Carlo Talarico: “Il “Pino” sta morendo, salviamolo”

Con un accorato appello su facebook il giornalista catanzarese, Carlo Talarico, nella giornata di domenica ha segnalato lo stato di abbandono e di incuria in cui versa il “Pino” all’interno dello Stadio Ceravolo a ridosso della “Curva Capraro”.”Se ne sta andando – scrive Talarico – Salviamolo! Patrimonio della Città, della Calabria in Serie A”.

L’albero secolare, aggiungiamo noi, è parte integrante della tradizione calcistica della “Catanzarese” come il “fratello” scomparso nel 2009.

Lo Stadio Nicola Ceravolo si caratterizzava per la presenza di un pino marino nella curva riservata ai tifosi giallorossi, particolare unico tra gli stadi di tutta Italia; nell’estate del 2009 l’albero venne tagliato per effetto dell’entrata in vigore delle nuove norme sulla sicurezza negli stadi. Il famoso pino – che era diventato l’emblema dello stadio peraltro storico con i suoi lunghi anni di vita – ombreggiava la curva “Massimo Capraro” ed era diventato un’icona per diverse generazioni di afecionados. Gli accorciarono la vita le colate di cemento sulle radici alcuni anni fa costringendolo a rinsecchire.

Farà la stessa fine? Noi riprendiamo e facciamo nostro l’appello di Carlo Talarico, “Salviamolo” mandando un chiaro e forte messaggio all’amministrazione comunale .


Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *