U.S. Catanzaro: Emanuele Mochi responsabile scouting regione Lazio

L’U.S. Catanzaro comunica di aver nominato un nuovo responsabile scouting per il settore giovanile nella regione Lazio. Di seguito il comunicato ufficiale.

Emanuele Mochi è il nuovo responsabile scouting, per il settore giovanile dell’US Catanzaro, nella regione Lazio. Ad ufficializzarlo è il direttore generale Diego Foresti che punta a mettere in piedi una rete di collaboratori capace di scovare giovani talenti da portare in giallorosso. Mochi, che si è detto entusiasta di questa nuova collaborazione “con una società seria e blasonata com’è quella guidata dal presidente Floriano Noto, fino allo scorso anno ha ricoperto, con successo, il ruolo di responsabile dell’Area scouting della Viterbese. A lui vanno gli auguri di buon lavoro di tutto lo staff dirigenziale dell’US Catanzaro.


Commenti

4 risposte a “U.S. Catanzaro: Emanuele Mochi responsabile scouting regione Lazio”

  1. Avatar Salvatore Panetta
    Salvatore Panetta

    Bene. L’organigramma comincia a dare i suoi frutti. A Catanzaro.evidentemente mancava una figura importante che poteva recitare questo ruolo,anche perchè i nostri giovani andavano fuori anzi che il contrario,prendere talenti e portarli giù da noi a farli crescere e maturare,adesso possiamo dire che a Catanzaro abbiamo una struttura Dirigenziale che si occupa a 360 gradi di calcio,prima squadra,giovani talenti,settore giovanile,ecc….Tutte le grosse Società hanno queste figure, altrimenti i talenti, come vengono fuori ?!! Come sappiamo tanti giovani sono finiti in serie A o B . Auguriamo alla Dirigenza buon lavoro e dateci soddisfazioni, sono state tante le umiliazioni……

  2. Bene, ma per adesso si tratta di un pannicello caldo. Foresti lo conosceva e lo ha portato con sé, ma si parla di osservatore del solo Lazio … e le altre 19 regioni d’Italia chi le osserva? Spero ci sia un seguito con una struttura più ramificata

    1. Avatar Salvatore Panetta
      Salvatore Panetta

      Lo penso anch’io. La strada presa è lunga,certamente bisogna avere osservatori dappertutto, però c’è da considerare che 20 tenerli a stipendio è un po esagerato,ne bastano un po da mandare in giro per l’Italia,almeno credo,non sono un esperto,tiro a indovinare come potrebbe essere organizzata una Società,la nostra è sulla buona strada,non so quanti osservatori avesse il Catanzaro prima.Comunque è un vantaggio conoscere le persone con cui hai lavorato,almeno puoi fidarti. Non so più cosa pensare.

  3. Avatar Antonio da Castrovillari
    Antonio da Castrovillari

    Ma possibile che ogni iniziativa che la societa’ prende e’ sempre giudicata negativamente? Strutturare una societa’ non e’ che si fa’ dalloggi al domani. Quindi ben vengano queste iniziative. Forza giallorossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *