Catanzaro-Juve Stabia 2-2, Calabro: “Dovevamo cercare di fare il terzo goal”

Mister Calabro ha parlato ai microfoni del sito ufficiale del club giallorosso al termine del pareggio interno contro la Juve Stabia.

“La gara è stata come la pensavamo. Sapevamo che la Juve Stabia se la sarebbe giocata a viso aperto e ci sono tante occasioni. Partita tatticamente molto aperta dove noi l’abbiamo interpretata bene in alcuni momenti e meno bene in altri. Il rammarico è sul 2-1. Dovevamo cercare di fare il terzo sfruttando gli spazi che ci concedevano. Le gare contro queste squadre, se le lasci aperte, può succedere di tutto”

Foto:Romana Monteverde /US Catanzaro 1929


Commenti

8 risposte a “Catanzaro-Juve Stabia 2-2, Calabro: “Dovevamo cercare di fare il terzo goal””

  1. Più che segnare il terzo gol dovevate evitare di prendere il secondo, cosa facilissima bastava evitare di “giochicchiare” PERICOLOSAMENTE al limite della nostra area di rigore, a pochi minuti della fine della partita. Questo cavolo di moda-vizio di far partire l’azione OBBLIGATORIAMENTE giochicchiando dalla propria area di rigore è una delle più grandi calamità che potesse capitare al gioco del calcio. Almeno il 20% dei gol nei vari campionati, serie A compresa si prendono per questi errori. Se poi la squadra avversaria ti fa il pressing alto occorre il lancio lungo. Tranne se non hai 10 Messi in squadra ma non mi sembra che Pinna e company in difesa siano ciò. E così STUPIDAMENTE abbiamo perso altri 2 punti.

    1. Ma anche più del 20%… solo sabato 12, negli anticipi di serie A, 4 gol sono stati segnati così:quello dello Spezia, i 2 del Torino e quello del Verona. La cosa incredibile che anche in serie C, con i giocatori che ovviamente sono molto più scarsi e i terreni di gioco sono più irregolari e insidiosi parecchi si ostinano a partire palla a piede dalla difesa anche quando gli avversari pressano. Lanciassero la palla in avanti, al 50% la prendiamo noi e al 50% va agli avversari e sti cavoli, almeno si ritrovano lontano dall’area e l’azione se la devono costruire…

  2. Avatar Edoardo Mazza
    Edoardo Mazza

    Ricogliti

  3. Avatar Edoardo Mazza
    Edoardo Mazza

    Troppe disattenzioni reparto arretrato crinadatto all promozione, centrocampo privo di forza di copertura attacco non aiuta in mezzo la squadra inevitabile panico quando aggredita i quadrilateri difensivi saltati subito i portatori di palla avversari non aggraditi. Mai mai mai subito lasciati giocare fino all area, disastro tattico per certe lacune inevitabile crollo punto guadagnato per una salvezza con otto giornate d anticipo e play off solo per regola di lega tutto il resto come sapete è il solito copione scritto e riscritto da decenni

    1. Tutto vero !!!

  4. Avatar Giuseppe mauro
    Giuseppe mauro

    Ma basta con questi portatori di sfortuna che fanno gli allenatori e pensano di saper interpretare le partite

  5. Avatar Gianpiero
    Gianpiero

    Ripeto Martinelli (quando è in forma) è fondamentale per la squadra perché è un buon regista difensivo e fa dei bellissimi lanci, l’unico ma importante appunto che posso fare a Calabrò sono i cambi, sbagliati e troppo numerosi, non è obbligatorio effettuare ogni volta tutti i cambi.

  6. ragazzi aprite gli occhi siamo senza difensori di ruolo altro che storie..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *