ACR Messina, Capuano: “Una delle pagine del calcio più brutte che io ricordi”

Il tecnico del Messina ACR Messina Ezio Capuano ha commentato in sala stampa la sconfitta per 2-0 a Catanzaro

“Potrei fare un’intervista unica. Quello che è successo oggi non l’ho mai visto. Siamo stati 6 ore in mezzo alla strada, siamo andati in una farmacia per fare i tamponi, siamo arrivati allo stadio solo 40 minuti prima della partita. I ragazzi sono stati eroici, non mi interessa la partita e non c’entra il Catanzaro. Le regole vanno cambiate. Per chi ha deciso di far giocare questa partita non trovo aggettivi. Si poteva giocare tranquillamente domani. Una squadra con un toast mangiato in mezzo alla strada, unico pasto in 14 ore. C’era gente che sveniva durante il riscaldamento. Non mi interessa il risultato, sono orgoglioso per quello che hanno fatto i ragazzini. Abbiamo tenuto in alto il nome di Messina, abbiamo tenuto bene il campo e giocato fino all’ultimo minuto da squadra vera. Dopo lo svantaggio ho inserito Busatto per mandare un messaggio ai ragazzi, perché poteva finire 12-0. Noi contro una squadra fortissima, con una banda di bambini in campo, abbiamo tenuto contro un avversario fortissimo. Non si trattano gli esseri umani in questo modo. Non dipende dalla Lega o dal Catanzaro, ma le regole vanno cambiate”


Commenti

Una risposta a “ACR Messina, Capuano: “Una delle pagine del calcio più brutte che io ricordi””

  1. Avatar Salvatore
    Salvatore

    Giusto Mister. È stato sempre schietto e onesto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *