U.S. Catanzaro: Celiento e De Risio al Bari, Claiton e Izzillo accordo vicino, saltano Blondett e Bertoncini, ecco su cui virano le Aquile.

La data dell’esordio in Coppa Italia va via via avvicinandosi e all’insegna di un calcio mercato che proietta tutte le compagini di lega pro in un cantiere aperto. Lavori in corso ovunque, e nessun sussulto che possa infiammare le varie piazza. E’ un po’ cos’ ovunque a tal punto che ad oggi sembra assai azzardato poter indicare una regina di mercato.

E’ un cantiere in corsa d’opera anche in casa Catanzaro, che nella giornata di ieri (come anticipato in esclusiva nei giorni scorsi da catanzarosport24.it) ha in pratica accolto il centrocampista centrale Luca Verna, classe 1993.

Una giornata cruciale sarà quella di lunedi 14 settembre dove in sede di calcio mercato i vertici giallorossi dovrebbero definire altre operazioni sia in entrata che in uscita. Almeno di clamorosi colpi di scena abbandoneranno i Tre Colli Daniele Celiento e Carlo De Risio per ricongiungersi in quel di Bari con il tecnico Gaetano Auteri in una operazione che dovrebbe essere finalizzata solo con un indennizzo economico senza contropartita tecnica.

Catanzaro che ha comunque la necessità di andare ad irrobustire il pacchetto arretrato e con Blondett e Bertoncini che, ad oggi, sembrano assai distanti a vestire la maglia delle Aquile. Il primo non ha dato una risposta al direttore sportivo giallorosso Massimo Cerri, il secondo aspetta invece una buona uscita dalla Reggina. Due circostanze che sembrano aver fatto perdere la pazienza ai direttore Cerri, pronto a virare su altre alternative. Il primo della lista è Machado Dos Santos Claiton, classe 1984, difensore centrale per lunedi è atteso il suo arrivo a Catanzaro dove dovrebbe definire gli ultimi dettagli per il passaggio in giallorosso, stesso discorso vale per il centrocampista centrale Nicolas Izzillo, classe 1994.

Ma non solo Claiton per la difesa, di cui ricordiamo mr Calabro era stato molto chiaro chiedendo pubblicamente tre forti elementi, e con Blondett e Bertoncini sempre più distanti i nomi nuovi (raccolti in esclusiva da catanzarosport24.it) che si aggiungono alla lista dei desideri del direttore Cerri sono quelli che portano a Alex Redolfi e Agostino Camigliano entrambi classe 1994 e difensori centrali, il primo in forza alla Vibonese ed il secondo al Cittadella.


Commenti

11 risposte a “U.S. Catanzaro: Celiento e De Risio al Bari, Claiton e Izzillo accordo vicino, saltano Blondett e Bertoncini, ecco su cui virano le Aquile.”

  1. Avatar Salvatore Panetta
    Salvatore Panetta

    Temo che quest’anno non saremo competitivi , concordo con tanti tifosi che dicono, bastava rinforzare l’intelaiatura già esistente , pochi elementi e buoni chi non vuole restare lasciamolo andare , l’importante è chi arriva sia forte. Sono contento per Di Piazza che si è messo in evidenza , il suo valore si conosce, anche se in campionato ha avuto poca fortuna , spero possa riprendersi . Anche il francesino non è male come attaccante , è in prova speriamo lo tengano , chissà, potrebbe essere una sorpresa . Del resto che dire……

    1. Sig. Panetta, è inutile ripetere sempre le stesse cose. Era assodato il fatto che bastasse inserire in una rosa, quella dello scorso anno già forte a mio parere, qualche elemento che potesse renderla ancora più competitiva.
      Invece qui si smantella tutto quello che di buono c’era e le cessioni di Celiento e De Risio ne sono la più limpida delle dimostrazioni.
      Ormai è chiaro, soprattutto alla luce delle sue recenti dichiarazioni sulla disponibilità a cedere la società, che al presidente Noto non interessi più investire sul Nostro amato Catanzaro.
      Penso che chi ama questi colori sia pessimista sull’esito del prossimo campionato. Poi il calcio riserva sorprese e speranze alle quali ci aggrapperemo per affrontare la stagione che sta per iniziare.

  2. Avatar Claudio Laurenti
    Claudio Laurenti

    Se di speranza dobbiamo vivere, disperati moriamo

    1. Noto sei un morto di fame almeno stai dimostrato questo l mi auguro di essere smentito…

    2. Sempre i solito mercato via i miglior e arrivano la quarta oquinta sceita

  3. Avatar Claudio Laurenti
    Claudio Laurenti

    Noto sei un lestofante.
    Esci e spendi i soldi incassati dalle vendite dei giocatori del nostro magico Catanzaro.
    Dove sono i milioni delle vendite di D’Ursi,Maita, Fischnaller, Celiento,Di Risio e in passato di tanti altri ?
    Adesso porti figurine a cui dai al massimo 3.000 EUR al mese. Per giunta se alzano la testa li inviti ad andare via.
    Poveri ragazzi ,Noto sei un gran Lestofante

  4. Come volevasi immaginare. Non sono frasi solo fatte, ma vere. Svendiamo la tecnica per acquistare , forse, comparse avanti con gli anni o giovani in prova.. E che dire dei tanti “rifiuti o senza risposta”? Albertini, Blondetu, Sarao, etc. Ormai una società “poco credibile”. Come vorrei sbagliarmi, ma non posso fare a meno di esternare le mie sensazioni. La speranza mi sorregge. Forza Catanzaro

  5. Che tristezza, rasa al suolo una squadra!!!!

  6. Avatar Vincarlos
    Vincarlos

    È venuta meno anche la fiducia, è rimasta solo la speranza che sbagliando ci vada a… ovvero bene. Praticamente difficile se non impossibile. Eppure questa società aveva promesso tanto e si era meravigliata di come la precedente non riuscisse a portarci in B, cosa ritenuta facilmente realizzabile. Stiamo vedendo com’è finita. Razionalizzare è il nuovo verbo. Ma l’unica razionalizzazione ottenuta è quella dei tifosi, che hanno ben capito che va razionalizzata anche la speranza.

  7. Avatar Antonio giallorosso
    Antonio giallorosso

    Albertini Blondett Scognamiglio Bertoncini acquisti mancati e vendita di mezza squadra da derisio a celiento da signorini ad atanasov. In cambio vi è una “rivoluzione organizzativa” della società. E questo ancora è niente…che pena

  8. Avatar Vincarlos
    Vincarlos

    Lo scorso anno con uno squadrone siamo riusciti nell’impresa di arrivare settimi. Quest’anno con una “squadretta” riusciremo a migliorarci? Ho i miei dubbi, ma non ci resta che sperare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *