U.S. Catanzaro: si chiude il cerchio sulle strategie di mercato

Migliorarsi rispetto all’anno appena concluso” è questo il leitmotiv che ieri ha fatto da cornice alla conferenza stampa nella presentazione del nuovo Ds Pelliccioni.

Come già abbiamo avuto modo di segnalarlo ieri, è un Floriano Noto completamente diverso rispetto agli anni passati, molto pragmatico sul lato squisitamente tecnico, segno che il clima che respira tra la proprietà e le figure dirigenziali è un connubio che viaggia all’unisono verso un obiettivo preciso: conquistare la serie B vincendo il campionato.

Buoni propositi che vanno accompagnati con dati di fatto portando a Catanzaro profili di alto spessore in grado di compiere quel salto di qualità. Non è solo una questione di quanto si spende, anche perché, dati alla mano, la proprietà Noto la mano al portafoglio l’ha sempre messa, magari male, come abbiamo già avuto modo di scrivere in passato.

Ora non si può più sbagliare, i soldi sul piatto ci sono tocca solo investirli bene, missione demandata al DG Foresti e al diesse Pelliccioni che devono centrare gli obiettivi di mercato graditi a mister Calabro.

Si percepisce che rispetto agli anni passati c’è un Catanzaro che si muove in maniera diversa e che entro il 22 luglio si è prefissato l’obiettivo di consegnare a Calabro la rosa completa con cui andare in ritiro.

Una strategia comune tra proprietà e figure dirigenziali che si sposa con i sogni della tifoseria: “vincere” e nulla sarà lasciato al caso per centrare l’obiettivo.


Commenti

3 risposte a “U.S. Catanzaro: si chiude il cerchio sulle strategie di mercato”

  1. Avatar Salvatore
    Salvatore

    Se le voci di mercato sarebbero confermate, si parla di Marotta ,attaccante della Juve Stabia ,fortemente voluto da Mister Calabro. Nulla da ridire sul calciatore , per carità, però ha 35 anni e ho l’impressione di un ritorno al passato, mentre sarei più votato per gente giovane, tecnicamente valida, rapida ed efficace nel fare goal, va bene che l’esperienza conta ma anche l’età.

  2. Avatar francesco
    francesco

    Sono d’accordo, Marotta mi piacerebbe ma ha 35 anni e questo può essere un rischio,altro calciatore che mi piacerebbe avere è Toukara della Viterbese, ieri leggendo di una possibile conferma di Garufo (spero di no) come esterno destro mi viene in mente da valutare ad esempio Calapai del Catania…bisogna intendersi,se finalmente riusciremo a prendere due punte valide,non è che poi in altri ruoli dove abbiamo avuto evidenti lacune, possiamo lasciare dei “buchi”

  3. Avatar Eugenio
    Eugenio

    Com’è vero che chi mastica calcio sul serio deve stare a guardare tanti imbecilli che , di riffa o di Raffa, fanno carriera. Così è la vita! In tutte la categorie del lavoro. Francesco ha nominato due grandi calciatori: Calapai e Tounkara. Ma i nostri dirigenti li conoscono? Credo di no. Così come credo non conoscano Gelli(Albinoleffe); Scarsella(Feralpi), Lepore( Triestina), Rigione(Chievo). Diretto’, ne volete suggeriti altri? Anche a Sambiase c’è un certo Umbaca. Molto bravo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *