16 Gennaio 2021

Speciale – Tutto il calcio minuto per minuto compie 61 anni

scritto il: venerdì, 08 Gennaio 2021 - 13:21

Tra i programmi che hanno fatto la storia ( e che tutt’ora continua a farla) sicuramente c’è “Tutto il calcio minuto” che domenica 10 gennaio compie 61 anni di attività.
La storia di “Tutto il calcio minuto” comincia nella stagione 1959-1960 quando Guglielmo Moretti ( allora capo della Redazione Sportiva Rai) copio ed adotto una trasmissione francese “Sport et musique” e con il contributo di Sergio Zavoli e Roberto Bortoluzzi la configurò alle esigenze del palinsesto sportivo della RAI.
Dopo la prima fase sperimentale avvenuta nel 1959, il 10 gennaio 1960 “Tutto il calcio minuto per minuto” venne trasmesso per la prima volta da Programma Nazionale (nel 1975 prenderà l’attuale denominazione di Rai Radio 1) dalla storica sede della Rai di Corso Sempione di Milano . In quella prima puntata furono tre i campi collegati : da Milano per Milan – Juventus Nicolò Carosio, da Bologna per Bologna – Napoli Enrico Ameri e da Alessandria per Alessandria – Padova Andrea Boscione mentre le variazioni dai campi non collegati venivano raccontate da Bortoluzzi nello studio centrale.

Dalla stagione 1987-1988Tutto il calcio minuto per minuto” ha l’opportunità di raccontare non solo i secondi tempi ma anche i primi tempi. Per anni la storica trasmissione venne sospesa sempre nelle ultime giornate di campionato per timore di condizionare l’esito finale del campionato sia per quanto riguarda la lotta per la conquista dello scudetto e sia per la zona retrocessione ma solamente nel 1970 verrà consentito alla trasmissione radiofonica le ultime giornate di campionato permettendo così a milioni di radioascoltatori di ascoltare gli ultimi istanti delle lotte per la zona scudetto e per la zona retrocessione.


Tanti i radiocronisti che hanno saputo emozionare e incollare milioni di italiani davanti alla radio: Niccolò Carosio, Enrico Ameri, Sandro Ciotti, Andrea Boscione, Adone Caparezzi, Claudio Ferretti, Beppe Viola, Nicola Sapio, Enzo Foglianese, Ezio Luzzi (storico inviato della Serie B dal 1962 al 2000) Italo Moretti, Claudio Ferretti, Carlo Nesti, Emanuele Giacoia (voce storica del Catanzaro nel periodo della Serie A) e Gianfranco Pancani .

Negli anni 2000 si affermarono radiocronisti come Riccardo Cucchi (che entrò nella redazione di Tutto il calcio minuto per minuto nel 1982 e divenne nel 1995 prima voce prima di andare in pensione nel 2017), Bruno Gentili, Livio Forma, Emanuele Dotto (voce storica del calcio e del ciclismo), Giulio Delfino ( storica voce del calcio e della F1, attuale giornalista di Rai Sport) Tonino Raffa (voce storica della Reggina e del Messina ), Carlo Verna (voce storica delle squadre campane e attuale presidente dell’ordine dei giornalisti), Enzo Del Vecchio (storica voce delle squadre pugliesi), Roberto Gueli (storica voce delle squadre siciliane), Tarcisio Mazzeo (storica voce delle squadre liguri), Antonello Orlando, Ugo Russo e Federico Calcagno (attuale giornalista di Rai Sport).


La prima radiocronista donna di “Tutto il calcio minuto per minuto” fu Nicoletta Grifoni nel 1988 dopo di lei nel corso degli anni sarebbero seguite Gabriella Fortuna , Sara Meini (attuale voce delle squadre toscane) e Rita Lucido.


Quattro i conduttori che si sono alternati nello studio centrale (situato fino al 1999-200 nella sede storica Rai di Corso Semprione a Milano e poi a partire dalla stagione 2000-2001 nello studio Rai di Saxa Rubra a Roma):

Roberto Bortoluzzi dal 1960 al 1987,

Massimo De Luca dal 1987 al 1992,

Alfredo Provenzali dal 1992 al 2012 e attualmente da Filippo Corsini.


Attualmente la squadra di “Tutto il calcio minuto per minuto” è composta dall’esperto radiocronista cosentino Francesco Repice (attuale radiocronista negli anticipi e nei posticipi, nei match europei e prima voce della nazionale), dal reggino Giovanni Scaramuzzino (prima voce di “Tutto il calcio minuto per minuto dopo il pensionamento di Riccardo Cucchi”), dal catanzarese Giuseppe Bisantis ( voce nei match europei e prima voce della nazionale under 21), Diego Carmignani, Massimo Barchiesi, Manuel Codignoni (attuale voce di calcio e F1) e Cristiano Piccinelli.

Inutile girarci intorno 61 anni la cara e vecchia radio li dimostra tutti segnata dal progresso tecnologico e dal calcio portato sul divano di casa come in uno stadio virtuale. La radiolina, un lusso che un tempo chiunque poteva permettersi senza contratti, senza cavi e senza decoder bastava una tasca e una batteria da riserva e il gioco era fatto ed un lusso gratuito per tutti, il valore aggiunto di una domenica di calcio che in 90 minuti raccoglieva un ‘unica emozione o ancora meglio una emozione unica. Enrico Ameri, Sandro Ciotti, con la voce dallo studio centrale di Roberto Bortoluzzi voce da cui dipendeva il sapere di 60 milioni di italiani l’attesa di un’interruzione, il boato che rompeva la gioia strozzata in gola.

Oggi è inutile negarlo la radio non ha l’appeal di un tempo ma seppur con qualche ruga e i primi capelli bianchi resta intrigante ma allo stesso
tempo fedele, basta chiudere gli occhi e alzare il volume a vincere sarà l’immaginazione immortale e eterna.


Buon compleanno “Tutto il calcio minuto per minuto

Commenti da Facebook
error: Content is protected !!
P