8 Maggio 2021

catanzarosport24.it

l'informazione giallorossa

Catanzaro-Ternana, tre ex rossoverdi per battere la capolista

scritto il: mercoledì, 24 Febbraio 2021 - 19:52

Tempo di lettura: 2 minuti

Un carrarmato guidato da un sergente di ferro quello che sabato scenderà sul prato del “Ceravolo”. Parliamo della Ternana e di mister Lucarelli, unica compagine imbattuta del girone che macina punti su punti ogni domenica, assottigliando le distanze che la separano da una sempre più probabile promozione in Serie B.

Ma le tappe che il cingolato di mister Lucarelli deve ancora percorrere sono 12, con 36 punti a disposizione ed un margine di + 12 sull’Avellino secondo in classifica, con gli irpini che hanno una partita in più e che dopo la Ternana renderanno anche loro visita al Catanzaro nel turno infrasettimanale di mercoledi prossimo.

Per la Ternana vincere al “Ceravolo” significherebbe mettere una seria ipoteca sulla promozione, ma per i rossoverdi non sarà una impresa facile.

Ad attenderli ci sarà un Catanzaro rilanciatosi in classifica grazie al successo esterno di Palermo, un rilancio rinvigorito anche dall’odierno pareggio del Catania sul campo della Paganese (recupero della ventesima giornata) che permette ai giallorossi con 41 punti di consolidarsi in solitaria al quarto posto e puntare a migliorarlo andando a prendere sia il Bari (terzo in classifica a quota 46) e l’Avellino secondo (a quota 50). Anche il Bari come l’Avellino dovrà venire a giocare al “Ceravolo”.

Punti pesanti quindi, in un filotto di 6 gare che avrebbe delineato ambizioni ed obiettivi del team di mr Calabro, filotto cominciato dal successo esterno di Foggia e bissato a Palermo con l’intermezzo dello scivolone casalingo contro la Casertana, l’unico passo farlo casalingo in cui il Catanzaro, pur dominando, ha lasciato l’intera posta in palio agli avversari.

E questo Catanzaro ha tutte le caratteristiche per fronteggiare la Ternana, supportate da una serie di motivazioni, ad iniziare da una condizione atletica che nelle ultime giornate ha registrato notevoli progressi.

Motivazioni atletiche e di classifica che saranno supportate anche da una spinta emotiva di una batteria di tre rossoverdi attualmente presenti nelle file del Catanzaro: Di Gennaro, Verna e Fazio tre tasselli importanti nell’intelaiatura di Calabro che va facendosi sempre più robusta e pratica.

Mettiamoci anche che c’è da riscattare il brutto secondo tempo di Terni nella gara del girone di andata che costò una pesante sconfitta (5-1) che ebbe anche ripercussioni emotive sulla giornata successiva con il recupero casalingo contro il Palermo con i giallorossi in superiorità numerica di due uomini si fecero rimontare in piena “zona Cesarini”.

Tanti ingredienti che se non fosse stato per le restrizioni da Covid avrebbero richiamato il grande pubblico sugli spalti del “Ceravolo”, ma Calabro e i suoi ragazzi hanno preso consapevolezza che se anche gli spalti sono vuoti, un popolo di tifosi li spinge con il cuore esortandoli a non mollare mai.

Commenti da Facebook
error: © Tutti i diritti riservati (All Rights Reserved) Catanzarosport24.it
P