22 Gennaio 2021

Catanzaro–Turris: i giallorossi contro la “matricola terribile”

scritto il: sabato, 05 Dicembre 2020 - 12:41

Incontro impegnativo per i giallorossi che domani pomeriggio alle 17.30 riceveranno al “Ceravolo” la matricola terribile Turris, vera rivelazione del campionato. I corallini stanno disputando un campionato al di sopra di ogni aspettativa in virtù al un ruolino di marcia che da neopromossa nessuno avrebbe potuto prevedere. 20 punti in 12 gare sono un buon bottino. La formazione allenata da mister Fabiano ha avuto un ottimo rendimento specie lontano dal proprio terreno di gioco grazie anche alle due vittorie di cui una a Palermo e ai pareggi ottenuti su campi difficili come Catania, Avellino e foggia. Il Catanzaro, viceversa ha dimostrato che tra le proprie mura si esprime meglio e lascia difficilmente punti agli avversari. L’unico concesso è al momento quello al Palermo la cui gara sappiamo bene come si è sviluppata. Un incontro dunque contro un avversario ostico che annovera tra le sue fila elementi esperti di categoria come Rainone, Marchese, Sandomenico, oltre agli ex Giannone, Tascone, Di Nunzio. Restando nel campo delle statistiche la Turris non perde fuori casa dallo scorso campionato quando ancora militava in serie D. Sarà presumibilmente un incontro equilibrato quello a cui assisteremo domani, che sarà deciso dal singolo episodio. A spezzare questo equilibrio, almeno sulla carta, ci dovrà pensare la batteria di attaccanti che annovera il Catanzaro e che ad oggi ha reso decisamente molto meno rispetto a quelle che erano le generali aspettative dal momento che Evacuo, Di Piazza, Curiale e Di Massimo messi insieme hanno totalizzato un numero di reti al di sotto della doppia cifra.

Ogni gara fa storia a sé e sappiamo certamente che numeri e statistiche hanno spesso una valenza relativa. I giallorossi dovranno quindi confermare quanto di buono, soprattutto in termini di risultati conseguiti, hanno espresso nelle partite casalinghe  non solo per rispettare la media inglese (eccezion fatta per i due punti persi), anche per mantenere le distanze da quelle formazioni che dopo i recuperi infrasettimanali hanno fatto un notevole balzo in classifica collocandosi a ridosso delle Aquile o, come nel caso del Catania, raggiungendole a quota 19 (e con 2 punti di penalizzazione!). E’ tempo dunque di dare una vera svolta alla stagione, se si vuole mantenere fede ai propositi di garantirsi il miglior piazzamento possibile a fine stagione. Il Catanzaro di quest’anno, a detta ormai di tutti e non solo da parte degli addetti ai lavori, ha le carte in regola, rosa alla mano, per poter raggiungere questo obiettivo però deve esprimersi al meglio, rendendo il suo gioco più fluido e soprattutto più concreto sottoporta. La troppa imprecisione, la frenesia e la poca lucidità di Di Massimo e compagni hanno privato il Catanzaro di quei punti che se ottenuti avrebbero dato la possibilità di posizionarsi immediatamente alle spalle delle due battistrada Ternana e Bari.  Bando dunque all’atteggiamento timoroso e attendistico visto a Bari e si cominci ad abbassare il freno a mano che, giunti ormai alla 14ma giornata per troppe volte è rimasto alzato. Avanti Catanzaro!

Commenti da Facebook
error: © Tutti i diritti riservati (All Rights Reserved) Catanzarosport24.it
P