Catanzaro-Catania, due squadre in cerca di riscatto

Quello del Monday night in programma al “Ceravolo” giorno 27 con inizio alle 21 (diretta su RaiSport) sarà un incontro che vedrà di fronte due squadre in cerca di riscatto, sia pur per motivazioni diverse. Il Catania che da qualche anno ormai convive con problemi societari ai quali pare non riesca a dare soluzione, è reduce da una vittoria e tre sconfitta delle quali l’ultima interna con il Bari immeritata in quanto giunta in pieno recupero da parte dei pugliesi e al termine di una gara ben giocata dagli uomini del tecnico etneo Baldini. Il Catanzaro dal canto suo deve ritornare alla vittoria in seguito ai tre pareggi consecutivi conseguiti non senza aver lasciato l’amaro in bocca ai tifosi che avevano ben altre aspettative almeno da due delle tre gare. Se infatti il pareggio a Palermo, diretta concorrente alla promozione, poteva essere messo in preventivo, le gare con Picerno e Potenza hanno deluso soprattutto per il gioco espresso. Su queste gare si è detto tanto e fanno parte ormai del passato, adesso il Catanzaro è chiamato ad un riscatto se vuole mantenere inalterate le velleità di promozione e soprattutto per non perdere molto terreno dalle prime della classe che attualmente sono il Bari e il sorprende Monopoli.
Sebbene si tratti solo della quinta giornata, la gara contro gli etnei riveste un’importanza fondamentale per cancellare mugugni e critiche spesso esagerate che la difficile piazza di Catanzaro è purtroppo abituata a fare anche di fronte ai primi mezzi passi falsi. La pressione dell’ambiente giallorosso è risaputa ma gente esperta come quella che costituisce la rosa di quest’anno non deve e non può farsi condizionare. Con il lavoro costante Martinelli e compagni riusciranno a garantire al tecnico quegli equilibri di gioco che si stanno ancora cercando. Ci riferiamo al giusto assetto tattico che il tecnico pugliese vuole dare alla squadra e alla famosa amalgama tra vecchi e nuovi che ormai dopo 2 mesi tra ritiro e questo inizio di stagione non dovrebbe rappresentare più una scusante. Nella gara di lunedì sera ci si aspetta da elementi finora ancora non in perfetta forma, Cianci e Bombagi su tutti,   una svolta decisa in termini di rendimento sia pur per il minutaggio ridotto in cui li vedremo in campo (non crediamo che entrambi partiranno dal 1’, almeno il secondo). Sarà importante il loro rendimento nel corso della stagione, come quello di Cinelli, colui che deve impostare il gioco, al momento ancora fuori per i postumi dell’infortunio subito nella gara con il Potenza, perché  soprattutto da loro si aspettano grandi prestazioni.
Il Catania arriverà sui tre colli spinto dagli stessi propositi di vittoria per i motivi accennati con un Russotto in più che vorrà certo far bene al cospetto dei suoi ex tifosi anche perché, nonostante il trascorre degli anni, al fantasista romano il talento di certo non manca.
Le premesse per vedere un bel match contro i rossoazzurri ci sono tutte. Di certo sarà una partita completamente diversa da quella che ha visto le due squadre affrontarsi in occasione del recente incontro di Coppa Italia anche perché cambieranno quasi totalmente gli interpreti, almeno sul fronte giallorosso. 

Foto: US Catanzaro 1929


Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *