Catanzaro un match alla volta: arriva un Francavilla malconcio, dacci dentro!

Nel calcio non c’è mai nulla di scontato la storia è piena di partite “scritte” ed invece finite in archivio per essere tramandate ai posteri con il piccolo Davide che ha sconfitto il gigante Golia.

Catanzaro-Virtus Francavilla ha i connotati del grande Golia contro il piccolo Davide, da un lato i giallorossi calabresi chiamati a vincere per proseguire il miglior piazzamento nella griglia play off, dall’altro versante i biancoazzurri pugliesi impegnati su due versanti, il primo è quello di non farsi risucchiare nella zona play out che dista 5 punti ed altrettanti li separano dal secondo obiettivo, l’ingresso nella griglia play off.

Il pareggio casalingo contro la Ternana nell’ultimo impegno casalingo ha un po’ alzato il morale dei ragazzi di mr Trocini, in passato accostato alla panchina dell’U.S. Catanzaro, che mancano all’appuntamento con la vittoria da ben sette turni e l’impegno in trasferta al “Ceravolo” non è sicuramente la medicina migliore.

Non può sbagliare il Catanzaro di Calabro, che è un ex per il Francavilla, bisogna vincere anche perché la sorprendente sconfitta casalinga del Bari nell’ultimo turno apre scenari importanti che solo 7 giorni fa sembravano proibitivi per concorrere per la terza posizione anche a fronte di diversi intrecci di incontri diretti con il Bari che deve giocare sui campi della Ternana (domenica prossima) Catanzaro e Avellino.

Discorsi questi che comunque non devono riguardare chi va in campo, la concentrazione deve restare alta pensando giornata dopo giornata, avversario dopo avversario a macinare punti senza guardare in faccia nessuno. Ora tocca al Francavilla, diamoci dentro ragazzi!


Commenti

Una risposta a “Catanzaro un match alla volta: arriva un Francavilla malconcio, dacci dentro!”

  1. Avatar Serghej
    Serghej

    Perchè malconcio?? Mi sembra un Francavilla in salute visto che ha pareggiato con la Ternana recuperando dopo essere passata in svantaggio. Non mi fiderei molto, ha una buona impostazione di gioco, bisogna affrontarla con determinazione e non sottovalutarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *