Calabro: “Sceglierò la miglior formazione.Non voglio sorprese”

Mister Calabro ha incontrato la stampa alla vigilia del match contro il Trapani

“Per me si gioca , e ho preparato la settimana con la convinzione che domani scenderemo in campo. Dopo essere tornati dalla lunga trasferta di Verona ci siamo allenati come previsto per non lasciare nulla al caso. Ed è inutile dirvi le incognite e le preoccupazioni che una partita come questa possono dare: la squadra ha sulle gambe i 120 minuti di Coppa Italia, potrebbe ancora vivere uno stato di euforia che porta al pressapochismo e alla superficialità. E questo non deve succedere e non succederà perché i calciatori sono professionisti.Io metterò in campo la formazione migliore perché non voglio andare incontro a complicazioni. Nel corso della partita vedremo che cambi effettuare e se, eventualmente, potrò dare spazio ai più giovani”

“Stanchezza dopo la partita di Verona? Potrebbe e dovremo essere bravi affinché questo non succeda. Tuttavia quella vittoria, anche per come è arrivata, ha ricreato un grande entusiasmo tra la gente e noi non lo dobbiamo sottovalutare. Questa è una piazza dormiente in questo momento ma che va soltanto spronata. E quella fiamma che abbiamo acceso nella partita di Coppa dobbiamo farla diventare un’esplosione. Questo è l’obiettivo che ho condiviso con i miei calciatori. Sanno che dovranno giocare sempre con quella caratteristica di aggressività e di cuore che devono mettere soprattutto nei momenti di difficoltà che si presentano in una gara. E’ vero che dobbiamo dimenticarci della sfida di Verona per pensare al Trapani ma è anche vero che non dobbiamo dimenticarci di ciò che abbiamo “acceso” e che va alimentato”

Foto: BPE Foto Agenzia Fotografica – Verona


Commenti

3 risposte a “Calabro: “Sceglierò la miglior formazione.Non voglio sorprese””

  1. Avatar MASSIMO LABATE
    MASSIMO LABATE

    Grande mister

  2. Avatar Vincenzo
    Vincenzo

    C’è poco da scegliere,formazione obbligata

  3. Avatar Vincenzo
    Vincenzo

    Bravo mister. Non dobbiamo guardare in faccia nessuno, dobbiamo essere noi gli artefici del nostro destino. Troppi anni bui abbiamo dovuto sopportare, non ultimi gli ultimi due, dove abbiamo fatto ridere tutto il mondo pallonaro. Ora che la luce sta incominciando ad entrare dobbiamo essere bravi a farne entrare sempre di più, in modo da poter lasciare questa categoria che per storia non ci appartiene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *