Catanzaro – Virtus Francavilla 3-1 – le pagelle

Branduani 6,5– Ovviamente incolpevole sulla rete subita, su calcio di rigore, risponde presente nelle due o tre circostanze in cui è chiamato in causa. Bene nell’ordinaria amministrazione.

Martinelli 6,5– Sistemato, per necessità, nella zona di centro-destra del pacchetto arretrato, non regala spazio agli avversari che transitano nella sua zona. Una leggerezza nel primo tempo, sulla quale rimedia egli stesso, e qualche preziosismo, segno di enorme sicurezza nei suoi mezzi.

Fazio 6,5– Comanda molto bene la difesa, facendosi sempre trovare al posto giusto nel momento giusto, al di là di una situazione in cui commette fallo abbastanza ingenuo che gli costa cartellino giallo. Nel primo tempo, sugli sviluppi di un corner, spreca una non difficile occasione, spedendo fuori il pallone a non più di quattro o cinque metri dalla porta avversaria.

Gatti 6– Gara tutto sommato positiva, con l’eccezione di un paio di sbavature causate da altrettanti errori di posizionamento. In ogni modo, certamente più a suo agio nella posizione di difensore puro, che non in quella di laterale sinistro, occupata in quel di Verona, nella recente sfida di Coppa Italia.

Rolando 6– Non particolarmente incisivo sulla corsia di competenza, sulla quale, tuttavia, cerca di proporsi con discreta frequenza. Apprezzabile in fase difensiva.

Verna 6,5– Interdice tutti i portatori di palla della formazione ospite, ingaggiando interessanti duelli soprattutto contro Franco e Prezioso. Al suo attivo, un tentativo di inserimento, nella ripresa, concluso con traversone sbagliato, nonché due buone sovrapposizioni sulla corsia destra che creano entrambe superiorità, poi purtroppo non sfruttata.

Cinelli 6,5– In qualità di play, si propone come soluzione costante per i compagni, smistando la sfera con grande rapidità e quasi sempre estrema precisione. Senz’altro da segnalare anche qualche tentativo di lancio ad ampio respiro. Piuttosto efficace anche in fase di non possesso.

Porcino 6–Si può senz’altro ripetere il giudizio già espresso per l’omologo destro, vale a dire per Rolando.

Vandeputte 8– Nel ruolo di «mezzala disquilibrio» (espressione cara a Antonio Calabro), disputa una gara di altissimo livello. Un assist per la prima rete, una marcatura personale (quella che, di fatto, conclude la partita), un lancio nolook di oltre 60 metri, e fra tali prodezze diverse giocate di buonissima qualità, con entrambi i piedi. Unica macchia, se tale la si vuol definire, un’evitabilissima ammonizione nell’ultimo quarto di partita.

Carlini 7– Seconda punta nominale, ma in sostanza uomoovunque dello scacchiere delle Aquile. Difatti, non è raro vederlo sulla mediana, a contribuire alla costruzione della manovra, come ricevitore del pallone sulle rimesse laterali, sulle corsie, in particolare sinistra. È su quest’ultima che intercetta un pallone poi servito a Vandeputte, che scodella al centro per la prima segnatura, ed è dalla medesima che egli stesso serve l’assist per la seconda rete del Catanzaro, in un momento piuttosto complicato della partita. Difatti, alcuni minuti prima proprio il Conte Max, con uno sfortunato (e scomposto) intervento con le mani, in piena area, aveva causato il calcio di rigore che era valso il pareggio per i pugliesi, che in seguito, sembravano prendere coraggio.

Vázquez 7,5– Ex della sfida, castiga la Virtus Francavilla con due marcature di eccellente fattura (molto bella soprattutto la prima). Qualche altro tentativo non va a buon fine, e nella prima frazione non è rapidissimo su un pallone proveniente da sinistra. Sfortunato, invece, in occasione di un pessimo rinvio di un difensore ospite: il pallone lo colpisce, ma termina di pochissimo a lato.

Cianci 6– Rileva Vázquez al minuto 68, apparendo ancora un po’ fuori forma (probabilmente, gli manca il ritmo partita). Ha un paio di possibilità per far male al portiere Nobile, ma conclude debolmente nella prima, ed arriva leggermente in ritardo nella seconda, su ennesima invenzione di Vandeputte.

Bearzotti e Bombagi S.V.– Al minuto 77 sostituiscono, rispettivamente, Rolando e Carlini. Un cambio… fortunato, considerato che 60 secondi dopo Vandeputte realizza il punto che mette praticamente al sicuro il risultato. Il 10 ed il 37, da quel momento, non hanno alcuna opportunità per mettersi in vetrina, limitandosi entrambi a mantenere le posizioni.

Tentardinie Risolo S.V. – Qualche minuto nel finale di gara, in luogo di Porcino e Cinelli. Non giudicabili.

Antonio Calabro 6,5 – Assenti gli squalificati Scognamillo e De Santis, presenta l’undici più lecito da attendersi, con il fido Verna al posto di Welbeck e Vázquez,correttamente,ancora preferito a Cianci. La squadra è piuttosto aggressiva, praticando talvolta anche il pressing alto, ed i reparti abbastanza vicini fra loro, ma denota una certa tendenza ad abbassarsi dopo la prima rete, mentre appare un po’ troppo frequente il ricorso al rilancio lungo nonostante la presenza di calciatori di notevole abilità tecnica. L’andamento della gara non richiede stravolgimenti tattici, ed il Mister può ricorrere a sostituzioni, nella ripresa, che non cambiano in alcun modo l’assetto. Come suol dirsi, uomo per uomo.

NOTA: il premio di giornata è attribuito alla signora Vázquez. Difatti, considerando i bonus ed i malus, previsti dal regolamento, il numero 9 del Catanzaro ottiene un totale di 13,5 punti contro i 12,5 di Vandeputte.


Commenti

6 risposte a “Catanzaro – Virtus Francavilla 3-1 – le pagelle”

  1. Avatar Serghej
    Serghej

    Bravissimi e basta !!!!!

  2. Avatar Francesco
    Francesco

    Unica nota stonata di uno splendido pomeriggio’ i seggiolini della tribuna ovest luridi e sudici, i tifosi meritano un po’ più di rispetto, parliamo di 27,00€ di biglietto, tirate voi le conclusioni

  3. Avatar Roberto
    Roberto

    Un punto in più per Carlini, per me il migliore in campo… ovunque in campo.
    Martinelli e Fazio mezzo punto in più a testa.

  4. Avatar Alfredo
    Alfredo

    Perfetta fotografia della squadra e della partita. Complimenti al dr. Nicola Mazzuca

  5. Avatar Roby Bit
    Roby Bit

    Concordo pienamente con le valutazioni espresse. Ottima l’analisi su Vandeputte, il migliore in campo in senso assoluto, elemento mancante finora nei “Catanzaro” degli ultimi anni.

  6. Avatar Francesco Severino
    Francesco Severino

    Pagelle impeccabili condivido in toto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *