22 Luglio 2021

catanzarosport24.it

l'informazione giallorossa

Settore Giovanile: i commenti shock dell’ex assessore allo sport del Comune di Catanzaro

scritto il: domenica, 13 Giugno 2021 - 21:06

Tempo di lettura: 2 minuti

Certo che questa città si è voluta davvero tanto bene se si è potuta permettere di nominare come la più alta carica istituzionale all’Assessorato allo Sport un personaggio dal calibro di Paolo Mungo, recentemente condannato a nove mesi di reclusione per come formulato secondo l’ipotesi dell’accusa “si sarebbe avvantaggiato della sfera di influenze derivanti dalla sua carica di assessore, svolta dal febbraio 2013 fino al luglio 2017, facendosi promettere e nei fatti ottenere diverse utilità”.

E’ di pochi minuti fa una uscita poco felice dell’ex assessore che desta molta perplessità soprattutto per il ruolo che appunto Mungo ha rivestito al Comune di Catanzaro, nel commentare un articolo di catanzarosport24.it sulla nostra pagina ufficiale del social, dedicato all’ultima partita di campionato della Primavera 3 che con una vittoria è valsa il primo posto del girone, Mungo si è così espresso in due commenti: “Come al solito si festeggia il nulla, le vincenti degli altri gironi faranno le finali four per lo scudetto, il Catanzaro starà a casa a guardare. Però hanno festeggiato”-

A distanza di un’ora circa il secondo commento dell’ex assessore

Dei sette gironi, tutti a 8 squadre, tranne il Girone A a 9 squadre, il Catanzaro arrivato 1° nel Girone G, è quello che ha totalizzato meno punti di tutti gli altri. E si festeggia e si enfatizza il tutto

Lascia davvero l’amaro in bocca e tanta incredulità negli stessi lettori della nostra testata che ci hanno segnalato i commenti, increduli che possano essere stati scritti da chi ha rivestito la carica di Assessore allo Sport della città di Catanzaro.

Ed a proposito di enfatizzare, lo stesso Mungo è stato un maestro in questo, noi lo ricordiamo nel settembre 2016, sempre con la Giunta Abramo, quando in pompa magna presentò gli arredi degli spogliatoi del Ceravolo, sostenendo che la famosa palazzina (costata 5 milioni di euro) era in procinto di essere consegnata al Catanzaro. Peccato che due giorni dopo le sue enfatizzazioni gli stessi spogliatoi si allagarono con una giornata di pioggia. Sich!

Una uscita davvero poco felice, se non fosse per il ruolo istituzionale che ha ricoperto, sarebbe stato opportuno complimentarsi con questi ragazzi, la società e tutto lo staff tecnico che con sacrifici in un anno segnato dal covid, hanno ottenuto un risultato blasonato a suon di record che resterà nella storia del Club Giallorosso.

Povera Catanzaro…

Commenti da Facebook
error: © Tutti i diritti riservati (All Rights Reserved) Catanzarosport24.it
P