U.S. Catanzaro: a colloquio con Vano

Brusco stop alla trattativa che avrebbe dovuto portare Vincenzo Plescia alla corte di Mister Calabro. Nell’affare si era inserito l’Empoli che può esercitare un diritto di recompra (fino al 31 luglio 2022) ma che aveva posto come condizione la cessione a titolo definitivo del giovanissimo Giorgio Megna difensore classe 2005 della Primavera 3 giallorossa.
Una richiesta che aveva colto di sorpresa la dirigenza giallorossa che aveva chiesto di voler valutare l’operazione. Nella tarda mattina arriva il rifiuto del Catanzaro che di fatto da il via libera all’Avellino, bravo e lesto, a formulare una proposta al Renate proprietario del cartellino di Plescia. L’attaccante palermitano si accasa quindi in Irpinia.

Per quanto ci è dato sapere, seguendo le direttive di Mister Calabro il Catanzaro si è rimesso al tavolo delle trattative per Michele Vano attaccante del Perugia che da sempre rappresenta la prima scelta del tecnico salentino.


Commenti

9 risposte a “U.S. Catanzaro: a colloquio con Vano”

  1. Saggia decisione non inseguire L’Empoli. Molto prevedibile come mossa . Di fatto ha giocato su due tavoli e fatto due conti. Se con vellino segna qualche rete esercita, altrimenti……. Megna vale di più. Con Foresti niente banchetto per il gioco delle tre carte. Quello va bene per altri figuri di etimo incerto…..

  2. Premesso che non l’ho visto giocare e posso sbagliarmi alla grande …. ma un attaccante che a 30 anni ha finora realizzato in carriera 2 gol in serie B e 17 in serie C non mi pare che prometta granché. In compenso ha fatto bene in serie D a Ostia e Terracina, si esprime bene sulla costa laziale, io lo farei giocare a Lido a beach soccer

    1. Avatar Salvatore
      Salvatore

      Sempre la stessa storia, la concorrenza è sempre in agguato , poi da noi arrivano i meno bravi o a fine carriera…….Comunque ci sono delle trappole e sotterfugi che se non sei bravo a scoprirle sei rovinato, meno male che i nostri Dirigenti non sono sprovveduti e niente compromessi. Sono d’accordo col Signor Paolo, ci vuole la punta quella buona alla Corona…per intenderci

    2. Avatar Roberto
      Roberto

      2 gol in B in 569 minuti (6 partite) non è così male. Cmque Vano è una manna per i compagni; fa molti assist. È il classico attaccante centrale che porta con se avversari e libera spazi per compagni. Mai stato goleador ma quest’anno noi abbiamo tre trequartisti di grande calibro Vandeputte, Bombagi (numero uno, grande colpo) e Carlini. Vano è l’ideale per sfruttare quei tre

      1. Avatar Salvatore
        Salvatore

        È vero, molti spazi per gli altri ma il centrale dì ruolo e che fa goal ci vuole comunque secondo me.

      2. Bisogna vederli i 2 gol fatti in B. Certi gol, ad es. a porta vuota, grazie a dei rimpalli etc li farebbe chiunque, non andrebbero neanche conteggiati Fare 2 gol non è molto significativo. Pescia mi piaceva molto, 23 anni,l lo scorso anno 10 gol su azione con la Vibonese, di cui alcuni di pregevole fattura, e ricorda pure Re Giorgio Corona, stessa altezza e capelli lunghi. Peccato

  3. Plescia attaccante di buona prospettiva,,, peccato perderlo

  4. Avatar Roberto Procopio
    Roberto Procopio

    Vano è un cesso come curiale

  5. Avatar Francesco Silipo
    Francesco Silipo

    E come di Piazza.
    Unico merito: costa 4 lire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *