Il Catanzaro soffre ma vince con la Fidelis Andria. Al “Ceravolo” finisce 3 a 1 per i giallorossi

CATANZARO (3-4-1-2): Branduani, Martinelli, Fazio, Scognamillo, Rolando, Verna, Welbeck, Vandeputte, Carlini, Vazquez, Cianci. A disposizione: Nocchi, Romagnoli, Tentardini, De Santis, Curiale, Bombagi, Monterisi, Cinelli, Ortisi, Risolo, Bearzotti, Gatto. All. Calabro

FIDELIS ANDRIA (3-5-2): Dini, Carullo, Benvenga, Bolognese, Lacassia, Casoli, Sabatino, Tulli, Alcibiade, Di Piazza, Bubas. A disposizione: Vandelli, Paparesta, Venturini, Fontana, Dipinto, De Marino, Avantaggiato, Nunzella, Gaeta, Alberti, Bonavolontà, Zampano. All. Panarelli

Arbitro: Perenzoni di Rovereto

Assistenti: Bortolomucci di Ciampino e Trischitta di Messina

IV uomo: Giaccaglia di Jesi

Ammoniti: Sabatino (FA), Vandeputte (CZ), Scognamillo (CZ), Bolognese (FA), Rolando (CZ)

Espulsi: Bolognese (FA)

Calci d’angolo: CZ – FA 7-2

Recupero: 0′- 4′

Note: prima dell’inizio della partita è stato osservato un minuto di silenzio per la prematura scomparsa di Daniel Leone, ex portiere del Catanzaro. E’ stato anche ricordato l’ex medico sociale dei giallorossi il Dott. Giuseppe Martino.

CRONACA

Sono 21 i precedenti tra Catanzaro e Fidelis Andria. 20 in campionato, di cui 10 in serie C (3° livello calcistico), 10 in C/2 (4° livello calcistico) e 1 in Coppa Italia di serie C. Il bilancio complessivo è di 7 vittorie del Catanzaro, 4 dell’Andria e 10 pareggi, con 21 reti giallorosse e 10 dei biancoazzurri.
Il primo incontro si è svolto il 23/09/1990, quando la Fidelis Andria si impose in casa per 1-0 con rete di Carpineta al minuto 88, nella 2° giornata del campionato di serie C/1 1990-91
Al Nicola Ceravolo le gare svolte sono state 10, con 4 vittorie delle Aquile, 1 sola dei Leoni azzurri e 5 pareggi, 11 le reti contro 3 a favore dei giallorossi. L’ultimo scontro al Ceravolo è stato il 28/10/2017 nell’11° giornata di campionato di Serie C – gir. C 2017-2018, con il risultato finale di 0-0. Negli ultimi 5 si registrano 2 vittorie del Catanzaro e 3 pareggi, con 5 reti siglate dai giallorossi e nessuna incassata.

PRIMO TEMPO

Sarà un Catanzaro a trazione integrale quello che affronterà la Fidelis Andria nell’ultima partita della settima giornata del girone C di serie C. Mister Calabro ha fatto scendere in campo dal primo minuto Carlini alle spalle di Vazquez, Cianci con la speranza di interrompere il digiuno di gol su azione. Di contro Panarelli schiera i pugliesi con un modulo speculare con l’ex Tulli dietro Di Piazza e l’ex vibonese Bubas. Nei bianco azzurri si segnala anche la presenza degli ex giallorossi: Casoli e Sabatino

Parte subito forte il Catanzaro che schiaccia la Fidelis Andria in difesa. Al 2′ minuto l’ex Sabatino su cross di Carlini rischia un clamoroso autogol. La rete è rimandata di qualche secondo. Scognamillo intercetta il pallone battuto dalla bandierina da Vandeputte e la mette alle spalle di Dini. CATANZARO – FIDELIS ANDRIA 1 – 0

Al 6′ Vandeputte riceve palla da Verna, scende sulla destra e serve un pallone al bacio per Cianci che schiaccia la sfera da posizione centrale e ravvicinata ma non inquadra la porta

Al 10′ Sabatino finisce sul taccuino dei cattivi per un fallo su Cianci

Al 19′ ci prova Vazquez con un tiro dal limite dell’area ospite ma la sfera finisce abbondantemente fuori. Azione potentialmente pericolosa visto che accanto all’argentino c’erano 3 calciatori giallorossi e la difesa pugliese era sguarnita. Il puntero sudamericano è stato poco altruista

Al 22′ sugli sviluppi di un calcio di punizione sulla destra dell’area pugliese occasionissima di Carlini che riceve palla da Vandeputte e scarica a botta sicura verso la porta difesa da Dini ma la sfera finisce sulla schiena di Martinelli e carambola fuori

Al 32′ si fa vedere in avanti la Fidelis Andria, l’ex Casoli prova un tiro velenoso dalla mediana giallorossa e Branduani si salva con l’aiuto della traversa

Al 34′ ammonito Vandeputte per fallo su Benvenga

Al 37′ ammonito Scognamillo per un fallo di mano al limite dell’area giallorossa. Il tiro piazzato da Benvenga viene deviato dalla barriera e finisce fuori. Il tiro dalla bandierina non sortisce alcun effetto e il Catanzaro può ripartire

Al 40′ pareggio della Fidelis Andria. Fallo dal limite su Tulli. Il calcio di punizione battuto magistralmente da Benvenga finisce alle spalle di Branduani. CATANZARO – FIDELIS ANDRIA 1 -1

La gioia andriese dura poco. I giallorossi conquistano un calcio piazzato sulla trequarti ospite. La punizione battuta da Vandeputte è un goloso assist per capitan Martinelli che la devia quanto basta per beffare Dini. CATANZARO – FIDELIS ANDRIA 2-1

E’ l’ultimo sussulto di un primo tempo giocato a buoni ritmi da entrambe le squadre. I giallorossi ora devono completare l’opera nella ripresa

SECONDO TEMPO

Si riparte con gli stessi ventidue di inizio gara. Il Catanzaro attaccherà nella ripresa a favore di vento verso la “Mammì”, ovviamente dalla parte opposta la Fidelis Andria

Primi sette minuti avari di emozioni con le due squadre che giocano prevalentemente a centrocampo

Al 53′ primo squillo della ripresa da parte del Catanzaro. Rimessa dal fondo battuta velocemente da Carlini per Vazquez, l’argentino entra in area e serve l’accorrente Vandeputte che tira di prima intentione con Dini bravo a chiuedere in angolo. Il tiro dalla bandierina non crea pericoli alla retroguardi ospite che riparte

Al 60′ doppio cambio in casa Catanzaro: escono Cianci e Vazquez ed entrano Bombagi e Curiale

Al 65′ ammonito Bolognese per fallo su Curiale

Al 68′ Calabro gioca la carta Tentardini al posto di Carlini

Panarelli risponde mandando in campo Gaeta al posto di Di Piazza

Al 73′ fuori Sabatino nelle fila ospiti dentro Alberti

Al 78′ l’arbitro Perenzoni di Rovereto su segnalazione del quarto uomo allontana il preparatore Villa daslla panchina

All’80’ Bolognese si becca il secondo giallo per fallo su Rolando e Perenzoni lo manda anzitempo negli spogliatoi

All’83’ anche Rolando finisce sul taccuino dei cattivi

Doppio cambio in casa Fidelis: fuori Benvenga e Tulli dentro Avantaggiato e Bonavolontà

All’87’ Martinelli lancia lungo per Vandeputte che entra in area e prova la botta di prima intenzione ma la sfera finisce di poco sopra la traversa

Al secondo minuto di recupero il Catanzaro chiude la pratica Fidelis Andria con un’azione da rugby nata dalla sinistra dai piedi di Vandeputte che smista orizontalmente per Curiale che protegge la sfera e serve accorrente Verna che non deve far altro che metterla dentro CATANZARO – FIDELIS ANDRIA 3 – 1

E’ l’ultimo acuto di una partita che ha visto i giallorossi soffrire ma vincere contro un’ostica Fidelis Andria


Commenti

Una risposta a “Il Catanzaro soffre ma vince con la Fidelis Andria. Al “Ceravolo” finisce 3 a 1 per i giallorossi”

  1. Lo spirito di una squadra che deve ottenere risultati.Questa è la C, con buona pace di estetica e fioretto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *