U.S. Catanzaro: il futuro è adesso, vertice societario e conferenza stampa

Si preannuncia un fine settimana intenso in casa giallorossa, con il rientro in sede del DG Diego Foresti e del DS Massimo Cerri che mercoledì assisterà al match Alessandria-Albinoleffe.

L’arrivo in città dei due direttori darà il via al vertice con la proprietà rappresentata dalla Holding dei fratelli Noto: Floriano, Desiderio e Gino.

E’ ancora viva la delusione per l’eliminazione dai play off, ma bisogna ripartire bene e il prima possibile. Al Catanzaro edizione 2020-2021 non c’è nulla che si possa rimproverare, un campionato da applausi costruito giornata dopo giornata con grande abnegazione che porta in dote un anno di grande esperienza e con 12 calciatori sotto contratto da cui ripartire.

Il vertice tra i fratelli Noto e le figure dirigenziali servirà a delineare le ambizioni del Catanzaro Calcio, che senza girarci troppo intorno, dovranno puntare ad un campionato di vertice, attraverso l’ingaggio di 6 elementi in grado di garantire quel salto di qualità supportati anche dall’inserimento di qualche giovane di belle speranze.

Dopo il faccia a faccia tra proprietà e dirigenza, sarà assente Antonio Calabro che dovrebbe rientrare a Catanzaro nella prossima settimana, è prevista una conferenza stampa, che con ogni probabilità potrebbe tenersi entro questo fine settimana o al massimo l’inizio della prossima.

In città si respira un clima sereno, che guarda agli imminenti programmi societari con grande ottimismo, una tifoseria pronta a rigenerarsi di entusiasmo e a dare il suo impareggiabile sostegno in vista dell’apertura totale degli stadi.


Commenti

10 risposte a “U.S. Catanzaro: il futuro è adesso, vertice societario e conferenza stampa”

  1. Avatar Felice
    Felice

    Occorra la sinergia di tutte le componenti per partire col piede giusto inserendo ciò che serve. E non per forza significa salassare. Basta vedere il Bari con Antenucci, grande nome, reti, ma……….
    Usando bene il fattore tempo Foresti e Cerri sapranno trovare l’occorrente sia nel piano tecnico che motivazionale. Gente che vuole arrivare, ad ogni costo è motivata

  2. Avatar Felice
    Felice

    Occorre la sinergia di tutte le componenti per partire col piede giusto inserendo ciò che serve. E non per forza significa salassare. Basta vedere il Bari con Antenucci, grande nome, reti, ma……….
    Usando bene il fattore tempo Foresti e Cerri sapranno trovare l’occorrente sia nel piano tecnico che motivazionale. Gente che vuole arrivare, ad ogni costo è motivata

  3. Avatar francesco
    francesco

    Bene attendiamo con impazienza la conferenza stampa,ma la ricetta per vincere è quella: ritiro estivo con squadra completa, due attaccanti da doppia cifra, 0 acquisti di calciatori reduci da infortuni o poche partite giocate l’anno prima, più qualità tecnica nei centrocampisti, più qualità dinamica sulle fasce,più centimetri in difesa(perché attenzione! abbiamo preso pochi goal per tutta la fase difensiva ed un atteggiamento molto prudente,non perché avessimo dei fenomeni nel reparto),ma per vincere bisogna giocare all’attacco.

  4. SONO NATO TIFOSO GIALLOROSSO(CZARO)MIO PADRE ERA CZARESE
    OGGI AVENDO 78/ANNI,CAPIRETE IL XKÉ CONTINUO AD ESSERLO!!
    COMUNQUE VADA, COMPLIMENTI XQUELLO TESTÉ FINITO,ED UN
    GRANDE IN BOCCA AL LUPO XIL PROSSIMO DA ASSOLUTO PROTA
    GONISTA!!!!! FORZA CATANZARO!!!!!!!!!!!

  5. Se confermano Calabro…. Buone prospettive.

  6. Un ringraziamento a tutti: dalla grande famiglia Noto,dirigenti, squadra e allenatore.Non demoraliziamocci,riproviamo da protagonisti. Forza Catanzaro sempre, un abbraccio a tutti i giallorossi, da Monza e Brianza Giovanni Mussari

  7. Avatar Vincenzo
    Vincenzo

    4 Anni di Chiacchere.
    Siamo stufi.
    Vogliamo fatti, il Catanzaro in B.
    Noto altrimenti Vattene

  8. Bisogna confermare solo giocatori bravi e mandare via quelli scarsi,bisogna rinforzare difesa,centrocampo ed attacco,confermare allenatore molto bravo e capace.

  9. Avatar Vittorio Reale
    Vittorio Reale

    Idee chiare e rosa da completare,non stravolgere: calabro merita la conferma e la fiducia.Forza CZ da Bari(73 anni, lontano dalla Città da 54 anni, ma sempre tifoso giallorosso,nonostante delusioni e amarezze che speriamo finiscano presto.)

  10. Avatar francesco
    francesco

    Visto Avellino-Padova, un brutto calcio, nelle due partite più il tempo a stare perterra (a seconda di chi ne avesse convenienza) che a giocare, poi botte a piacere, alcune finezze come il monoschema di Braglia (palla a Tito e cross da 60 metri), il Padova meglio nel primo tempo poi è calato fisicamente ma ha dei calciatori importanti ed alla fine è in finale….da notare Nicastro che non ha perso la sua impalpabilita’ ammirata nel Catanzaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *