21 Ottobre 2021

catanzarosport24.it

l'informazione giallorossa

Play off, cresce l’attesa per il debutto delle Aquile

scritto il: venerdì, 14 Maggio 2021 - 11:56

Tempo di lettura: 2 minuti

Quindici giorni al tanto atteso inizio degli spareggi che decreteranno la quarta squadra che salirà in serie B e nell’ambiente giallorosso si avverte una certa ansia frutto anche dei tanti play off (9) finora disputati dal Catanzaro e purtroppo tutti miseramente persi.

Il gruppo squadra prosegue la preparazione agli ordini di mister Calabro che ha l’intero organico a disposizione, compreso capitan Corapi che gradualmente ha ripreso gli allenamenti in seguito all’intervento chirurgico al ginocchio. I ragazzi appaiono abbastanza carichi ma sereni quanto basta per affrontare gare di questa importanza, grazie anche alla presenza di gente esperta già abituata a questo tipo di situazioni.

Va da sé che con il trascorrere dei giorni l’ansia crescerà in maniera esponenziale tra i tifosi ma ciò che conta è evitare di mettere troppa pressione alla squadra. Sarebbe deleterio caricarla di troppa responsabilità, come successo nelle precedenti analoghe occasioni. Questa volta però la situazione appare decisamente diversa che in passato in quanto la squadra arriverà a questo appuntamento nelle migliori condizioni psico-fisiche. Il lungo, attuale, stop che si è ulteriormente dilatato a causa del rinvio (per Covid, sempre lui!) della gara tra Triestina e V. Verona, sta dando la possibilità a Martinelli e compagni di recuperare le energie fisico-atletiche resesi necessarie per affrontare il tour de force cui sono stati sottoposti nel corso dell’ultimo mese della regular season. U mese nel quale i ragazzi hanno dato il meglio di loro pur di fronte alle emergenze e alle tante difficoltà causate dal focolaio Covid in seno al gruppo squadra con ben 7 elementi risultati positivi.

Potrà apparire un controsenso ma il propagarsi del virus all’interno della squadra giallorossa è stato un bene, in quanto ciò ha messo nelle condizioni mister Calabro di effettuare scelte obbligate per mandare in campo una formazione in grado di competere ad armi pari con squadre del calibro di Catania e Juve Stabia. Il filotto di vittorie ottenuto grazie all’apporto di gente come Pierno (piacevolissima sorpresa per tutti), Gatti, Parlati, ha permesso di raggiungere un risultato da molti insperato e che certamente a fine marzo era impensabile visto il distacco in essere rispetto ad Avellino e Bari. Un mese, quello che ha preceduto l’ultima gara della stagione regolare nel quale il gruppo ha acquisto maggiore consapevolezza della propria forza cementando quella coesione che è alla base delle migliori fortune di un collettivo. Uno spirito dunque che permetterà, ne siamo convinti, di disputare i play off, si spera nella loro completezza fino al giorno della finale, nelle condizioni ideali. La pressione di una piazza esigente e ormai stanza di vivacchiare in terza serie non deve e non può alterare gli equilibri creatisi in seno a squadra, società e dirigenza.

All’insegna della serenità viviamo questo periodo che precede la gara dei quarti di finale in programma giorno 30, tutto il resto sarà (si spera) una naturale conseguenza.

Foto: Romana Monteverde/ US Catanzaro 1929

Commenti da Facebook

Categorie

error: © Tutti i diritti riservati (All Rights Reserved) Catanzarosport24.it
P