Settore Giovanile: i commenti shock dell’ex assessore allo sport del Comune di Catanzaro

Certo che questa città si è voluta davvero tanto bene se si è potuta permettere di nominare come la più alta carica istituzionale all’Assessorato allo Sport un personaggio dal calibro di Paolo Mungo, recentemente condannato a nove mesi di reclusione per come formulato secondo l’ipotesi dell’accusa “si sarebbe avvantaggiato della sfera di influenze derivanti dalla sua carica di assessore, svolta dal febbraio 2013 fino al luglio 2017, facendosi promettere e nei fatti ottenere diverse utilità”.

E’ di pochi minuti fa una uscita poco felice dell’ex assessore che desta molta perplessità soprattutto per il ruolo che appunto Mungo ha rivestito al Comune di Catanzaro, nel commentare un articolo di catanzarosport24.it sulla nostra pagina ufficiale del social, dedicato all’ultima partita di campionato della Primavera 3 che con una vittoria è valsa il primo posto del girone, Mungo si è così espresso in due commenti: “Come al solito si festeggia il nulla, le vincenti degli altri gironi faranno le finali four per lo scudetto, il Catanzaro starà a casa a guardare. Però hanno festeggiato”-

A distanza di un’ora circa il secondo commento dell’ex assessore

Dei sette gironi, tutti a 8 squadre, tranne il Girone A a 9 squadre, il Catanzaro arrivato 1° nel Girone G, è quello che ha totalizzato meno punti di tutti gli altri. E si festeggia e si enfatizza il tutto

Lascia davvero l’amaro in bocca e tanta incredulità negli stessi lettori della nostra testata che ci hanno segnalato i commenti, increduli che possano essere stati scritti da chi ha rivestito la carica di Assessore allo Sport della città di Catanzaro.

Ed a proposito di enfatizzare, lo stesso Mungo è stato un maestro in questo, noi lo ricordiamo nel settembre 2016, sempre con la Giunta Abramo, quando in pompa magna presentò gli arredi degli spogliatoi del Ceravolo, sostenendo che la famosa palazzina (costata 5 milioni di euro) era in procinto di essere consegnata al Catanzaro. Peccato che due giorni dopo le sue enfatizzazioni gli stessi spogliatoi si allagarono con una giornata di pioggia. Sich!

Una uscita davvero poco felice, se non fosse per il ruolo istituzionale che ha ricoperto, sarebbe stato opportuno complimentarsi con questi ragazzi, la società e tutto lo staff tecnico che con sacrifici in un anno segnato dal covid, hanno ottenuto un risultato blasonato a suon di record che resterà nella storia del Club Giallorosso.

Povera Catanzaro…


Commenti

7 risposte a “Settore Giovanile: i commenti shock dell’ex assessore allo sport del Comune di Catanzaro”

  1. Avatar Marinella Fedeli
    Marinella Fedeli

    Commenti da parte dell’ assessore veramente poco felici . Anziché elogiare i ragazzi e la società per il traguardo raggiunto sputa veleno.Povera Catanzaro in che mani sei finita.

  2. Ma lui non è un catanzarese?
    Arrivare primi è diventata una colpa?
    A questo punto mi chiedo cosa ci sia dietro…. Forse non avrebbero dovuto arrivare primi?

  3. Il mondo calcistico come quello di tutti gli sport dei ragazzi è un mondo che auguro a diverse persone di poterlo percorrere la loro gioia il loro amore ti trasmettono una carica cosi forte che ti emozioni a ogni loro prestazione personalmente ho vissuto questa meravigliosa esperienza

  4. Avatar Alessandro
    Alessandro

    DI COSA VI MERAVIGLIATE ? QUESTO È IL DEGRADO POLITICO . . . DI CUI LA CITTÀ DI CATANZARO NON RIESCE A LIBERARSI . . . NEGLI ULTIMI 25/30 ANNI BISOGNA PRENDERE COSCIENZA DI CHI HA VOTATO LA CITTÀ DI CATANZARO . . . A LIVELLO COMUNALE , E PROVINCIALE QUESTI SONO I RISULTATI. . . . . CHE HANNO PORTATO LA CITTÀ DI CATANZARO ALLA DISERTIFICAZIONE , LA SPERANZA DI CATANZARO HA UN NOME È COGNOME . . . . . . DOTT. NICOLA GRATTERI ! Cordialissimi Saluti Alessandro Ritrovato Bologna

  5. alexandre dumas
    DICEVA– DI PREFERIRE I MASCALZONI AGLI IMBECILLI PERCHE’ I PRIMI -0GNI TANTO SI PRENDONO UNA PAUSA

  6. Avatar Saputo salvatore
    Saputo salvatore

    Buona sera a tutti, in modo particolare a chi come me ama il calcio e lo sport in generale , e propio a proposito di sport , trovo veramente anti sportivo che dei ragazzi con tanti sacrifici pur avendo vinto il loro campionato , non abbiano la possibilità di disputare le finali, e di pagare a caro prezzo, il semplice fatto di essere in un girone più equilibrato di altri.la vittoria prescinde da tutto e dovrebbe dar diritto a partecipare , e a confrontarsi con altri vincitori di gironi.

  7. Avatar Rosario
    Rosario

    Soltanto complimenti per questi splendidi ragazzi, che con sacrifico, sudore e abnegazione hanno onorato i colori Giallo Rossi e la Nostra città. Essere arrivati primi denota il risultato di una programmazione seria, realizzata negli anni da professionisti e dirigenti che si sono spesi in tutto per il raggiungimento di questo obiettivo. Il primato rappresenta il giusto compenso per una società che negli anni è cresciuta e si è strutturata. Forza Catanzaro, amore incondizionato!!!!! Il lavoro paga sempre e sarà ricordato negli anni, le parole vanno via col vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *