Aic, revocato lo sciopero per la prima giornata di campionato . Resta lo stato di agitazione

L’Associazione Italiana Calciatori, in considerazione dell’evoluzione delle trattative con la Lega Italiana Calcio Professionistico relativamente al noto problema delle liste dei calciatori professionisti utilizzabili, revoca lo sciopero indetto per la prima giornata di campionato, pur mantenendo lo stato di agitazione già in precedenza proclamato, in attesa dell’Assemblea delle Società di Lega Pro.


Commenti

4 risposte a “Aic, revocato lo sciopero per la prima giornata di campionato . Resta lo stato di agitazione”

  1. Avatar Francesco
    Francesco

    Bene!! Così andremo a Potenza con i calciatori contati (ovviamente non considero i giovani della beretti che non appaiono in grado di giocare a questi livelli). Se tutto fila liscio riusciremo a schierare 11 calciatori, speriamo che al massimo ci sia bisogno di una o due cambi.Complimenti alla proprietà ed ai dirigenti, chissà se cominciano ad avere un po’ di vergogna.Sembra una società in via di liquidazione….attendo sempre prese di posizione di tifo organizzato e giornalisti….

  2. Come ho già scritto in un altro post. Incomincio ad avere una certa antipatia per gli attuali dirigenti giallorossi, in ordine : l’ing. Noto, il D. G.Foresti,il DS Cerri,fare ragionamenti credo che a questo punto lasci no il tempo che trovano, infine, provo invidia per il Bari, per il suo Mister, Auteri, per i suoi giocatori, e per tutta la dirigenza.

  3. Avatar Francesco
    Francesco

    Sono d’accordo col fatto che fare ragionamenti su questo o quello lascia il tempo che trova, tant’è vero che un po’ di giorni fa avevo scritto: rilassiamoci ed aspettiamo una nuova proprietà.Poi però il campionato va giocato e quindi monta la rabbia e ti viene voglia di sfogarla scrivendo qualcosa per cercare di dare un contributo per smuovere le acque,ma mi sembra che l’ambiente, ormai misura un elettroencefalogramma quasi piatto

  4. Giusto Francesco!!! Io sono arrabbiato da quando il nostro amato presidente prima ha venduto d’ursi poi la scellerata scelta di esonerare Auteri per Grassadonia, e per t ante altre cose, non ha tenuto conto ‘MAI’ del gradimento della tifoseria, così anche quest’anno, ha venduto tutti, come al supermercato!!! Cosa possiamo sperare??????? La vedo malissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *