Catanzaro calcio, ancora possibile la rincorsa al terzo posto?

Rispondiamo positivamente alla domanda che dà il titolo a questo pezzo e cerchiamo di motivarne il perché. Il Catanzaro è squadra dai risultati e dal rendimento altalenanti è vero, così come è vero che nel corso di questa stagione non è riuscita a conseguire 3 vittorie consecutive ma in questo periodo della stagione, decisivo per il rush finale, crediamo che abbia tutte le carte in regola per cercare di dare continuità alle prestazioni e quindi alle vittorie. Si è più volte detto che le potenzialità ai ragazzi di mister Calabro non mancano e i tre punti esterni conseguiti contro formazioni quotate che lottano per le prime posizioni della classifica lo dimostrano. Siamo convinti che non sono stati frutto del caso o conseguenza di episodi fortuiti. Se passiamo in rassegna queste gare appaiono evidenti i meriti di Corapi e compagni che hanno dimostrato che, specie con le “grandi” del girone sono in grado di esprimere un bel gioco ma soprattutto redditizio. A 9 giornate dal termine della stagione regolare le motivazioni dovrebbero dare una spinta in più a tutte le squadre del girone, chi per un obiettivo chi per un altro, ecco perché quelle dotate di maggiore potenzialità dovrebbero fare la differenza. L’inaspettata sconfitta interna del Bari con il Potenza deve dare a Corapi e compagni la convinzione di provare in tutti i modi a fare la rincorsa sui pugliesi a patto però che gare come quella di ieri in terra abruzzese vengano disputate al meglio delle condizioni mentali e fisiche, cosa che purtroppo non è avvenuta. Gli incontri ravvicinati sono una parziale scusante anche perché il calendario è uguale per tutti. Arrivare terzi in classifica darà un vantaggio maggiore in quanto si eviterà un turno dei play off che, per come sono strutturati richiederanno un notevole dispendio di energie soprattutto fisiche. La mancata vittoria di Teramo che era certamente alla portata del Catanzaro, avrebbe ridotto di altri 2 punti il divario dal Bari e considerato che i biancorossi dovranno recarsi al “Ceravolo” il tentativo di sorpasso sarebbe stato più concreto anche perché il Bari nel prossimo turno sarà impegnato a Terni contro la capolista che sente sempre più il fiato sul collo di un lanciatissimo Avellino che non sta perdendo un colpo. Ciò nonostante gli attuali 7 punti che separano i giallorossi dai biancorossi potrebbero essere recuperati se, come detto, il Catanzaro affronterà le gare che seguiranno come se fossero tutte decisive, dando cioè in ognuna di esse il massimo in termini di prestazioni e acquisendo partita dopo partita maggiore consapevole dei propri mezzi.

Altro aspetto da non sottovalutare è legato alle aspettative di una piazza, quella barese, che dopo una campagna acquisti faraonica (per la categoria) e al termine dei primi due anni (infruttuosi) di gestione De Laurentis, sta mettendo un po’ troppa pressione all’undici del tecnico Carrera che pertanto potrebbe non rendere al massimo. L’ambiente biancorosso è deluso già dalla passata stagione per il mancato raggiungimento del primo posto che avrebbe dovuto dare concretezza alle speranze di promozione diretta e ancor di più dopo la sconfitta in finale play off. Adesso quindi non perdonerebbe un ulteriore passo falso di Maita e compagni. Da questa situazione alquanto “incandescente” potrebbe dunque approfittarne il Catanzaro il quale però si attende di scendere dall’altalena che sta caratterizzando il suo campionato

Foto: Romana Monteverde /US Catanzaro 1929


Commenti

4 risposte a “Catanzaro calcio, ancora possibile la rincorsa al terzo posto?”

  1. Avatar Serghej
    Serghej

    Ritengo l’obiettivo un pò difficile, soprattutto perché l’attacco segna troppo poco, non tira mai in porta. Nelle ultime due partite solo due tiri, ieri neanche uno. Significativo che il nostro cannoniere è Carlini, non una vera punta, che tira il carro per tutti dovendo pensare a costruire e anche a segnare. Fino a quando ce la farà? Anche lui non è un ventenne!!!!

  2. Avatar francesco
    francesco

    La posizione in classifica è importante,ma è più importante come si arriva ai play-off.Questa squadra come detto nell’articolo ha un rendimento altalenante,dovuto ad evidenti lacune più volte elencate.Senza tornare nei dettagli guardando una partita del Catanzaro, ho sempre l’impressione che manchi qualcosa,e che la squadra faccia una maledetta fatica nel creare gioco,e da ciò dipende la poca attitudine a far gol, quindi questo è il massimo che la squadra può fare ,non vedo margini di miglioramento, dovuti anche all’età media, ai play-off bisognerebbe inventarsi qualcosa, ma abbiamo un allenatore senza coraggio che non osa ed allora sarà difficilissimo

  3. Avatar Paolo
    Paolo

    Come facciamo a paragonarci col Bari? Loro hanno in attacco Antenucci e Ganci mentre noi abbiamo 2 vecchi bomber arrugginiti come Evacuo e Curiale che ormai fanno il solletico agli avversari. Io spero di mantenere il quarto posto e la vedo dura perché anche il Catania ha un attacco più forte con Russotto e Sarao che magari fossero ancora con noi

  4. Avatar Giuseppe
    Giuseppe

    Sperare non costa niente, ma per il terzo posto la vedo difficile, il quarto già sarebbe un ottimo risultato, considerando l’andazzo, considerando il mister, considerando la squadra, nel calcio tutto è possibile, solo che i fatti dimostrano che ci vuole ambizione e una solida organizzazione. speriamo di arrivare ai play off in condizioni fisico mentali, buone!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *