Catanzaro 6 entusiasmante, grazie anche al fattore 3

Se sia perfetto è ancora presto per dirlo, di sicuro al momento è bellissimo. Il mese di marzo, il numero 3 del calendario, rappresenta per il Catanzaro 30 giorni entusiasmanti, i più belli della stagione (finora). Sempre all’insegna di quella cifra, ritenuta perfetta: il 3! Tre i punti in classifica contro la Cavese, tre le partite senza prendere gol, tre le vittorie consecutive e tre, soprattutto, il numero che indica la posizione in classifica. Il tutto arrivato alla giornata numero 30. Se non è perfezione poco ci manca. Esattamente come questo Catanzaro che ora sembra davvero una macchina dai meccanismi ben oleati. Merito anche della difesa, guarda caso schierata a 3. Ma non solo, perché tutti stanno contribuendo alla causa, anche chi non gioca titolare ed entra per dare il suo contributo come successo ieri a Sergio Contessa che della squadra è il numero 3, ed ha sostituito il match winner Porcino, la cui cifra sulle spalle inizia con quel numero così bello in questo momento. Un momento in cui staranno godendo i 3 uomini dietro la scrivania, i rappresentanti delle Aquile fuori dal campo: il presidente Noto, il ds Cerri, il dg Foresti. Gli artefici insieme a mister Calabro di questo campionato così soddisfacente, caratterizzato per ora da 54 punti. Divisi come? Facile a dirsi seguendo il fattore 3: 33 in casa e 21 fuori, tutti multipli di quel numero magico. Multiplo come 60, la quota di punti che ora ha l’Avellino, avanti sei punti, altro multiplo. Insomma, anche se è sacrosanto guardarsi alle spalle, è bello anche guardare avanti, perché rinunciare al numero 3 nella griglia della classifica per il 2 di certo non dispiacerebbe. Sarà il campo a dirlo, di sicuro ora come ora tutti temono il Catanzaro, che ci fa tre…pidare perché fa tre.. mare tutti.

Foto:Romana Monteverde /US Catanzaro 1929


Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *