Il catanzarese Celia in finale playoff

C’è anche un pezzo di Catanzaro nella finale playoff di Serie C tra Padova e Alessandria. Nelle file dei grigi milita il difensore catanzarese classe 1999 Raffaele Celia. Dopo gli inizi di carriera nel Soverato Virtus e nel Montepaone, Celia si trasferì nel settore giovanile del club giallorosso guidato allora da Franco Modestia e dall’attuale responsabile del settore giovanile Carmelo Moro che avevano scoperto Celia nel Montepaone e di mister Giuseppe Teti che aveva puntato sul talento del ragazzo catanzarese. All’età di quindici anni arriva la chiamata del Sassuolo che lo acquista a titolo definitivo dal club gallorosso guidato dall’ex presidente Cosentino. Il difensore di Petrizzi nella primavera neroverde colleziona in due anni 30 presenze, terminati i due anni di primavera nel club emiliano Celia viene mandato in prestito prima al Cuneo dove registra 28 presenze e attualmente all’Alessandria dove si è conquistato la fiducia del neo tecnico dei piemontesi Moreno Longo.

Celia in una intervista recente ad una testata locale ha strizzato l’occhio ad un ritorno in maglia giallorossa: “Sarei felice di vestire la maglia giallorossa in futuro, sarebbe un onore giocare con la squadra della mia città”


Commenti

2 risposte a “Il catanzarese Celia in finale playoff”

  1. Giusta finale ed auguri al Padova. Qualche ” fine ” o , alla catanzarese ” finu” addetto ai lavori aveva già diagnosticato altra finale ma, lupo rossoblù e biancoverde , dell’aquila artiglio pensionato rimane sconfitto ,negletto ed asfaltato ……..

  2. Avatar francesco
    francesco

    È un peccato non aver avuto il coraggio di puntare noi su di lui come su Furina…io chiedo una cosa alla proprietà: vedano di non rinnovare contratti scaduti a qualche anchilosato e magari al posto loro inserire dei giovanie vedano di non fare quanto detto anche perché sebbene il Catanzaro conti solo 11/12 contrattualizzati, bisognerà trovare una soluzione per liberarsi dei contratti di Di Piazza, Mangni e Curiale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *