16 Gennaio 2021

Stadio Ceravolo che fine ha fatto l’ammodernamento della Tribuna? A fine dicembre scade la deroga

scritto il: venerdì, 04 Dicembre 2020 - 12:47

Sono passati 190 giorni, poco più di 6 mesi, dal 26 maggio 2020, quando il sindaco di Catanzaro Sergio Abramo dichiarò alla trasmissione “monitor” in onda su catanzaroinforma.it.: “…si sta preparando un progetto con Agenda Urbana che prevede la nuova tribuna con tetto fotovoltaico; sta per partire la gara”.

Nel mese di agosto 2020 nel corso delle “presentazioni” istituzionali tra il nuovo direttore generale dell’U S. Catanzaro, Diego Foresti e personaggi dell’amministrazione comunale, l’assessore ai lavori pubblici Francesco Longo dichiarava: “Ci si muove su due direttrici, la prima è quella dell’Agenda Urbana in cui si è fatto confluire il progetto dell’intervento, la seconda è il bando “Sport e Periferie 2020” in cui, oltre alla copertura, potrebbero essere inserite altre opere necessarie per il miglioramento e il completamento” .

Quello che oggi noi di catanzarosport24.it siamo in grado di dirvi è che i tempi di realizzazione sono ancora molto ma molto lontani.

Intanto va detto che è stata abbandonata la seconda via quella di ricorrere ai fondi di “Sport e Periferie 2020” che sul piatto, attraverso il Dipartimento dello Sport ha messo 140 milioni di euro. Il 30 ottobre 2020 è scaduto il termine di adesione, dalla Calabria sono stati presentati 288 progetti su un totale di 3380 il comune di Catanzaro non c’è o meglio c’è ma non concorre per lo Stadio Ceravolo ma bensì per lo Stadio “Curto” del quartiere Lido.

Che fine ha fatto quindi il progetto di rifare la Tribuna Coperta? È stato inserito nell’Agenda Urbana, un documento (Agenda Urbana Nazionale) che individua i temi fondamentali di sviluppo nel quale vengono individuate le priorità a sostegno delle Città che riguardano in particolare la povertà, la segregazione spaziale e sociale, il cambiamento demografico e l’utilizzo delle energie rinnovabili. La Commissione Europea invita ciascun paese membro a dotarsi di una “ambiziosa Agenda Urbana” che vede le città direttamente coinvolte nelle strategie di sviluppo.

La centralità della dimensione urbana nella politica di coesione 2014-2020 è testimoniata dallo stanziamento di almeno il 5% delle risorse del FESR alle aree urbane con azioni Integrate per lo Sviluppo Urbano Sostenibile.

In questo contesto dove si colloca la realizzazione della nuova Tribuna Coperta dello Stadio Ceravolo?. Si colloca nell’utilizzo delle “energie rinnovabili” perché la nuova tribuna sarà costruita (attingendo alle risorse della comunità europea – PON 2014-2020) con pannelli fotovoltaici quindi ricade nella strategia delle opere pubbliche attraverso appunto la realizzazione delle energie rinnovabili.

Ed è cosi che il 17 novembre 2020 con atto n. 362 repertorio 4161 la Giunta del Comune di Catanzaro ha deliberato: “Programma Agenda Urbana per Calabria 12014/2020 – D.C C. N. 132/2018 azioni 4 1.1. e 4.1.2. efficientamento energetico – atto di indirizzo individuazione operazioni prioritarie”.

Le opere destinatarie dei fondi di agenda urbana sono 5 tra le quali lo stadio Ceravolo, l’impianto di Via Paglia è stato individuato come prima priorità da Palazzo De Nobili

A questo punto cosa succede, quale iter segue?Bisogna presentare il progetto che dovrà essere valutato dal ramo competente in questo caso il settore gestione territorio ed indire la gara.Un progetto sembra già esserci ed è stato elaborato dallo staff del sindaco , sul quale sembra che si siano comunque prese in considerazione alcuni suggerimenti dell’U.S Catanzaro, tra cui la costruzione in legno lamellare con i pannelli fotovoltaici.

Non resta quindi che dare il via alla gara di appalto, detto così sembrerebbe che la soluzione sia dietro l’angolo di fatto se tutto va bene l’aggiudicazione dei lavori dovrà avvenire sul finire dell’estate (se la gara avverrà per gennaio 2021), difficile invece ipotizzare l’inizio dei lavori, l’impressione è quella che nelle migliori delle ipotesi la nuova tribuna coperta non si avrà prima dell’inizio del 2022.

Nel frattempo il 30 dicembre 2020 scade la concessione in deroga dell’utilizzo dell’attuale tribuna, si andrà sicuramente verso l’ennesima deroga sulla quale però sembrerebbe esserci il vincolo che ciò avverrà solo a condizione che venga indetta la gara per la costruzione di quella nuova

Commenti da Facebook
error: Content is protected !!
P