U. S. Catanzaro: a caccia del poker, Cinelli, Plescia, Scognamillo e Ghislandi. Baldassin non vuole più partire.

Prende forma e consistenza il Catanzaro edizione 2021-2022 che per completare l’opera vuole piazzare ancora quattro innesti per chiudere la campagna di rafforzamento delle Aquile riservandosi ulteriori tasselli sul finire della sessione estiva di calcio mercato.
Quattro innesti già individuati per i quali mancherebbe davvero poco per consentire a mister Calabro di essere pronto per il primo impegno stagionale con l’esordio in Coppa Italia fissato il 7 agosto sul neutro di Novara contro il Como.
C’è anche da sbrogliare la matassa cessioni e proprio su questo versante si registra una novità; Luca Baldassin sarebbe ritornato sui suoi passi, dopo aver chiesto alla società di volersi avvicinare a casa (Veneto) il centrocampista ora vuole restare in giallorosso.

Scognamillo
Il Catanzaro lo aspetta da ben 15 giorni, per lui è pronto un biennale ma resta da superare lo scoglio della rescissione con l’Alessandria. Il tutto verte sulla buonuscita, come dichiarato dal Ds Pelliccioni “non andremo oltre domenica prossima, l’attesa è finita procederemo con il piano B”.

Cinelli
Identica situazione a quella di Scognamillo, cambia il club protagonista, è il Vicenza questa volta a fare ostruzione mentre l’entourage del calciatore ci fa sapere: “C’è l’accordo con il Catanzaro sulla base di un contratto biennale, fosse per noi e per il club giallorosso Cinelli sarebbe gia a disposizione di Calabro“. Anche in questo caso il Catanzaro, se le cose andranno per le lunghe, dovrà dirottare le proprie attenzioni altrove, Burrai (Perugia) nella lista dei desideri.

Ghislandi
Il giovane atalantino che il diesse Pelliccioni ha individuato come il naturale sostituto del neo arrivo Rolando in questo momento è stato bloccato dal tecnico Gasperini che ha congelato tutte le operazioni in uscita in attesa del rientro dei nazionali . Ma non è il solo ostacolo ad interporsi tra lui e il Catanzaro, il ragazzo vorrebbe giocare e con l’arrivo di Rolando avrebbe le porte sbarrate soprattutto sapendo di venire al Catanzaro che vuole recitare un ruolo da protagonista. In questo caso il Catanzaro dovrebbe guardare altrove e per quanto raccolto dalla nostra testata possiamo escludere un interessamento per Albertini del Catania.

Plescia / Cernigoi
Accordo raggiunto con il ragazzo e passi in avanti anche con il Renate per l’arrivo a titolo definitivo, tuttavia vanno limate alcuni aspetti legati ad una eventuale recompra dell’Empoli che può essere esercitata dal 1 luglio 2021 fino al 30 giugno 2022 e ad una sua futura vendita.
Resta congelato il passaggio in prestito di Cernigoi dalla Salernitana al Catanzaro. Una operazione che il club giallorosso ha tirato il freno a mano preferendo dare priorità alle operazioni a titolo definitivo come quella che sta portando avanti per Plescia.

Se, come ci auguriamo, Plescia, Scognamillo e Cinelli arriveranno il Catanzaro sarà riuscito a mettere su una grande squadra.

Capitolo cessioni
Sono ben 9 i nuovi innesti: Rolando, De Santis, Welbeck, Vandeputte, Vazquez, Bombagi, Tentardini, Gatti ai quali va aggiunto Romagnoli che è gia in ritiro a Moccone e per il quale si aspetta l’ufficializzazione. Una sola uscita che è quella di Parlati al Monterosi da definire ancora la destinazione di Di Piazza, Curiale, Mangni su tutti. Va dato atto alla proprietà di aver comunque operato in entrata senza appunto attendere di sgravarsi prima di alcuni ingaggi gravosi.


Commenti

4 risposte a “U. S. Catanzaro: a caccia del poker, Cinelli, Plescia, Scognamillo e Ghislandi. Baldassin non vuole più partire.”

  1. bella squadra ta venendo su e con due acquisti, play e attaccante, facciamo la ternana dell’annno scorso

  2. Avatar francesco
    francesco

    Francamente sta’ storia delle buoneuscite ha rotto le PALLE.Secondo una logica dovrebbe funzionare così: Vuoi un calciatore sotto contratto? Se è buono lo paghi. Altrimenti se questo calciatore vuole la buonuscita dalla sua società d’appartenenza,vuol dire che tu non sei disposto a riconoscergli lo stesso contratto, e così si arriva a fine agosto.Ma andassero a cercare 4 ragazzi delle squadre primavera.Se vuoi i calciatori buoni devi pagare,sennò passando il tempo poi restano gli scarti.

  3. Prendere Scognamigli significa prendere un calciatore al 50% è bravo ,ma 2 partite di fila difficilmente li fa .e sempre squalificato .

  4. Non demonizziamo Scognamillo, titolare e perno della migliore difesa dello scorso campionato. Gioca irruento e viene spesso ammonito ma lo scorso anno è stato espulso UNA sola volta (a Francavilla) e ha collezionato 3 giornate di squalifica (per un difensore è quasi la normalità ….)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *