U.S. Catanzaro: corsa al quarto posto, ora gli avversari sono anche Modena, Perugia e Lecco

La sconfitta in casa con l’Avellino, con ogni probabilità,mette fuori gioco il Catanzaro per la corsa al secondo e terzo posto del girone. Resta da conquistare un quarto posto che non è affatto un piazzamento da buttare, anzi, per come vedremo può essere addirittura fondamentale.

Cosa dice il regolamento attuale dei play off?

Intanto partiamo dalla novità introdotta in questa stagione che vede sempre 28 squadre ammesse ai playoff, ma la 28ª non sarà la vincitrice della Coppa Italia di Serie C, competizione che non si è disputata a causa delle esigenze organizzative imposte per la pandemia da Covid, al suo posto è ammessa l’11ª squadra classificata del girone con la migliore 4 classificata.

La composizione dei play off

Resta confermato il tabellone di tre fasi:

  1. Fase Play Off girone;
  2. Fase Play Off Nazionale;
  3. Final Four

Le gare di Play Off di girone si disputano con gare di sola andata in casa della squadra meglio piazzata, mentre cambiano i Play Off nazionali che verranno disputati con gara di andata e ritorno.

L’importanza di finire al 4 posto

La 4ª squadra classificata di ogni girone accede direttamente al secondo turno delle eliminatorie di girone, giocando in gara unica in casa, salterebbe quindi il primo turno di Play Off del girone.

Ma attenzione tra le tre squadre classificate al quarto posto, la migliore di esse accede direttamente alla fase dei Play Off nazionali, eviterebbe quindi anche il secondo turno dei Play Off a girone.

Come si determina la migliore 4ª classificata

Il girone C della Serie C tra tutti e tre i gironi è quello che per l’esclusione del Trapani presenta un numero minore di quadre, 19 anziché le 20 dei gironi A e B.

Per garantire omogeneità nell’applicazione dei criteri punti totalizzati, vittorie e Reti realizzate si utilizzerà, solo per le squadre del Girone C, un coefficiente moltiplicatore pari a 1,05555556, ottenuto dal rapporto tra il numero totale delle gare di regular season giocate nei gironi A e B (38) ed il numero totale di quelle giocate nel girone C (36).

In funzione di ciò, se il campionato finissse oggi la classifica attuale tra le 3 quarte dei tre gironi sarebbe la seguente:

Lecco (gir. A) 50,00 punti

Modena (gir. B) 53,00 punti

Catanzaro (gir. C) 46,44 punti Il Modena (che si trova a pari punti con il Perugia nel girone B che va però al secondo posto) guadagnerebbe l’accesso alla prima fase dei Play Off nazionali, Lecco e Catanzaro accederebbero direttamente al secondo turno con gara di solo andata in casa dei Play Off a gironi

(Foto : Pasquale Ponente)


Commenti

3 risposte a “U.S. Catanzaro: corsa al quarto posto, ora gli avversari sono anche Modena, Perugia e Lecco”

  1. Avatar Eugenio
    Eugenio

    Lasciamo stare i se e i ma, in quanto ne abbiamo riempito le fosse del Musofalo, della Fiumarella e dei burroni di Fondachello. Oggi scrivo per tutt’altri scopi e non voglio più parlare né di Calabro, allenatore modestissimo e certo non in grado di portarci in B, ( come si fa a giocare con Casoli guastatore ( di feste) e senza tenere conto di Molinaro, Grillo, Baldassin, Parlato, ecc ecc e giocare stanchi e cotti con l’Avellino? Misteri del calcio e di noi che siamo tutti allenatori(uff), presidenti e direttori. Restiamo una buona squadra che, se riforma sarà, rischia di essere nei semipro’ l’anno prox. No, io volevo chiedere: come posso fare per entrare nello stadio come stanno facendo tanti? È possibile che per uno come me, abbonato dal 1969/1970, non esista un canale preferenziale per assistere dal vivo ad una partita? A chi devo prostrarmi o prostituirmi? Sono già sulla via degli alberi puntuti di Via Paglia e non so se un giorno sì potrà tornare allo stadio, tuttavia vorrei essere uno di quei TANTI che si assiepano nella tribuna e nei distinti. Come devo fare?

    1. Avatar Serghej
      Serghej

      Mi ponevo la tua stessa domanda, visto la presenza di molte persone. Possibile che siano tutti giornalisti o facenti parte dello staff?

  2. Avatar Michele
    Michele

    Calco lo stadio Ceravolo dal 1968 (allora si chiamava Militare) ed oggi penso le tue stesse cose, Eugenio. Se non ci sarà una riforma dei campionati sarà difficile che un allenatore come Calabro possa portarci in serie B (naturalmente vorrei essere smentito). E siccome la speranza è l’ultima a morire (almeno così dice il proverbio), mi auguro possa rivedere la mia amata squadra nel campionato che gli compete. Forza Aquile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *