Felice Evacuo al Catanzaro: sogni ed emozioni che prendono forma

scritto il: martedì, 06 Ottobre 2020 - 13:02

15 ottobre 2012 Catanzaro – Nocerina 2-3 : forse da lì inizia in quel momento l’avventura che porterà dopo poco di più di otto anni di ritardo Felice Evacuo in giallorosso. Durante quella serata, magica per i tifosi della Nocerina e un pó meno per i tifosi giallorossi, succede qualcosa : l’attaccante di Pompei al 88′ sigla il momentaneo pareggio della Nocerina con un terrificante calcio di punizione (leggermente deviato da Sirignano) che ha lasciato di stucco l’allora portiere giallorosso Pisseri e al 90′ sigla la rete della vittoria della Nocerina con un colpo di testa( una delle specialità dell’attaccante campano) su cross dell’ ex giallorosso Bruno.

Felice Evacuo al Catanzaro – Sabato 3 ottobre ore 15:31: da Trapani arriva la rescissione del contratto di Evacuo dal club siciliano. Il Catanzaro si fionda sul calciatore di Pompei e in poche ore chiude uno dei colpi più importanti della storia giallorossa degli ultimi anni. Evacuo al Catanzaro vuol dire la realizzazione di un sogno che fino a poco tempo fa sembrava pura utopia. Vuol dire avere la consapevolezza dei propri mezzi nel raggiungere degli obiettivi importanti. Vuol dire rilanciare l’entusiasmo della tifoseria che fino a poco tempo fa era delusa e scoraggiata. Felice Evacuo è del Catanzaro una nuova era è pronta ad iniziare.

Foto: US Catanzaro 1929

Commenti da Facebook