservati (All Rights Reserved) Catanzarosport24.it
P