CO.VI.SO.C., deferite Catania e Siena

A seguito di segnalazione della CO.VI.SO.C., il Procuratore Federale ha deferito al Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare l’amministratore unico e legale rappresentante pro-tempore della società Calcio Catania (Serie C), Giovanni Luca Rosario Astorina, e la presidente del Consiglio di Amministrazione e legale rappresentante pro-tempore della società Robur Siena (Serie D), Anna Durio, per il mancato pagamento entro la data del 15 luglio 2020 degli emolumenti netti dovuti ai tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità di marzo, aprile e maggio 2020 (nel caso del Catania anche per le mensilità di gennaio e febbraio 2020) e comunque per non aver documentato alla CO.VI.SO.C., entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento degli emolumenti sopra indicati.

Le due società sono state deferite a titolo di responsabilità diretta e a titolo di responsabilità propria per il comportamento posto in essere dai rispettivi dirigenti.


Commenti

Una risposta a “CO.VI.SO.C., deferite Catania e Siena”

  1. Avatar Salvatore Panetta
    Salvatore Panetta

    Bene , il Catania è stato deferito ,cosa può succedere ? Già ha avuto difficoltà all’iscrizione ,certo , la nuova proprietà penso non abbia colpe , però bisogna stare attenti a certe situazioni , si potrebbe creare malcontento, nell’ambiente sportivo .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *